Marcello Foa

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

5 months ago

Marcello Foa

Oggi La Stampa mi ha intervistato sulle sfide strategiche che attendono la RAI. Ritengo che la produzione di contenuti italiani sia imprescindibile. È il solo modo per battere realtà come Netflix o Amazon.
«Noi conosciamo l’Italia meglio di chiunque: è un punto di forza che va sfruttato in ogni direzione, nel realizzare prodotti culturali come nel sostenere il cinema e la fiction e, insisto molto su questo, nel promuovere un vero pluralismo - spiego a Marco Zatterin - Mi piacerebbe una RAI che comprasse meno programmi fuori e producesse di più in proprio, che tornasse a ideare e a realizzare format, che sapesse informare gli italiani con rinnovato dinamismo e aderenza alla società come solo una tv radicata in tutte le regioni può fare”.
Certo un colosso come la RAI non si cambia dall’oggi al domani, come ogni persona intelligente può capire, ma le dimensioni dell’azienda (quasi 13mila dipendenti!) non possono diventare il pretesto per l’immobilismo. Se non farà davvero un salto di qualità, la RAI rimarrà impigliata nelle vecchie logiche e perderà le sfide strategiche.
Io al cambiamento continuo a credere, sebbene finora sia stato più lento di quanto avrei voluto.

Qui l’intervista integrale:
www.lastampa.it/topnews/primo-piano/2019/08/11/news/marcello-foa-per-sfidare-i-colossi-della-tv-d...
... See MoreSee Less

Oggi La Stampa mi ha intervistato sulle sfide strategiche che attendono la RAI. Ritengo che la produzione di contenuti italiani sia imprescindibile. È il solo modo per battere realtà come Netflix o Amazon.
«Noi conosciamo l’Italia meglio di chiunque: è un punto di forza che va sfruttato in ogni direzione, nel realizzare prodotti culturali come nel sostenere il cinema e la fiction e, insisto molto su questo, nel promuovere un vero pluralismo - spiego a Marco Zatterin - Mi piacerebbe una RAI che comprasse meno programmi fuori e producesse di più in proprio, che tornasse a ideare e a realizzare format, che sapesse informare gli italiani con rinnovato dinamismo e aderenza alla società come solo una tv radicata in tutte le regioni può fare”.
Certo un colosso come la RAI non si cambia dall’oggi al domani, come ogni persona intelligente può capire, ma le dimensioni dell’azienda  (quasi 13mila dipendenti!) non possono diventare il pretesto per l’immobilismo. Se non farà davvero un salto di qualità, la RAI rimarrà impigliata nelle vecchie logiche e perderà le sfide strategiche.
Io al cambiamento continuo a credere, sebbene finora sia stato più lento di quanto avrei voluto.

Qui l’intervista integrale: 
https://www.lastampa.it/topnews/primo-piano/2019/08/11/news/marcello-foa-per-sfidare-i-colossi-della-tv-digitale-l-italia-ragioni-su-un-patto-di-sistema-1.37334650

Comment on Facebook

I l C A M B I A M E N T O O O O O O O O ...... quello desideravamo da una NUOVA RAI ! Una RAI CHE FACESSE SERIA INFORMAZIONE. Abbiamo aspettato tanto questo momento. Invece ci siamo ritrovati ancora una emittente che distrae la massa ciecandola con falsi messaggi.

Non vedo nessuna differenza nella sua Rai rispetto a prima quando si diceva fosse in mano PD, la trazione a mio avviso sembra essersi spostata verso la lega non disdegnando di corroborare le posizioni piddine, gli unici a non vedere nuovi effetti mi sembrano i cinquestelle, trattati malissimo prima e quasi ignorati adesso.

I servizi su Salvini hanno tutti un certo sapore di adulazione... Prima si adulava Renzi, oggi Salvini... Il cambiamento previsto era questo?

Mi spiace moltissimo, ma lei Prof. è stato per me una vera delusione.

Che delusione Foa, pensare che credevo che con lei la rai facesse finalmente informazione Invece è diventata telepadania

Per me potete chiudere i battenti anche domattina. Così risparmio il canone che sono costretta a versarvi. Informazione da terzo mondo, palesemente di parte. Le canzonette non vi riscattano. Una vergogna indicibile.

Molto delusa .. peccato speravo in un cambiamento. . Ma non ho visto da parte della Rai vera informazione .. le bugie hanno le gambe corte !!

Dott.Foa con tutto rispetto,non ho notato nessun cambiamento,continuo a vedere i bollettini del PD e della Lega.Immensa delusione.Non credo sia stato sufficiente mettere Freccero al TG2 per aumentare il pluralismo.Legga i commenti,se ci sono tantissime persone deluse,qualche domanda me la farei.

Dimostri ai cittadini italiani, quelli che le pagano lo stipendio, che lei puó fare informazione imparziale. Quando sarà in grado di fare ciò avrà rispetto!

Speravo in piccoli cambiamenti in positivo, ma ho visto solo conferme del passato

No vabbè, dobbiamo gioire perché manda Amadeus a saremo? E' questo il grande cambiamento di Foa alla Rai? Che roba...

Ci saluti l'amica Maggioni. Anzi, la ringrazi come ha fatto lei. Dai, che se fa il bravo, e lo sta facendo, al Bilderberg sarà sicuramente uno dei prossimi invitati. La Maggioni garantirà per lei.

Egr. Dott.Foa, vorrei una RAI meno politicizzata, programmi di qualità e contenuti, non insulse fiction dove gli attori non sanno nemmeno recitare ...e in italiano, ma biascicano battute in romanesco o napoletano...vorrei una RAI che faccesse informazione con la I maiuscola e non manipolazione ed esasperazione delle notizie. Per forza che poi ci tocca guardare solo Netflix etc..

Lei ha questo incarico da tempo e NON ho per nulla visto un cambiamento radicale nella disinformazione italiana. Poi ci lamentiamo che nel mondo siamo al 70° posto per la libertà di stampa ed informazione. Delusione assoluta

Io vorrei che fosse permesso anche a persone molto colte e preparate di intervenire in Rai e che purtroppo devo solo vedere su Canale Italia. Grazie!

Complimenti... ho notato un cambiamento notevole in Rai , mi rendo conto che il processo sarà lungo e difficile... prima invece della Rai sembrava la tv del pd e sinceramente non la vedevo affatto...

Non demorda, Foa. Non si puo' lasciare la rai in mano ai post comunisti. Concentrateli almeno tutti su una rete, se non si possono sbattere fuori... e' intollerabile e antidemocratico.... la maggioranza nel paese, viene quotidianamente offesa, insultata, rieducata come ai tempi di pol pot. Basta.

Bravissimo Presidente Marcello FOA !!! 💙

D'altronde programmi come quelli degli Angela,dimostrano che la RAI può fare grandi cose

Ci vuole sempre molto tempo. Mica da un giorno all'altro si cambia. Bravo!

Grazie, Presidente! I cambiamenti non sono mai repentini ma avvengono gradualmente!

Continua la fiducia. Attendiamo.

Coraggio, vai avanti, siamo coscienti delle difficoltá ma crediamo in te.

Caro Presidente Marcello Foa, ho constatato una cura maggiore nei notiziari,auspicherei anche servizi sulle città d'Arte ed i Beni Culturali, al fine di avvicinare più gente possibile, confezionati come fiction....

Grazie Presidente, i cambiamenti incontrano sempre delle resistenze, specie in un’organizzazione così complessa... condivido il suo punto di vista e sono fiduciosa!

View more comments

6 months ago

Marcello Foa

In bocca al lupo, Amadeus, conduttore e direttore artistico di Sanremo 2020! E che sia un Festival memorabile! ... See MoreSee Less

In bocca al lupo, Amadeus, conduttore e direttore artistico di Sanremo 2020! E che sia un Festival memorabile!

Comment on Facebook

Dopo la sua nomina a presidente della RAI, mi ero illuso che avremmo avuto un servizio di tv pubblica migliore o quantomeno più pluralista... ... A distanza di oltre un anno esce dal silenzio solo per farsi un selfie con Amdeus?

Carissimo sig Foa ero felicissima quando misero lei in Rai! Ma, mi son dovuta ricredere! Sempre il solito andazzo!

Tempo fai hai detto che il cambiamento era in atto ma ci voleva tempo. Non possiamo piu aspettare VOGLIAMO UN SERVIZIO PUBBLICO CHE NON SIA PILOTATO DALLA POLITICA. CI VUOLE CORAGGIO.

Sig. Foa, pensavo che lei fosse una persona intellettualmente onesta e al di sopra delle parti invece, con grande dispiacere, devo constatare che ha ancora di più politicizzato la Rai. È proprio vero non ci possiamo fidare di nessuno, gli uomini corretti non esistono quasi più, quei pochi rimasti sono tutti del Movimento 5Stelle

Memorabile della RAI per il momento è solo la faziositá e la mistificazione dei talk - show e dell' informazione , squalificando così ogni altra iniziativa . Gent.mo dott.re Foa , sono sinceramente , profondamente deluso , non perché sia un elettore M5S , sono dispiaciuto perché non è stato fatto nessun tentativo per rendere la tv pubblica degna , anzi , i peggiori continuano a dettar legge .

Amadeus, Sanremo? Torni in sé, che cosa può fregarcene di Amadeus e Sanremo? Può anche dimettersi, visto che la Rai continua ad essere il ministero della verità del nuovo ordine mondiale. Forse si è ambientato? Cordiali saluti.

Dai Foa, avevamo tante buone speranze di una TV di stato apolitica, ma la delusione che lei ci ha dato è veramente tanta, si tenga i suoi burattini e buon fine lavori.

Una delusione... ripenso a quando diceva che ci sarebbero stati grandi cambiamenti... eh ci sono stati ... lei si è fatto comprare... e noi abbiamo ancora un informazione venduta .. di regime... siete una vergogna per l’Italia intera...🤮

Colgo l'occasione per dire che Marcello Foa alla Rai per me è stato una gran delusione..

Toh chi si rivede: Marcello Foa quello che prima doveva capire la complessità della RAI con 13.000 dipendenti ecc ecc.. chissà se ha capito qualcosa visto che il servizio pubblico è come, forse peggio di prima!! chissà anche e come mai in molti si sentono delusi da Marcello Foa come se fosse il messia del cambiamento!! lui al pari di Fabrizio Salini amministratore delegato votato in rete dal Movimento sono, SIETE, i veri traditori del cambiamento, compito che il governo vi ha assegnato con la Vs nomina. La RAI con voi è ancora in mano all'opposizione alias patto del nazareno inclusa la con il Movimento fuori da tutto e con milioni di cittadini italiani insultati e derisi ogni giorno a reti unificate RAI!!

Avevo sperato in un cambiamento... dott Foa, a tutt'oggi la sua nomina è stata una grande delusione

Ma che cazzo ce ne frega a noi di Sanremo!!!!! Pensavo onestamente che fossi uno con le palle. Ma mi sbagliavo .

Perché non svolgi un corretto servizio pubblico dato che la rai è pagata con i soldi dei cittadini?

Doveva cambiare la rai e invece come tutti si è adattato e venduto al sistema. Grande Foa grande delusione!

Con Foa pensavamo che tutta la narrazione mainstream sarebbe cambiata e, Lui, non deludendoci, ci offre quale trofeo Amadeus. Dico, Amadeus! Sticazzi!

Grande delusione Foa, Rai sempre più in basso!

Sai quanto me ne fotte del festival di S.Remo?L'ultimo l'ho visto nel 1966!!!! Da Foa mi aspettavo di sentire e vedere qualche notiziario più obiettivo e veritiero !!!🤮

Sinceramente pensavo che nella tv pubblica sarebbe cambiato tutto. Poi ho iniziato a sperare cambiasse qualcosa, invece non è cambiato niente. Programmi scemissimi e orientamento pidiota.

Ma allora sei vivo.quamdo iniziamo a fare informazione vera sulla Rai??

Siamo ai selfie?...che cambiamento che ha fatto la RAI, complimenti!

Non siete in grado di comunicare la verità al popolo? La Rai che uguale alle altre TV Corrotte dai poteri occulti, avete la forza di spazzare via il PD formato da massoni, mafia e B.R , le forze del male comanda l informazione cioè solo menzogna oppure proteggere notizie scomode

Che cambiamento ooooo, ma non si vergogna un pochino?

A quando un cambio di rotta per la comunicazione?

la decadenza continua inesorabile,sara' che in questo paese ognuno occupa il suo posto perche raccomandato da qualcuno,ma che tristezza!

Ottimo!

View more comments

6 months ago

Marcello Foa

⚫️ Interrompo il silenzio istituzionale per associarmi al cordoglio per la scomparsa del vicebrigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega.

Anche la Rai domani, lunedì 29 luglio, ne onorerà la memoria: tutte le trasmissioni osserveranno un minuto di silenzio alle 11.30. L’omaggio al carabiniere proseguirà poi, a partire dalle 11.55 su Rai1, con la diretta della cerimonia funebre, a cura del Tg1.
... See MoreSee Less

⚫️ Interrompo il silenzio istituzionale per associarmi al cordoglio per la scomparsa del vicebrigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega.

Anche la Rai domani, lunedì 29 luglio, ne onorerà la memoria: tutte le trasmissioni osserveranno un minuto di silenzio alle 11.30. L’omaggio al carabiniere proseguirà poi, a partire dalle 11.55 su Rai1, con la diretta della cerimonia funebre, a cura del Tg1.

Comment on Facebook

Avevo gioito della sua nomina alla Presidenza,ma ho visto un anno di niente, NESSUN CAMBIAMENTO !

Scusi se mi permetto,lei doveva far cambiare il modo di fare informazione ,io ci credevo........

Sì un atto tremendo. Ma nel frattempo la RAI per cui pago il canone sarà prima o poi un servizio pubblico? O dovrò continuare a cercarmi qualcosa di obiettivo non del potere del pensiero unico cercando la verità destreggiandomi fra fake news? Io credevo in lei! Vorrei continuare a farlo.

Molto deluso da te Marcello. Molto.

I Tg sono sempre più schierati. la morte del carabiniere serve a dimenticare Palamara, CSM ecc che sono spariti dai radar della cosiddetta informazione. Sul caso Bibbiano la censura di stato si va allentando per la forte protesta sui social. Non ci siamo, non ci siamo proprio. Questa informazione non mi piace. Mi aspettavo un cambiamento, invece nulla!

La prego, svegliatevi e cambiate l'informazione affinché racconti realmente le notizie. Teatranti, anchorman, opinionisti ect sono tutti, esclusivamente militari pardon, militanti del PD. Senza la verità non ci sarà mai un cambiamento.

Un minuto di silenzio è ridicolo .....è tragico invece il silenzio che la Rai ha mantenuto in questi anni su quanto stava accadendo realmente in Italia e su come le forze dell’ordine siano state rese inoffensive ...

Un minuto di silenzio .. tutto qui ? Onori cambiando il modo di fare informazione, faziosa e di parte.

Foa redivivo!! Dove era sparito? In RAI certamente no perché non è cambiato nulla. Certo che un minuto di silenzio dopo quasi un anno è, immagino, un grande sforzo.

Vogliamo il cambiamento in RAI abbiate coraggio, ora O MAI PIÙ

Può tranquillamente riprenderlo il silenzio istituzionale. La sua nomina: tanto rumore per continuare fin peggio di prima......

Quanto alla verità, beh, un minuto di silenzio anche per quella

Ma è istituzionale il silenzio che è imposto al Presidente della RAI? Al contrario, dai molti commenti si evince che tanta gente si attendeva che il nuovo Presidente della RAI comunicasse di più ma che soprattutto annunciasse programmi, televisivi e non, diversi rispetto ai suoi recenti predecessori. Invece da mesi appunto, dagli uffici della presidenza di viale Mazzini si ode un silenzio assordante.

Marcella foa’ caccia i comunisti dalla Rai sono loro i primi nemici del popolo italiano

👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻 aspettiamo il cambiamento sulle TV di Stato per cui paghiamo il canone, non lo scambiamento Sig. FOA, l'informazione deve raccontare i fatti ed essere apartitica. Elimini i pisciainchiostro asserviti per cortesia, abbia coraggio.

Rai 3 è una cosa vomitevole e linea notte con quel Mannoni che non si capisce come abbia potuto far carriera, oppure lo si capisce benissimo , ma è imbarazzante come pure la rossa Venditti che si veste come quello sotto casa mia dalle 22 in poi, sembra un raduno della casa del popolo, se la cantano e se la suonano , per non parlare dei servizi fatti dall’ex moglie di Marrazzo, di una faziosità offensiva , roba da paesi dell’Est di una volta...e poi basta con i “migranti e il papa....non si possono fare tg stringati senza pareri fotocopia di destra e sinistra???

Gent. Mo Foa. Per cambiare le cose ci vuole coraggio. Le rivoluzioni non possono essere indolori. Serve più coraggio...... E fin'ora Lei non ne ha dimostrato molto.... Resteremo schiavi di questo catto_comunismo per sempre....

LEI MI HA DELUSO E ANCHE TANTO.I TG SONO INASCOLTABILI.QUANTO TI PAGANO I LEGHISTI?

Nulla è cambiato da quando è arrivato alla Presidenza della Rai. Il Paese ha necessità di un vera informazione imparziale. La comunicazione è fondamentale per mettere le basi della consapevolezza.

se poi ci fate sapere come é andata veramente questa storia ben poco chiara, ci fate un piacere, grazie

Grazie, è la prima volta che c'è un minuto di silenzio, in rai, per una persona comune, ma tanto speciale

Grazie per onorare la memoria di un servitore dello Stato, vittima innocente, sottratto troppo giovane alla vita e ai suoi affetti

Non ci sono parole ogni volta che incrocio il suo sguardo inevitabile la commozione

Bravi. Dolore , rabbia ma tanto onore e cordoglio alla famiglia e tutti i colleghi dell'Arma ❤

Grazie Presidente.

View more comments

11 months ago

Marcello Foa

"C'è stata una sproporzione, un chiaro squilibrio tra il voto popolare e una giuria composta da poche decine di persone che ha provocato le polemiche. Questo sistema funziona o no? Secondo me va corretto chiaramente proprio perché il pubblico si senta rappresentato".

E' quel che ho dichiarato oggi a Unomattina. Il voto della giuria popolare va rispettato e non stravolto. Ne terremo conto per la prossima edizione.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Presidente, il lavoro da fare in RAI è tanto. Non è per nulla facile ripulire l'intero sistema da una filosofia moralmente vergognosa, che per decenni ha infettato le reti di Stato. Ciò che disapprovo sono i commenti vergognosi, violenti di gente che per decenni si è fatta andare bene TUTTO. Adesso pretendono in pochi mesi, il cambio epocale. Dovrebbero solo guardarsi allo specchio e vergognarsi, perché la gentaglia che ha infestato la politica e le reti di questo Paese li hanno sempre votati loro!!! Per la prima volta abbiamo un Presidente in RAI che ha il coraggio di parlare apertamente di sovranità di un popolo, che merita rispetto e che legittimamente va rispettato anche nel voto di un evento che dovrebbe rappresentare l'Italia, e cosa fanno? Si lamentano sempre??? Perché non si sono lamentati in oltre 70 anni di inganni, mafia e ruberie! Vada avanti Presidente. Siamo con lei. E la ringraziamo per le sue parole. Sono importanti per noi. Sono l'ennesima prova, che qualcosa sta cambiando 🇮🇹❤

Presidente Foa ma lei guarda Rai Tre ? Guarda Rai News 24 ? Guarda l'informazione della Rai ? La Rai faceva schifo e continua a fare pena. Lei è una mancata promessa, una delusione evidente, lei e Salini pensavo foste realmente capaci a cambiare la Tv di Stato. Dimettetevi che è meglio.

Va bene la democrazia ma farsi sputare in faccia le menzogne mi sembra eccessivo😎

Però devono sempre scappare i buoi prima che si chiudano le stalle! Vediamo di fare un po di pulizia in Rai per il bene di tutti...

Fazio nella sua intervista ha consentito a Macron di fare un monologo di 30 m a favore del mondialismo quasi senza fare domande. Il punto più basso della RAI è stato raggiunto. Foa! Intervieni! Perché permetti tutto?

Rimborsate tutti i televotanti che sono stati palesememte perculati

Caro Marcello, fai un favore a te e a tutti noi: amorevolmente, sparisci!

Se questo è il ruolo del nuovo Pres, della RAI che si occupa di canzonette e di festival, anche se popolari, stiamo freschi, Invece di occuparsi di problemi di una TV di Stato che dica la verità, il tanto decantato e pericoloso Marcello Foa si sta rivelando un totale fallimento dopo le grandi aspettative che il popolo di democratico si aspettava. Infatti nessuno ha notato dei cambiamenti nella informazione della TV di Stato. Se poi il M. Foa si occupa di San Remo e di canzonette stiamo FRESCHI, anzi stiamo in congelatore come quello Brezneviano.

Forse sarebbe il caso di scendere in piazza sotto la Rai, per farglielo capire...

Complimenti per il suo lavoro di manipolazione mediatica. Dai risultati elettorali deduco che le sia riuscito benissimo! Che lavoro sporco è il suo!!!

Intanto quest'anno chi paga questa porcata!!!Ultimo e il popolo che ha votato comunque vada l'elit non paga mai le conseguenze Speriamo che sia almeno l'ultimo anno

La RAI deve essere riformata in fretta piena di fake news e noi paghiamo il canone basta programmi verso un solo indirizzo!!!

Come mai non fai più post su FB? Non hai più il coraggio di scrivere niente? Dove sono le belle frasi di pluralismo ? Di informazione libera? Dove sono finite tutti quei FALSI buoni proposti? Siete tutti uguali!! PD-FI-LEGA, na banda di imbroglioni!! fate schifo!! Ma quale presidente!! Ma dove?? Ma per piacere!! FUORI DALLA RAI!!!

Ci eravamo sbagliati. Ammettiamolo: Foa ha deluso su tutta la linea.

Aspettiamo i cambiamento in Rai.....e che lei smetta di pompare Salvino!!! Non se ne può più di vedere queste disparità! O è stato voluto dalla Lega proprio per questo?

Il problema non è Sanremo in se, ma è come una piccola percentuale di dominanti influiscono senza vergogna, alla luce del sole, sulla nostra vita sociale senza aver alcun rispetto della democrazia e della opinione della gente comune. Buon lavoro Foa...c'è molto da migliorare.

Foa lei è scandaloso, è stato eletto perché la Rai sia imparziale, non vogliamo una Rai di parte. SI VERGOGNI E LASCI IL POSTO A UNA PERSONA PIÙ ONESTA.

Signor Foa credero'in lei solo quando vedro'tante zecche fuori dalla rai che noi paghiamo

Presidente Foa, per me lei è stato una grandissima delusione 😞

Per ora la Rai non mi pare per nulla migliorata,San Remo è solo la punta dell'iceberg.

La RAI va riformata. Purtroppo Lei è arrivato da poco e ci vorrà tempo. Confidiamo in Lei.

Speriamo il presidente Foa prenda anche posizione sulla libertà di scelta e di stampa

Cominci da qualcosa ma cominci quel cambiamento annunciato di cui la Rai ha assoluto bisogno ma che ancora non si vede..

Il vero problema, non è, San Remo pilotato, ma, come poche persone possono dominare dappertutto, un vero schifo, si parla tanto di democrazia, ma esiste solo la parola

E adesso anche Gad Lerner??? ??? La Rai del cambiamento???

View more comments

11 months ago

Marcello Foa

Insieme ad Anastasio, artista dall’animo sensibile. Che piacere incontrarlo qui a Sanremo! ... See MoreSee Less

Insieme ad Anastasio, artista dall’animo sensibile. Che piacere incontrarlo qui a Sanremo!

Comment on Facebook

Marcello Foa per cortesia facci sapere a tutti noi che abbiamo sostenuto la tua candidatura alla presidenda rai : quali sono y problemi o ostacoli che ti impediscono di fare il cambiamento che avevi promesso , purtroppo ancora non si vede nemmeno l'ombra .... ti ringrazio e' scusa il disturbo .....

Presidente. Prima di lei i tg e dico tutti i tg facevano 20 minuti spesso dei politici al comando che si incensavano dei successi. Adesso tutti i tg appena dopo 3 minuti dall inizio mettono la attuale opposizione a parlare male della attuale maggioranza. Complimenti!

Non si è mai visto un Governo che ha la Rai contro. Programmi come Che tempo che fa, Cartabianca, In Mezzora, Presadiretta e tutti i Tg sono scandalosi. Ci ha profondamente delusi

Dopo lo scandalo di questo Sanremo vanno radiati dalla Rai tutti coloro che lo hanno fatto a cominciare da Baglioni e i due soci presentatori per finire a tutti gli ospiti che hanno accettato di partecipare a testa bassa !!! È vergognoso che veri e propri talenti come il volo o ultimo debbano subire l'umiliazione di vedersi strappare un premio dalle mani solo perché il sistema ha deciso che doveva vincere ancora una volta l'ipocrisia !!!! Riluttante e non un buon segnale per i giovani che credono sempre meno in se stessi visto che neppure il grande favore del pubblico sia riuscito a rendere giustizia a chi meritava di vincere !! Senza speranza.

Presidente Marcello Foa quand'è che verrà piazzato sullo sfondo dei programmi di Rai3 e Rainews 24 il logo gigante del PD? Vorrei anche sapere se i programmi li trasmettono direttamente dalla sede di via del Nazareno. Riguardo a Sanremo non lo guardo da molti anni perchè è prevalentemente un evento commerciale. Se in un altro canale venissero trasmesse in concorrenza le migliori audizioni di "The Voice", il festival di Sanremo lo guarderebbero solo i parenti dei cantanti (o presunti tali). Buona sera.

Aspettiamo con ansia il cambiamento tanto sbandierato. Fin qui tanto fumo e niente arrosto.

Ma quando cambiate qualcosa alla Rai, sono stufo di vedere il clan della sinistra in tutti i programmi. Di Sanremo, inguardabile il pu giovane aveva 70 anni. Che delusione!! Per questo i giovani non lo guardano!

Più che Sanremo mi sembrava di essere ad uno dei più penosi Gazebi del pd! Grazie per aver ospitato Anastasio, nonostante lui sia schierato con Salvini.. un raggio di sole in una tempesta!

Ma come è possibile fare una carognata simile con le votazioni di Sanremo? Una giuria che capovolge il voto popolare come in una dittatura e fate pure pagare 50 centesimi x voto per un imbroglio evidente....ma ci prendete per i fondelli?!? Ma chi ha scelto questa giuria di ballerine e nani di regime?

Non guardo Sanremo spettacolo opsoleto oggi in italia pochi gli interessati a canzoncine !!

Sto aspettando che in Rai buttate fuori Fazio e company se continua così mi abbono a Netflix e chiudo con la Rai e Mediaset

Dov’è il cambiamento? Lo stiamo ancora aspettando, anche noi siamo sensibili ma fino a quando dobbiamo esserlo?😡

Dott.Foa ,in Rai il tanto auspicato pluralismo culturale non si vede ,soprattutto a Rai3 e Rainews 24 !

A MARCELLO FOA da Luca Nicoletti - Rimini Caro Marcello, ti dico subito che sono un simpatizzante del M5S, e ti assicuro che quando ti hanno eletto in RAI sono stato felice, perché ho sempre letto le tue cose. E ho sempre notato una certa obiettività, un'indole onesta e slegata dalle dinamiche "oscurantiste e personalistiche" della politica. Poi il brusco risveglio, all’attuale realtà a cui ti sei piegato. In questo momento, tra i media pro-partito democratico (servilisti e lecchinisti fino alla nausea) e te, non c'è nessuna differenza. Mi dispiace immensamente. Più per te, che per l'ennesimo inganno. Tu sei una persona intelligente, una mente capace di analizzare, comprendere e scegliere il bene comune. Ebbene, tu hai scelto esattamente, come i tanti, i soliti noti, il tuo bene e del tuo partito. Ripeto, mi duole che a fare una tale ottusa, meschina scelta, sia stata una persona del tuo potenziale intellettivo. Come un Feltri qualunque. Un Giuliano Ferrara qualunque. Un Ezio Mauro qualunque. Un Vittorio Zucconi qualunque. Un Michele Serra qualunque. Un Sebastiano Messina qualunque. Un Giampaolo Pansa qualunque. Tutta gente che ha dimenticato cosa sia fare informazione e si è dedicata alla propaganda (Con l'unico scopo di mantenere i propri mega-stipendi). Che tu Marcello, ti sia confuso con questa accozzaglia di pseudo-giornalisti, mi duole molto. Avresti potuto essere molto di più. Tutto ciò, al di là dei danni che stai facendo al popolo italiano.

Quanto tempo ancora c'è di bisogno per cambiare questi " STREGONI DELLA NOTIZIA" ?🤔

Achille Lauro e Morgan, un invocazione al satanismo. L'ho esposto a Morgan stesso e mi ha bannata.

Egregio Dott. Foa, noi ,e siamo in tanti, stiamo aspettando un forte segno di cambiamento in RAI, in conseguenza della sua nomina a Presidente, che non arriva. Visto che ha deciso per ragioni di opportunità di non commentare più la vita politica di questo paese, le saremmo grati se evitasse di sollecitare la nostra pazienza con questi post di apprezzamento e di stima che, a confronto col contesto devastato della RAI, appaiono come delle prese in giro per quelli come me che non accendono il televisore da più di dieci anni. Le assicuro che nuocciono gravemente alla sua immagine. Con stima, nonostante tutto.

Il prox anno Sanremo condotto da Gerri Scotti e Lorella Cuccarini. Giuria unica popolare !

Sanremo vergognoso. Propaganda continua. La sua presidenza è un fallimento totale.

Quando scade il contratto di Agorà? La conduttrice è palesemente faziosa e non fa nulla per nasconderlo.

È riuscito anche far passare Macron come vittima facendoci prendere in giro e denigrare il governo dal piu grande servo leccaculo di tutti i tempi Fazio...Complimenti!!!

La sorpresa sarebbe vedere un bel cambiamento in Rai, ma a quanto pare, il vecchio sistema la fa da padrone.non ho visto Sanremo.un bluff.

Non sto guardando Sanremo Signor Foa sono molto delusa del suo operato in Rai non ce stato alcun cambiamento anzi è peggiorato Mi sono persa anche l'esibizione di Anastasio ma pazienza.

Direttore volevo chiederle, ma per quanto riguarda il famoso cambiamento in RAI, quanto devo aspettare ancora? Per il momento mi sembra che da quando è arrivato , il livello sia peggiorato, ma mi raccomando so che ce la metterà tutta per far cambiare le cose. Nel frattempo oltre a non pagare il canone ho buttato anche la tv. Faccia con calma mi raccomando!

La RAI del NON Cambiamento. Tutto cambia affinchè nulla cambi.

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Sono a Matera, da stasera Capitale Europea della Cultura.
Se pensiamo a com’e' nata questa iniziativa, cioe' dalla comunità civile, dai giovani, assume un significato particolare. All’inizio sembrava un’impresa impossibile, invece, ce l'hanno fatta.
In questo momento, il Sud ha un modello a cui ispirarsi. Se il Sud crede in se stesso ce la puo' fare. Ed è bello che la Rai possa testimoniare e portare questo messaggio nelle case degli italiani.
... See MoreSee Less

Sono a Matera, da stasera Capitale Europea della Cultura. 
Se pensiamo a com’e nata questa iniziativa, cioe dalla comunità civile, dai giovani, assume un significato particolare. All’inizio sembrava un’impresa impossibile, invece, ce lhanno fatta. 
In questo momento, il Sud ha un modello a cui ispirarsi. Se il Sud crede in se stesso ce la puo fare. Ed è bello che la Rai possa testimoniare e portare questo messaggio nelle case degli italiani.

Comment on Facebook

Mi pare che i commenti siano molto rispettosi con chi non rispetta l'onestà intellettuale. Penso sia una nomina sbagliata. Spero in buona fede.

Lei è una grossa delusione. Sinceramente che Lei è a Matera a perdere tempo non me ne frega un accidente. Mi importa che riprogrammi la Rai visto che pago il canone e che sbatta fuori gente come Fazio Litizzetto Vespa ecc.... che non li posso più vedere. Io non guardo ormai la Rai da anni. Speravo con Lei in un cambiamento ma vedo che andiamo peggio. Mah! E poi Sanremo? Ma stiamo scherzando? Compensi milionari a Baglioni ecc..... un schifo veramente..... c’è poco da divertirsi... spero che gli italiani inseriscano il cervello e non guardino questa manifestazione che offende noi popolo sofferente.

Con gente come Fazio in onda, per non parlare di altri, per me la tv è un fastidioso soprammobile.

Presidente la stimo e la rispetto..capisco i contratti pregressi....ma qualche segnale di cambiamento della RAI ...credo cHe oramai si dovrebbe vedere....invece ancora il nulla

Ti stai rivelando una grande delusione. Hai scritto cose importanti, seminari a decine e poi, alla prova dei fatti, NIENTE! Vogliamo un'informazione corretta. Paghiamo un canone per quello, TU SEI PAGATO PER QUELLO. Fai il Tuo dovere, hai le capacità ed il dovere di farlo! Manca il coraggio?

Foa, stiamo aspettando l'informazione libera, manca ancora tanto?

Avevamo fiducia e aspettative su di lei e invece delusione più assoluta : siamo ancora alla tv di Renzi. Non possiamo pensare che si sia fatto eleggere con l'intenzione di non cambiare niente! E la delusione è ancor più grande dal momento che ci propina spot senza dare alcuna risposta, sordo a tutte le rimostranze che le vengono civilmente presentate...

Presidente, presto inizierà il festival di Sanremo, secondo lei quale messaggio porterà nelle case degli italiani? Quale CAMBIAMENTO ė avvenuto nella RAI?

Invece di Matera, vuole pensare a sistemare il festival di Sanremo, niente comizi pubblici e abbassiamo i compensi, si ricordi che qui in Italia c'è gente che è in povertà e paga il canone Rai. Cerchi di darsi da fare, perché Noi paghiamo anche lei. CAMBIAMENTO SUBITO!!!

Presidente caro, stiamo aspettando il cambiamento in Rai, ancora per molto dobbiamo sentire bugie?

Avevo fiducia in lei, è evidente che mi sbagliavo. Se prima non accendevo la TV ora la butterei volentieri dalla finestra

Presidente Foa ,non vediamo cambiamenti nella Rai :dov'e 'il PLURALISMO CULTURALE che auspicavamo ?

Presidente FOA quando avverrà il Cambiamento xchè io no l'ho visto ancora.

Per ora non mi sembra di vedere un gran miglioramento nell'informazione italiana,aspetto fiducioso.

Lei è a oggi, tale e quale a molti programmi Rai :un flop.

Gentile dott Foa, se non ha la forza né il carisma per fermare l'aggressione della lobby gay ai bambini in Rai la prego di lasciare il posto ad una persona con maggiore voglia di combattere. SO bene che questa lobby è così forte da poterla distruggere in poco tempo, ma l'interesse dei nostri figli viene prima. Quindi lasci spazio a chi ha l'età e la forza per combattere questa battaglia

Caro presidente Foa, le aspettative di un NETTO CAMBIAMENTO erano molto positive. Ad oggi ancora niente, devo sorbirmi il solito sciacallaggio di una informazione deviata.

Presidente Foa possibile che a cominciare dal Festival di Sanremo dove lei ha constatato i fischi e l insoddisfazione su questa RAI telecomandata dalla sinistra, ancora non abbia messo mano alla imparzialità delle informazioni? É STATO MESSO LI PER QUESTO, VIENE PAGATO CON IL NOSTRO CANONE PER QUESTO.

Non si può sentire più la RAI! Sono tutti PDioti; attori, cantanti, comici, giornalisti! Ma nella realtà stanno scomparendo! Meno male!

Presidente, così per curiosità... ha mai visto Rai news 24? Non ascolto più l’informazione Rai da tempo ormai, è impossibile

Buona sera Presidente, certo, bellissima iniziativa ed è giusto che lei ne fa accenno con questo bello post, la cultura è importante tutta. Ma le confido il mio sogno, vorrei che la tv pubblica , inizi finalmente il processo di un cambiamento culturale del paese, vale a dire parlare di Banche, signoraggio Bancario, sovranità monetaria di una nazione , l’emissione di una moneta a debito e del neoliberismo . Le auguro una bella serata è un abbraccio forte 😊😊

se portassi anche 2 o 3 TG potabili ogni settimana ti potremmo augurare buon lavoro, per cio' che stai facendo ora ti consiglio le dimissioni immediate

Presidente ,faccia qualcosa per quei talk vergognosi dove si denigra solo il m5s. Ci siamo rotti !

Ma possibile avevamo grandi aspettative su di lei e invece delusione più assoluta siamo ancora con la tv di Renzi ma perché si è fatto eleggere se non aveva intenzione di cambiare niente! Ce lo spieghi almeno!

Signor Foa avevamo tanta fiducia in lei, ma su RAI1 non è cambiato nulla. Hanno un modo di dare e commentare le notizie tutte di sinistra. E quasi tutte le trasmissioni non fanno altro che attaccare il governo. Faccia qualcosa!! Fino ad ora non si è visto nulla

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

“Cominciate col fare il necessario, poi ciò che è possibile e all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.”

Con questa bella frase di San Francesco d’Assisi vi auguro un 2019 di forza e di serenità, con l’auspicio di questo arcobaleno sul Monastero delle monache benedettine dell’isola di San Giulio.

Avanti con fiducia!
... See MoreSee Less

“Cominciate col fare il necessario,  poi ciò che è possibile e all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.”

Con questa bella frase di San Francesco d’Assisi vi auguro un 2019 di forza e di serenità, con l’auspicio di questo arcobaleno sul Monastero delle monache benedettine dell’isola di San Giulio. 

Avanti con fiducia!

Comment on Facebook

Caro Presidente Foa, noi italiani speravamo nella sua nomina per essere informati seriamente e in modo imparziale non per assistere continuamente in ogni programma Rai alle tribune politiche rosse. Sono e siamo tutti delusi del suo operato, praticamente tutto è come prima, se non peggio. A Sanremo la musica e le canzoni sono diventate un evento marginale, ciò che piu' spicca è la propaganda politica del pd e di fi oggi in armonia profonda tra loro. Le ricordo che lei è pagato da noi italiani, le ricordo che Sanremo è un evento musicale non un dibattito, o meglio ancora un tam tam di pensieri filo-comunisti da inculcare sempre e comunque. Si muova e tolga questa schifezza da Sanremo. Tutti hanno annunciato che si parlerà di politica, bisio, baglioni e company, bene faccia il suo dovere se ci riesce. Altrimenti se non è in grado di assicurare imparzialità di informazione sulle reti Rai, di dimetta!!!

Buon anno Presidente! E speriamo sia davvero un anno di cambiamento per la Rai perché non ne possiamo più!!!!

Signor Presidente, mi auguro che quanto prima Lei possa mettere in pratica il suggerimento del Santo di Assisi, si da farci accorgere del Suo insediamento fattivo alla carica che Lei ha accettato, vedendo finalmente un po' di equità e meno faziosità nelle reti RAI che fino ad ora continuano imperterrite a dimostrarsi oggettivamente politicizzate, tutte in un'unica direzione, mentre dovrebbero essere fruibili da TUTTI noi utenti che paghiamo pure il salato Canone. LA RINGRAZIO, RIMANENDO IN SPERANZOSA ATTESA.

Grazie! Tanti Auguri anche a lei e ai suoi cari! Il 2019 sarà l'anno del Rinnovamento, dell'Impegno e della VERITÀ! Un abbraccio e si goda questa giornata di riposo! ❤🥂🍾

Une superbe Année ❣️🍀2019 à Christine,toi et aux enfants. Emy & Patrick

Auguri Marcello dacci una informazione libera senza dipendenze politiche di qualsiasi colore, togli i finti giornalisti con stipendi da re tipo Vespa, ridai una etica di alta moralità nella tv pubblica, e il popolo del cambiamento te ne sarà grato per decenni.

Auguri Presidente! SIAMO in attesa del CAMBIAMENTO ALLA RAI.

La RAI è inguardabile non è cambiato nulla Da decenni circolo PD

Graizie presidente...occore un informazione senza colore politico...fuori i vecchi dirigenti!

Buon anno Presidente Foà, mi auguro vivamente una ammenda al servizio andato in onda a spese dei contribuenti sulla MICROCHIP "bellezza", un vero e proprio scempio contro i popoli. Se lo mettessero i nostri governanti prima!! Continuerò ancora a disertare i programmi RAI Fino a che i vari Fazio, Littizzetto e miserrimi saltimbanchi servi del potere continueranno ad affacciarsi agli schermi. Cordiali saluti e buon lavoro a lei.

Io aspetto un totale cambiamento in Rai ...cominciando dagli stipendi milionari!!! Noi i nostri MISERI stipendi ce li sudiamo profumatamente!!!!Bastaaaa 😡

Presidente capisco benissimo i contratti e i palinsesti fatti mesi o anni addietro ma non è possibile più tollerare un informazione con un taglio bollato dalle lezioni del marzo 2018, adesso li facciamo noi a lei gli auguri: auguri di buon lavoro che ci porti prestissimo un informazione più in favore degli italiani e non degli immigrati come vuole Mattarella

Marcello Foa Dottor Foa intervenga con la massima urgenza sulla pericolosissima faziosità della Rai!!! Continua a passare come realtà oggettive le opinioni delle opposizioni!!!

Tantissimi auguri a lei e famiglia volevo dirle che mi piace il suo modo di esporsi però faccia qualcosa di nuovo alla RAI

Presidente auguri anche a lei. Che sia l'anno del cambiamento in Rai

tra l'impossibile da fare urgentemente è anche depennare i pessimi maestri come Luxuria😳

Tanti auguri Marcello a te e la tua famiglia. Che la umiltà e la semplicità di San Francesco possa arrivare grazie a te anche alla Rai dove da troppo tempo impera arroganza, prepotenza e manipolazione. Servono valori e semplici e sani ed al servizio del cittadino

Rai3 al mattino manda in onda la rassegna stampa di RaiNews 24, come fosse un segno di pluralità. Gulp.. Oggi un'apologia universale a favore della rinascita del "POPOLO DEL PD"..... Tutti a parlare bene di questi traditori della Patria, e tutti a dare addosso a questo Governo, prossimo al crollo, perché non fa niente per i cittadini, per il lavoro, e per la crescita del Paese. Poi gli appelli di Zingaretti alla mobilitazione, di Giachetti e di Martina. Nemmeno un commento a favore del M5S. RAI DI TUTTO, DI PIÙ. Non se ne esce se continuiamo a subire. Il cittadino obbligato A PAGARE IL CANONE vuole di più, SENTIR PARLARE IN PRIMIS DEL SUO GOVERNO IN CARICA , SENTIRE I NOSTRI MINISTRI ,E NON GENTE CHE NON VOGLIAMO PIU', NON VOGLIAMO Più VEDERE IN TV : Berlusconi, Renzi, Martina, Bersani, Prodi, D'Alema, Maroni, Martina, Giachetti, Zingaretti, Fassino e tutti i compagni di merende,non ci interessano sono morti politicamente. Poi ci deve chiarire perchè in tutti i TG e Talk si parla a sfavore del governo in carica sempre del M5S che ha avuto il 32% alle elezioni e e invece di Salvini si parla sempre, in TUTTE LE SALSE. NON è INFORMAZIONE LIBERA E CORRETTA LA SUA, DEVE INFORMARE I CITTADINI ANCHE DI TUTTE LE BELLE COSE CHE FA IL M5S. DIAMOCI DA FARE: PROTESTIAMO TUTTI sulla pagina della RAI, sia su FB che su twitter e inondiamo di mail di protesta i dirigenti RAI usando l'hashtag #Disinformazione_STOP

Al TG2 delle 20,30 invece di felicitarsi del primo bambino italiano nato nel 2019 hanno dedicato un lungo servizio a un bambino dello Sri Lanka ,intervistando madre e medico e affermando che anche questa è integrazione...e ci credo....tutto gratis a spese nostre....ma per carità....io non trovo nessuna differenza coi Tg piddiota di prima,anzi è pure peggio....continuerò a seguire La7 almeno con loro so da che parte stanno e riesco a discernere criticamente le notizie spogliandole della patina sinistroide....ma con questi Tg 1 e Tg2 per ora sono solo da vomito per non parlare di Rai 3....infiniti servizi dedicati a Mattarella e al Papa e pochi servizi dedicati alla gente normale e alla vera realtà che stiamo vivendo in Italia......fate solo pena...vergognatevi!!!!!!!....Amara delusione

Buon Anno, specialmente di cambiamento in Rai. Abbiamo diritto ad un'informazione seria, corretta e rispettosa di noi cittadini che paghiamo il canone.

Cominci lei a fare qualcosa oltre a incsssare lo stipendio, la Rai e ' inguardabile

Per la RAI stiamo ancora aspettando il necessario, il possibile lo diamo per scontato, viste le sue capacità. Per l'impossibile le diamo tempo. Ma faccia presto! Per il momento la mia tv resta spenta. Auguri

Credo sia arrivato il momento di un cambio anche a RaiNews24 è veramente di una faziosità vergognosa

Il cambiamento in Rai potrebbe essere il contributo all'inizio di una presa di coscienza, oggi è ancora un insulto all'intelligenza. Buon anno Presidente Foa. W la dignità, W la libertà!

Marcello GLI ITALIANI vogliono un'informazione VERA, LIBERA..... contiamo su di te.... Buon lavoro e buon 2019.

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

🎄 Il mio pensiero di Natale, raccontandovi in un minuto il mio impegno per una RAI pluralista e autorevole.
Tanti auguri a tutti voi!
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

La rai è solo ed esclusivamente per raccomandati, fatevene una ragione.sono secoli che tento di fare un concorso ma le risposte che ho avuto in questi anni presto diventeranno una raccolta.

Io non ho più pazienza, si sbrighi sig Foa ,i telegiornali danno informazioni totalmente distorte ,quando li potro ' rivedere?

Pluralista ??? È ancora, o peggiorata, dalla parte delle opposizioni che continuano ad infangare, infamare e mentire sui fatti del Governo !!!! Non possiamo pagare pure il canone per sentire infamie e menzogne !!! Non sembri più superpartes ma di parte, per cui, se continui in questo modo, non devi più avere il ruolo che ti è stato assegnato dal governo attuale.

Sarà anche il nuovo presidente ma nessuno se n è ancora accorto....

IL POPOLO DELLA FAMIGLIA DI BRESCIA CHIEDE RIMOZIONE DI BACIO GAY DA RAIUNO “Appello al presidente Foa: è questa la Rai del cambiamento nel 2019?” Il Popolo della Famiglia di Brescia si rivolge con un appello al presidente della Rai Marcello Foa: “Chiediamo che sia rimosso dalla programmazione del prossimo 4 gennaio un film di prima serata su Raiuno con lungo e insistito bacio tra uomini. Questa è la Rai del cambiamento 2019? Il film si intitola Wine to Love, a dispetto del titolo è una produzione lucana, di Rai Cinema e Altre Storie. Il film ha avuto due giorni in pochissime sale il 18-19 dicembre, oplà, subito in prima serata su Raiuno. Unico altro film pronto di Altre Storie e Rai Cinema è Il Giorno più bello: indovinate un po’, storia di un “matrimonio” tra maschi”. Il presidente nazionale del Popolo della Famiglia, Mario Adinolfi, attacca: “Marcello Foa, questa è la Rai del cambiamento 2019? Quella in cui le porcherie si spostano da Raitre a Raiuno in prima serata? Non siamo sessuofobici ma come Popolo della Famiglia crediamo che la bellezza del sesso viva di intimità, pudore, nascondimento persino. E soprattutto non vogliamo essere costretti dalla tv a imbatterci in temi delicati per i nostri bimbi, che necessitano i tempi e i modi che ogni famiglia ritiene di dover adottare, senza farseli dettare dalle marchette tra Rai Cinema e la nota lobby”. Giancarlo Archetti coordinatore provincia di Brescia Popolo della Famiglia mob. 3393263023 Popolo della Famiglia - Brescia [email protected] Facebook - YouTube www.ilpopolodellafamiglia.it

Speriamo che tutto ciò che intende fare , avvenga rapidamente ! Tanti auguri di Buon Natale anche a lei!

Per adesso sempre lo stesso. In Germania i giornalisti che raccontano balle vengono licenziati

Dott. Foa non si è mai visto che le reti Rai attacchino in continuazione il Governo e le forze politiche che lo compongono. Contiamo su di lei per un'informazione corretta e imparziale. Buone Feste dal Salento

Caro direttore faccia germogliare le idee di cui parla e governi il vascello come vuole ma nell’attesa ci liberi di quei due...Fazio e litizzetto ....fino a quando questi due figuri resteranno al loro posto la sua credibilità sarà pari a 0...

Presidente nonostante lei la Rai è sempre piena di sinistri giornalisti e pseudo opinionisti (della sola opinione concessa) liberal europeisti. Il suo lavoro finora è una delusione. Spero mi smentisca. Buon Natale

Caro presidente ci faccia un piccolo regalo per Natale.....VIA FAZIO E LITTIZZETTO!!!!

Bene tutto ma per ora di cambiamento ho visto che tg1 filogovernativo come quando c’erano gli altri! Quindi come sempre ognuno fa il suo gioco! Non è cambiato niente ! Mi spiace anche perché ho molta stima per lei!

Auguri a lei Marcello. Buon lavoro in Rai, con l'augurio di non vedere più Fazio e quei 2 babbei di Luca e Paolo...

Non è cambiato proprio nulla stessi personaggi, stessi sorrisetti l'opposizione impera nei programmi di politica in tutti i canali, si è preso un impegno, lo esegua

Mandate a casa i raccomandati . 13 mila persone che manteniamo comprando programmi confezionati? Poveri noi ! Ma non avevi detto che avreste fatto una BBC ?

Che belle parole: chiare e inequivocabili, per chi vuol capire. Auguri Foa a Lei e alla Sua famiglia.

Auguri Presidente, alcuni programmi possono non piacere ma è giusto che una televisione pubblica sia imparziale e obiettiva nella scelta. Buon lavoro.

Egregio Sig. Foa, non ci siamo. La Rai è una lobby incancrenita. Ci metta seriamente le mani. Basta giochetti inutili!!

Per adesso la Rai fa schifo come prima, tantissimi auguri e speriamo in un vero cambiamento

Per il momento neanche un preludio di cambiamento quelli prima di lei ci hanno messo un attimo ad occupare tutto si sbrighi ! comunque buon Natale!

Finché in rai ci saranno personaggi come vespa, fazio, annunziata, littizzetto vergognosamente schierati politicamente la pluralità sarà solo una parola al vento. Fuori quella gente e limite agli stipendi

Auguri...ma per quanto riguarda il cambiamento tanto auspicato sono delusa...troppo spazio alle opposizioni e poco al governo...già subiamo e spegniamo La7 e Mediaset.......

Grazie Dott. Foa per queste parole piene di speranza per una RAI finalmente di cui essere orgogliosi. Buon Natale 🎄🎁

Aspettiamo anche sui tg nazionali approfondimenti sui vaccini inquinati. Le analisi vengono dall'ordine dei biogi, sarebbe il caso di dar loro voce, non crede?

Io trovo la Rai esattamente come prima ..ma dove sta il cambiamento ....un offesa alla nostra intelligenza inguardabile più che mai

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Quest’anno la RAI non ha fatto doni di Natale. Abbiamo preferito devolvere la cifra solitamente usata per gli omaggi natalizi, alle famiglie sfollate dopo il crollo del ponte Morandi di Genova.
L’amministratore delegato Fabrizio Salini ed io abbiamo consegnato l’assegno nella sede Rai di Viale Mazzini al presidente del Comitato sfollati del ponte Morandi, Franco Ravera, al portavoce Ennio Guerci e a Giuseppina Moretti coordinatrice di "Quelli del ponte Morandi”.
E’ stata una cerimonia sobria nella forma ma umanamente intensa. Le loro case verranno abbattute, il loro futuro è un’incognita, ma nemmeno una lacrima è scesa sui loro volti, che comunicavano compostezza e il desiderio, questo sì ardente, di veder rinascere la propria città, il proprio quartiere, di riavere, prima o poi una casa. Senza piagnistei, rimboccandosi le maniche con la dignità di persone vere.
E’ stato un onore, per me, stringer loro la mano e offrire la nostra incrollabile solidarietà.
... See MoreSee Less

Quest’anno la RAI non ha fatto doni di Natale. Abbiamo preferito devolvere la cifra solitamente usata per gli omaggi natalizi, alle famiglie sfollate dopo il crollo del ponte Morandi di Genova. 
L’amministratore delegato Fabrizio Salini ed io abbiamo consegnato l’assegno nella sede Rai di Viale Mazzini al presidente del Comitato sfollati del ponte Morandi, Franco Ravera, al portavoce Ennio Guerci e a Giuseppina Moretti coordinatrice di Quelli del ponte Morandi”.
E’ stata una cerimonia sobria nella forma ma umanamente intensa. Le loro case verranno abbattute, il loro futuro è un’incognita, ma nemmeno una lacrima è scesa sui loro volti, che comunicavano compostezza e il desiderio, questo sì ardente, di veder rinascere la propria città, il proprio quartiere, di riavere, prima o poi una casa. Senza piagnistei, rimboccandosi le maniche con la dignità di persone vere.
E’ stato un onore, per me, stringer loro la mano e offrire la nostra incrollabile solidarietà.

Comment on Facebook

👏 👏 A Foa ora attendiamo anche gli interventi sul campo sperando in una bella pulizia

si comincia! #daje

Complimenti Presidente! Adesso risparmiano sugli stipendi d'oro che ci sono altri italiani da aiutare!

Hanno partecipato anche coloro che percepiscono fior di mil all'anno!?ad ogni modo auguri e buone feste!!

Tanti Auguri per l'inizio del cambiamento

Pensi che innovazione e solidarietà potremmo portare liberandoci da uno stipendio Abnorme come quello di Fazio!!!😉👃🤞

Avete fatto una bella cosa

Mi sono commossa... Grazie! Grazie per questo gesto meraviglioso verso i nostri cari fratelli genovesi! 💖

Adesso procedete alla pulizia totale togliendo conduttori faziosi e inutili pagati a peso d'oro, e si risparmiano altri soldini nostri

Gentile Foa, tieni botta. Se il tuo operato in Rai non ti verrà riconosciuto dal paese, ti sarà riconosciuto nell'aldilà. Casomai l'aldilà non esistesse, solo l'idea che pochi te lo riconosceranno (io saró tra questi) non è il massimo, lo so, ma meglio di niente. Tieni botta. Dimenticavo: auguri!

Finché non stralciate il contratto di Fazio e cacciate anche chi ha osato firmare una simile oscenità (e sarebbe anche da arrestare) è inutile fare i santarellini. È scandaloso che Fazio sia ancora in RAI. www.facebook.com/silenziefalsita/photos/a.736384599728044/1830909680275525/?type=3&theater

Sempre la stessa gente in Rai da una vita.... Fazio.... Vespa... e rinnoviamo.....!!!!!!

Complimenti Dottor Foa, ben fatto. Buone Feste e Buon Anno 2019. Lo Spirito Libero.

Ottimo! Bellissimo gesto, forse e’ la prima volta che succede? Inizia il cambiamento. 👏👏👏

Non ho visto grandi cambiamenti..forse i soliti noti non si possono rimuovere? Troppo potenti o raccomandati o cosa? E soprattutto ancora troppo critici con il nuovo Governo

Ottima iniziativa Presidente! 👍

Iniziativa molto bella e significativa. Il cambiamento comincia anche con questi gesti.

Complimenti per il gesto dott.Foa,a noi faccia un regalo che non siano quattrini,ma l'impegno per riportare in Rai giornalisti indipendenti e saggi che ci diano informazione vera,io pago il canone ma ho smesso di seguire la TV ,spero di riprendere credendo in persone come lei,non mi deluda grazie.

Presidente, da lei mi aspetto meno demagogia scontata e più pulizia nelle emittenti Rai. Ci sono programmi vergognosamente capziosi

La Rai deve tornare di qualita'. Anche i tg stanno ancora messi male

Complimenti ottimo gesto. Ma fazio e Littizzetto quando li buttate fuori dalla Rai che sono una VERGOGNA. Buon Natale Presidente Stia ad ascoltare gli utenti ogni tanto Grazie

benone. Attendiamo anche che si devolva lo stipendio di Fazio, Gramellini e co. 😉

Grazie Marcello per questa onda di cambiamento

Bravissimo!!

Grande Presidente!!!

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Questa è una lietissima sorpresa. L’editore Piemme ha deciso di ripubblicare il mio primo romanzo « Il ragazzo del lago », che narra la straordinaria storia di Aimone Canape, un giovane comasco di umili origini, che per una serie di strabilianti coincidenze, si trovò a vivere come un principe nell’aristocrazia tedesca degli anni Trenta, fino a trovarsi faccia a faccia con Hitler in un bunker. Rientrato in Italia, diventerà partigiano e nella sua Dongo si trovò faccia a faccia con Mussolini, in quel fatidico aprile del 1945.
È una storia vera, di grande umanità, avvincente. Il libro uscì per la prima volta nel 2010 , Aimone è morto nel 2016 all’età di 94 anni. Quel giorno il Times di Londra lo onorò dedicandogli un lungo ricordo.
... See MoreSee Less

Questa è una lietissima sorpresa. L’editore Piemme ha deciso di ripubblicare il mio primo romanzo « Il ragazzo del lago », che narra la straordinaria storia di Aimone Canape,  un giovane comasco di umili origini, che per una serie di strabilianti coincidenze, si trovò a vivere come un principe nell’aristocrazia tedesca degli anni Trenta, fino a trovarsi faccia a faccia con Hitler in un bunker. Rientrato in Italia, diventerà partigiano e nella sua Dongo si trovò faccia a faccia con Mussolini, in quel fatidico aprile del 1945.
È una storia vera, di grande umanità, avvincente. Il libro uscì per la prima volta nel 2010 , Aimone è morto nel 2016 all’età di 94 anni. Quel giorno il Times di Londra lo onorò dedicandogli un lungo ricordo.

Comment on Facebook

Si vabbè ma 'sta Rai quando la cambi? I 5 stelle penalizzati come prima...

Non è una carica onorifica la presidenza Rai ! Grande stima ma ora produca fatti concreti. Grazie.

Congratulazioni Marcello! 🙂

Infatti non mi interessa il libro, deve sistemare la RAI, CHE NOI PAGHIAMO programmi Seri senza buffoni pagati a peso d'oro, tg non politicizzati, NON È ORA DI METTERCI MANO CARO SIG. FOA?

Lo comprerò le storie vere mi affascinano sempre

Buongiorno e buona domenica presidente 💪💪....la credevo ancora fermo sul treno😂😂👍👍

Non si percepisce il minimo cambiamento in Rai. La sua presenza in Rai che molti di noi hanno caldeggiato è stata fino ad oggi disattesa.

Congratulazioni ma x quanto riguarda la Rai non ci siamo proprio, dov’è il cambiamento che tutti stavamo aspettando? È rimasto il covo del pdRenzi, anzi ora si è aggiunto il (signor ) B in tutti il letamaio di FI. Vogliamo il cambiamento e lo vogliamo al più presto!

Egregio Dr. Foa, suppongo sia un ottimo libro ma approfitto anch'io per sottolineare ciò che mi/ci sta più a cuore. Al goofy disse che per riformare la Rai ci vorrà tempo e che oltretutto non è la sua funzione di presidente quella più indicata a farlo. Purtroppo di tempo non ne abbiamo. Gli eventi accelerano di giorno in giorno, le europee si avvicinano a tutta velocità, la propaganda di regime rafforza il suo fuoco nemico e la Rai, i cui Tg mi sforzo di seguire con grande fatica, sembra quella di sempre. Quando, di grazia, cambierà veramente qualcosa?

Direttore noi italiani siamo stufi di pagare un canone per una informazione rai anti italiani si metta per favore al lavoro per cambiare il meccanismo contorto che si è creato

Egregio Sig. Foa, quando si deciderà ad attuare il cambiamento anche in Rai, in special modo all'informazione, non sarà mai troppo tardi. Siamo stufi, prenda delle decisioni urgenti. ORA!!

Faremo di tutto per non pagarti ancora il canone… Come dite? Pacchia finita...

Sono una persona ottimista...voglio pensare che prima o poi la TV di Stato sarà come l'ho sempre desiderata, soprattutto l'informazione, indipendente e obbiettiva.😊...mesà che so' troppo ottimista evvé???🤔😔

Ma come direttore della RAI, (a parte il libro, congratulazioni e tutto quanto), e i programmi di attualita' per portare al passo gli Italiani su quello che veramente succede? E i programmi culturali per portare i giovani a stare meno attaccati ai telefonini? E le inchieste? E i documentari storici veri? E dei programmi per tirare su di spirito la gente? E dei programmi per stimolare le idee e la creativita'? Etc.. E sarebbe bello anche con visione internet dall'estero. Grazie

Che delusione anche lei La Rai con lei è rimasta tale e quale Del suo libro non me ne frega

Faccia il suo lavoro invece di scrivere libretti... pretendiamo una Rai libera e pluralista. Se non si sente in grado si dimetta.

Ne sono contenta. Lo sarei di più se la Rai divrntasse imparziale e la finisse l'aggressione al Movimento nelle trasmissioni politiche e i TG

Congratulazioni, ma quando sarà possibile guardare un tg non politicizzato in RAI?

Bene lo comprerò sicuramente, Grazie 🙏

Congratulazioni ma cerchiamo di fare qualcosa di più per la RAI. E' ancora inguardabile e di una faziosità indecente!

Sig. Foa il suo libro sarà senz'altro bellissimo ma.....la rai va solo in una direzione antidemocratica e non pluralista. Si affretti a cambiare perché è uno schifo e una vergogna. Il sistema televisivo è in mano ai soliti che continuano a perdere l'elezioni...non danno spazio a chi non la pensa come loro.

Spero ogni giorno che passa che la promessa di cambiare questa Tv nazionale sia mantenuta. Poi accendo i Tg e sento sempre quasi le stesse campane. Quando ci sarà il mirato CAMBIAMENTO?

La rai presidente!!!!! La rai!!!! Ho capito che ci sono contratti sul quale non si può agire, ma lei come presidente non può caldamente consigliare a Fazio e company (la lista è lunga) di non far schifare gli italiani più di quanto sono già schifati da questa informazione? Se non può intervenire almeno due paroline di un caldo consiglio lo faccia. O neanche questo può fare in qualità di presidente ?

Quando vedrò la Rai cambiata potrò anche pensare di acquistare il libro...

Sarebbe cosa gradita che lei facesse trasmettere sulle sue reti il film sulle FOIBE, grazie

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Oggi sono stato eletto nel Consiglio di Amministrazione dell’EBU ((European Broadcasting Union), l’associazione che raggruppa le radio e le televisioni di servizio pubblico.
E’ un riconoscimento importante per la RAI, ottenuto grazie all’impegno di Monica Maggioni, membro uscente, e di tutti i collaboratori dell’ufficio Relazioni internazionali guidato da Simona Martorelli, nonché grazie al sostegno della BBC e di France Télévisions, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’EBU.
L’Assemblea, riunitasi a Ginevra, ha approvato all’unanimità.
Sono molto contento e mi rallegro di collaborare con Noel Curran, direttore dell’EBU, con me nella foto.
... See MoreSee Less

Oggi sono stato eletto nel Consiglio di Amministrazione dell’EBU ((European Broadcasting Union), l’associazione che  raggruppa le radio e le televisioni di servizio pubblico.
E’ un riconoscimento importante per la RAI, ottenuto grazie all’impegno di Monica Maggioni, membro uscente, e di tutti i collaboratori dell’ufficio Relazioni internazionali guidato da Simona Martorelli, nonché grazie al sostegno della BBC e di France Télévisions, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’EBU.
L’Assemblea, riunitasi a Ginevra, ha approvato all’unanimità.
Sono molto contento e mi rallegro di collaborare con Noel Curran, direttore dell’EBU, con me nella foto.

Comment on Facebook

Vedo anche post di critica, che come sempre accetto. Alcuni lamentano la mia assenza come opinionista ma il ruolo di presidente della RAI impone questo sacrificio: è una funzione istituzionale. Quanto alle riforme, siamo impegnati a realizzarle con l’Ad Salini e il CdA ma è un processo che non può essere istantaneo. La RAI è grande e complessa; inoltre i palinsesti sono già stati impostati. Ci vuole tempo per cambiare e per migliorare ma il nostro impegno per un’informazione davvero pluralista e sempre più autorevole, in sintonia con le aspettative dei cittadini, è immutato. Conoscendovi, so che mi capirete. Ci vuole solo un po’ di pazienza.

Sei un pagliaccio come presidente ! messo li a fare quello che facevano le precedenti dirigenze rai sei una delusione pazzesca !!! Dimettiti se hai un minimo di orgoglio [email protected]

La sua elezione nell'EBU grazie all'impegno della Maggioni non è che sia un bel segnale per noi che aspettiamo "il cambiamento"…

Monica Maggioni quella del Bilderberg?

La Maggioni: sentite cosa ne pensava Fico: a risposta è arrivata, e forse non piacerà a Roberto Fico: "Un motivo di prestigio per l'azienda". La Rai ha replicato così all'interrogazione presentata dal presidente della Commissione di vigilanza parlamentare. Il deputato del Movimento 5 Stelle aveva definito "inopportuna" la presenza del direttore di RaiNews Monica Maggioni al gruppo Bilderberg, meeting annuale dei superpotenti del pianeta, che quest'anno si è tenuto a Copenaghen dal 29 maggio all'1 giugno. Nel documento di risposta, come racconta Linkiesta, si legge: "Si conferma che la Dottoressa Monica Maggioni ha partecipato a Copenaghen al meeting annuale di Bilderberg nel periodo compreso tra il 29 maggio e il 1° giugno". Bei compagni di riferimento che si sceglie, dott. Foa.

Lei, signor Foa, è la speranza di un'informazione pubblica finalmente "Informazione". Buon lavoro, da Monfalcone (Gorizia).

Mi dispiace , ma io ancora non riesco guardare un TG RAI ,sì qualcosa è cambiato " a favore di Salvini " tutto il resto e rimasto identico a prima ,tranne RAINEWS24 CHE è PEGGIORATA . Se si vuol cambiare si può ,l'ha fatto Berlusconi,Renzi , per noi del M5S niente è cambiato. Niente niente la RAI l'ha comprata Cairo?Comunque la pazienza sta finendo e io come protesta vado a farmi scorporare il canone dalla bolletta elettrica e mi auguro che molti grillini facciano la stessa cosa . Fino a prova contraria è il M5S che ha avuto 32% dei voti degli italiani e vorremmo più rispetto

BBC e France Télévisions, ovvero il "politically correct" all'ennesima potenza. Nonchè le madri di tutte le "fake news": Forse era meglio non essere eletti.

Presidente la sua mano ancora stenta a vedersi. La Rai faceva e continua a fare pena. Poi l'informazione è inguardabile, programmi come Agorà, Porta a Porta, Fazio e il suo programma squallido, che orrore e quanta parzialità. Presidente Foa sia più incisivo, la Rai continua a deludere in obiettività e qualità.

Speravo nel cambiamento dell'informazione con l'arrivo del nuovo presidente, speravo tanto che il massacro quotidiano dei nostri e del loro operato potesse essere arginato, pensavo che la RAI tornasse ad essere libera ed invece devo ancora registrare disinformazione e cattiveria nei confronti dei portavoce e dello stesso M5S.

Dottor Foa ' che lei sia stato eletto in questo consiglio di amministrazione ci può pure fare piacere a la sua elezione alla presidenza Rai è stata una grande delusione .Tante le aspettative lei non ha mosso una foglia ,la rai faceva schifo prima della sua nomina e fa schifo adesso.I vari Fazio ,Vespa e via dicendo che distolgono l'informazione per non parlare di rai 3 ,inguardabile ! Se non la fanno operare ,si dimetta almeno ci mettiamo l'animo in pace e non ci aspetteremo.Più niente

Presidente ma...Cosa sta facendo per riequilibrare l'informazione e il palinsesto in Rai? Al momento è ancora inguardabile...

Questa settimana su Rai uno ho visto due film bellissimi. Anche i tg sono migliorati tantissimo. Adesso il mio sogno è di poter vedere programmi che comincino alle 20.30 e non alle 21.30 perchè la mattina mi sveglio presto per andare a lavorare. Togliete i giochini su Rai 1 e le lavagne su Rai 3 per favore.

si tenga ben stretto la maggioni! esempio Claro! di parassitismo istituzionale!!!

Foa, ma li leggi i commenti e i vari social ? Eccotene uno, fresco fresco : " Foa, il nuovo presidente RAI, aveva garantito una vera obiettiva informazione ma i tre canali Rai, e non solo, hanno oscurato la manifestazione NO TAV. Il contrario è avvenuto per la “ADUNATA” della Lega. Non ci siamo. "

Congratulazioni dr Foa ma intanto vediamo in Rai ancora le vecchie facce (littizzetto, Fazio ecc ecc) che in ogni rete ed a tutte le ore criticano e dileggiano il governo attuale ed i suoi rappresentanti !!! Una volta c'era solo Rai Tre che criticava !!! Ora si sono coalizzate !!! A quando un po di pulizia, per una informazione più equilibrata ??

Foa, devi rivedere i loschi personaggi che presentano e conducono. Un Gramellini, un Fazio ancora in video sono già il tuo fallimento! Che delusione!

Caro Foa la prego di parlare con Salini e convocate insieme una riunione generale dove comunicherete a tutti i dipendenti che volete un'informazione giusta e equa. Noi 5 stelle non vogliamo trattamenti di favori. Vogliamo la verità. Il cambio di gestione si deve obbligatoriamente vedere subito perché la politica si fa ogni giorno e tutto questo fango che il Movimento riceve deve smettere adesso, non nel futuro. È dovere vostro dare la giusta informazione ai cittadini e per questo diete stati nominati. Lo spettacolo può aspettare, i cartoni animati, anche, la politica e noi no

Comprendo la sua educazione, aspetto un suo intervento di pulitura per ritornare a vedere i programmi della Rai. Stanco di pagare Fazio & c. Buon lavoro Presidente

Allora dr Foa si può dire che lei non é riuscito a cambiare la Rai ma la Rai é riuscita a cambiare lei. Come si può omaggiare di qualcosa Monica Maggioni esponente del gruppo Bieldeberg?? Prima di entrare in Rai non lo avrebbe mai fatto!!

Buongiorno. Spero di vedere cambiamenti sostanziali in rai...perché è cambiato poco e non se ne può più

In un mondo dominato da delinquenti appartenenti a massonerie di ogni tipo, che tengono in mano il mondo dello spettacolo da sempre in tutti i paesi del mondo, è difficile cambiare qualcosa. Solo in Dio e nella Madonna possiamo sperare, qui è il Regno di Satana che domina

Complimenti Marcello!

Speriamo non sia una cosa alla “se non puoi batterli, unisciti a loro”, altrimenti siamo finiti...

Finalmente....ARIA di CAMBIAMENTO. Buon giorno Presidente!!!! Un'altra ottima notizia!! (Y)

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Pippo Baudo è il volto della RAI che gli italiani amano. Un grande professionista, un uomo autentico che si fa apprezzare, da sempre, per la sua autenticità, la sua garbata ironia, il suo calore umano.
E’ stato bellissimo rendergli omaggio a Roma in occasione della presentazione del bel libro “Ecco a voi Pippo Baudo. Una storia italiana”, scritto con Paolo Conti.

#pippobaudo #RAI (Foto di Marcellino Radogna)
... See MoreSee Less

Pippo Baudo è il volto della RAI che gli italiani amano. Un grande professionista, un uomo autentico che si fa apprezzare, da sempre, per la sua autenticità, la sua garbata ironia, il suo calore umano. 
E’ stato bellissimo rendergli omaggio a Roma in occasione della presentazione del bel libro “Ecco a voi Pippo Baudo. Una storia italiana”, scritto con Paolo Conti.

#pippobaudo  #RAI  (Foto di Marcellino Radogna)

Comment on Facebook

Non dimenticherò mai che il giorno dopo il pensionamento di Pippo Baudo gli è stato negato l'accesso alla Rai, il sui badge era stato bloccato!!! Messo alla porta in 12h dopo 40 anni di carriera mi è sembrato oltremodo ingiusto!!! Almeno un riconoscimento gli è dovuto!!! Grande Pippo!!!

Sempre Mattarella nei tg Rai.. Non se ne può davvero piú! Carboni al tg1 per ora non ha cambiato niente a partire dai vice-direttori tutti di indirizzo Pd, li ha confermati in blocco e questo la dice lunga sulla voglia di cambiamento di questo signore..

Caro Foa un popolo onesto sta aspettando da anni il cambiamento nella TV pubblica. Quando tempo ancora dobbiamo attendere per tornare ad avere una TV pubblica libera? Paghiamo il canone e abbiamo un diritto sacro santo di avere una TV pulita e vera.

Giusto omaggiare Pippo Baudo che rimane una delle colonne della TV! Adesso però cerchiamo di rinnovarla sta vecchia signora, il momento è propizio visto che anche Mediaset perde colpi...ma caro Foa se il rinnovamento è la Venier siete messi maluccio! Tirate su nuove generazioni che prendano il posto dei vecchi dinosauri ormai estinti... E poi ormai è chiaro a tutti che Fazio e la Littizzetto hanno guadagnato abbastanza! Basta!

Comunque stiamo pazientemente aspettando una mano di nuovo. Almeno la trasmissione stomachevole del finto Fazio e quell'animalina sguaiata che gli fa da spalla. MA NON È ORA CHE SI TOLGONO DAI CO ....ONI ???

SONO DELUSA PERCHè IN Rai non si nota cambiamento alcuno: ho sperato e riposto molta fiducia in lei, ma vedo sempre stesse trasmissioni con conduzioni esageratamente di parte e contrarie al governo attuale. Pago il canone Rai e mi dispiace tornare a boicottarla. Fate presto.

Beppe Severgnini al massimo può parlare dei treni 🚞 su Sky ma fare politica denigrando un sindaco difronte a dei ragazzi studenti è una vergogna.

Rai 3 Severgnini in aula con bambini per fare propaganda contro V.Raggi...bello no?

A me non piace affatto e non vedo molta televisione, ma non vorrei più vedere Pippo Baudo... ha fatto il suo tempo è meglio guardare oltre!

Presidente Foa Aria nuova e pulita in Rai... La prego avanzi con un reale cambiamento. Basta con chi comunica con slogan triti e ritriti, basta con chi dice frasi di una sguaiatezza inaudita tentando di supplire così la reale mancanza di contenuti, basta con tutti quelli che si fanno tra di loro le " standing ovation" e persino le reciproche pubblicità, senza peraltro,interessare il pubblico per un messaggio che di fatto non c'è! Mi attendo davvero un auspicato cambio di rotta. Auguri di buon lavoro, Presidente

Preferisco vedere gente nuova in tv. Pippo Baudo avrà fatto la storia della tv ma sinceramente lui è gli altri centenari non li voglio più vedere in Rai. Gente giovane e non raccomandata è questo quello che ci vuole.

Abbiamo bisogno di pulizia in Rai... e velocemente‼️ Grazie ❤️

Dottor Foa è davvero una delusione e una vergogna che permetta a Fazio Littizzetto crozza e cottarelli di apparire in tv senza alcuna decenza noi le RICORDO paghiamo il canone e lei lo spreca in questo modo vergognoso

non funziona più il giochetto di distogliere l' attenzione dalle questioni che contano,vogliamo paolo barnard in prima serata prima del tg ogni giorno con un programma di 15 minuti,in questo modo si informa,si fa concorrenza al biscione e la rai diventa servizio pubblico

Oh Madonna.....ma i dinosauri nn si erano estinti? Presidente, da lei ci aspettiamo il "nuovo" che avanza!!

Ma lei non doveva essere il "cambiamento" anche in Rai? A me pare che le cose stiano peggiorando invece; inoltre stiamo ancora aspettando delle scuse dal servizio pubblico per la questione "Tv delle Ragazze", visto che tutti i padri d'Italia si sono sentiti dare del "pezzo di merda", e le ricordo che quegli uomini pagano il canone e anche il suo stipendio.

Ritengo giusto rendere omaggio a un grande personaggio che, fino a qualche tempo fa, faceva parte dell'ossatura del palinsesto RAI. Ma quello che emerge oggi, caro presidente, è la voglia di vedere qualcosa di nuovo che spezzi la pesante continuità, di una visione piddina del mondo, che ci ammorba da almeno 30 anni. Confidiamo in lei, presidente... buon lavoro.

Vendo la televisione a prezzo ragionevole perché la RAI e altro non si può guardare. Il presidente Foa mi sa che è solo una delusione

È giusto premiare chi ha fatto la storia della tv Italiana. Ma manda a casa qualcuno, tipo bruno vespa e company, ci siamo stancati. Meglio Pippo Baudo

Intanto visto la sentenza che riguarda Pippo Baudo cominci a restituire i 257 mila euro . Poi sulla Rai quando vedremo nei tg rai un servizio sul caso Unicef che riguarda i parenti di Renzi?

uèèèè sei Foa???? Allora esisti!!! Meno male. Allora dopo che hai liquidato Pippo Baudo come 'ol nuovo che avanza' magari metti mano ad un pò di pulizia nei Tv della Rai di cui tu sei il Presidente, Vero? Te lo ricordi? Magari per fare un pò di storia...ad oggi in Rai esiste solo il PD e tutti i suoi accoliti, spesso Berlusconi fa una affacciata con le sue concubine e tutti i servi ogni tanto si fanno vedere. Forse la Rai li paga a gettoni? Allora? Aspettiamo fiduciosi!

Io non riesco a capire come mai la Rai e ancira in mano ai soliti noti Foa noi abbiamo chiesto un srrio cambiamento il fango sul Movimento e aumentato e senza contradditirio naturalmente vigliamo una Rai seria cambiamo verso o niente canone a mo basta e si guardi quella trasmissione inguardabile di di Agora e dusgustosa

Speriamo però che non sia lui, a 82 anni, la nuova RAI che avete in mente ... ci aspettiamo assai di più e di molto diverso. Non è che riesumando un vecchio democristiano egotista torneremo a guardare i programmi della RAI

Niente condono fiscale per Pippo Baudo. La Cassazione, con sentenza 30227/2018, depositata il 22 novembre, ha respinto la richiesta del popolare conduttore televisivo per evitare di pagare 257mila euro relativi a imposte non pagate per il 1996 e oggetto di avvisi di accertamento dell’agenzia delle Entrate nel 2002. Pippo aveva aderito al condono del 2002 e aveva quindi deciso di non impugnare gli avvisi di accertamento. Però non aveva considerato che era anche sottoposto a procedimento penale per evasione fiscale e quindi non avrebbe potuto beneficiare del condono. Gli avvisi, quindi, erano andati avanti, e solo quando era arrivata la cartella esattoriale Baudo l’aveva impugnata. Fonte "Il Sole 24 ore"

Ma perché i talk e i tg sono ancora tutti a sinistra? È vergognoso e intollerabile. Ma lei davvero era l'uomo del cambiamento o ci hanno preso per i fondelli?

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Rieccomi per ringraziarvi e per dirvi: stiamo lavorando per una nuova RAI, pluralista e autorevole. ... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Finalmente la RAI ha un grande presidente.Massima stima per Marcello Foa,complimenti.

Sono almeno 20 anni che non guardo più tg Rai... E quasi nessun altro programma, visto che pago il canone vorrei tornare ad informarmi , vorrei ascoltare un tg che dia notizie vere, grazie e in bocca al lupo

Ci aspettiamo molto! Ci aspettiamo qualcosa che era impensabile fino a poco tempo fa. Ci aspettiamo una reale informazione pluralista

Grazie. Speriamo che cambi la solfa del pensiero unico globalista ed eurofilo

Grazie Presidente Foa per le gentili Parole...Ancora tanti tanti Complimenti e Buon Lavoro...!

Buon lavoro, attendo con speranza un'informazione seria e imparziale,e sono certa che con lei arriverà

Buona domenica Presidente. Ora bisogna bonificare la RAI basta occupazione della sinistra io non guardo più TG . Con stima

Buon lavoro, caro Marcello! Sarà un duro lavoro, ma se sarete coraggiosi, audaci, umili e onesti riuscirete nonostante i “competenti” vi attaccheranno appena potranno farlo!

Avanti tutta quindi nell' alveo dell'informazione degna di tale nome che e' uno dei principi fondanti di uno stato che dovrebbe essere democratico! Complimenti ancora e buon lavoro!!! Lo spirito libero.

Caro Marcello Foa abbiamo realmente bisogno di una nuova RAI e una reale informazione 🇮🇹

Presto per favore!! Non se ne può più dei tre TG rossi e di FabioFazio che intervista Cottarelli!!!

Diminuite i soldi a Fazio,in ITALIA,ci sono persone che non possono comperarsi un panino.Troppe differenze ,il suo programma è fazioso.

Grazie del messaggio tanto atteso ma piu’ che comprensibile. Ci priveremo per un po’ pensando ad un interesse superiore ma speriamo di ritrovarci QUI molto presto!!!! In bocca al lupo per tutto !!!!

Ho la massima fiducia in lei !! Faccia presto pero , non si puo piu vedere !!

Grazie grazie grazie Sei la speranza di un'informazione di qualità e di pluralismo del servizio pubblico! Che la forza sia con te ✌️

La Rai non si puó guardare...è una propaganda continua tra dirette di manifestazioni per Lucano e quella di Assisi, e di oltre altro genere....io non voglio più pagare il canone per ste schifezze!

Dottore,sono tornata a guardare ,dopo anni i tg Rai...Vada avanti,siamo esasperati,davvero!

Auguri di cuore d.tt Foa,siamo felici della sua nomina.Speriamo che alla RAI ci sarà un'informazione seria e imparziale e non a senso unico come adesso.Buon lavoro

La situazione dell'informazione in Rai è oggettivamente assai scadente, fuorviante ed ai limiti del ridicolo. Alcune trasmissioni, inoltre, sono evidentemente FAZIOse, spudoratamente schierate e finalizzate a promuovere nuovi personaggi, già ben COTTARELLI, se non addirittura bolliti... tanto per fare un esempio. Possiamo consolarci che comunque gran parte del pubblico ha capito che queste forzature, fatte per bucare lo schermo, si scollano sempre di più dalla realtà e anche questi PERSONAGGI, come vecchi comici sul viale del tramonto, stanno diventando macchiette di se stessi. Boicottare non basta, occorre davvero restituire la CULTURA alla Rai. Forza Presidente!!

In bocca al lupo presidente Foa, andate avanti senza paura! date spazio a giornalisti veramente indipendenti e mandate via i faziosi al servizio o anche solo leccapiedi del potente di turno, la Rai ne è piena!

Dott. Foa, bisogna fare presto, l’informazione di questi giorni è totalmente fuorviante e la Rai ha il dovere di informare correttamente il popolo di quello che accade in Italia e in Europa. Vogliamo un’Europa dei popoli più giusta ed equa e una buona informazione deve mettere a conoscenza che questa situazione è insostenibile.

Grazie Dr Foa x le sue parole pacate e gradevoli e si ricordi che abbiamo bisogno di un’informazione “libera”soprattutto,quella che da tempo auspica Messora e tutti noi naturalmente!

Marcello, sei una persona perbene. Va ricordato, peraltro, che ora non sei più in mezzo a persone "perbene", ma a degli incompetenti. Questo richiede UNO SCATTO caratteriale che l' Epoca in cui siamo entrati richiede: molte persone in Rai vanno LICENZIATE e pluralismo non significa equivalenza di pesi diversi in un Paese ormai per sempre a maggioranza nazionalista/ sovranista . Ciò non equivale a fare della Rai una vetrina per Lega e 5S: significa, invece, rendersi conto che TUTTE LE TELEVISIONI PRIVATE SONO SPONSORIZZATE DA GEORGE SOROS e/o dai mondialisti-globalisti tipo Carlo de Benedetti e che le loro imbarazzanti narrazioni non corrispondono alla Volontà Popolare. Ergo: se La7/ Retequattro/ Italia1/ Canale5/ Sky sono un unico stonato monologo cantato, male, da gente non qualificata e corrotta, che rappresenta SOLO L' EDITORE (SOROS) e non più -e per sempre- la Gente, che per decenni non voterà più a sinistra, è EVIDENTE che la Rai non potrà assolutamente diventare un ulteriore zerbino di forze estranee alla Nazione. Pluralismo in teoria ok, ma intanto facciamo piazza pulita degli incompetenti, dei pagati da "Open Democracy" o "Open Society", dei piddini, dei Fazio -tutti lo vogliono fuori- delle Berlinguer. Anche l'attuale audience NON può diventare un alibi: trasmissioni "di successo" adesso, ma diseducative o politicamente squilibrate, vanno SOSTITUITE da altre che possano avere molto più successo di quelle attuali. L' Italia ha votato A DESTRA e non vuole più Fazio, Littizzetto, Berlinguer, Mannoni, Mieli e canali corrotti come RaiNews24

Grazie per il messaggio. Saperla al lavoro per la Rai è la nostra ricompensa. Auguri per tutto quello che sta facendo. 🙂

Dott. FOA..... moltissime sono le lamentele dei cittadini italiani, nei confronti degli stipendi Rai per i conduttori.... in particolare Fazio e Littizzetto..... Io non credo assolutamente che quello sia il problema vero.... Lei si trova ad affrontarne uno ben più grave..... il più subdolo dei passi politici....... LA PSICOPOLITICA.... la manipolazione politica delle menti attraverso uso dei media. Quotidianamente, giornali e tv bombardano gli italiani con un solo unico scopo...: manovrare il popolo. Dott. Foa, è per questo che noi italiani, che grazie a internet abbiamo scoperto la verità, riversiamo sulle Sue spalle la responsabilità di iniziare il cambiamento delle reti Rai.... canali nazionali.... canali del popolo italiano. Se si impegnerà in questo, non esistono stipendi congrui.... ed ecco che, i milioni di euro buttati per conduttori televisivi.... diventerebbero soldi pubblici spesi volentieri.

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Una grande emozione, un grande onore.
Grazie alla Commissione di Vigilanza per la fiducia e a tutti voi per il sostegno in questi mesi.
E ora al lavoro al 100% per la RAI!
... See MoreSee Less

Una grande emozione, un grande onore. 
Grazie alla Commissione di Vigilanza per la fiducia e a tutti voi per il sostegno in questi mesi. 
E ora al lavoro al 100% per la RAI!

Comment on Facebook

Felicissima! Buon lavoro per una Rai veramente di qualità e un'informazione seria

Sono fiduciosa nel pensare che Lei ascoltera' la voce dei telespettatori che inneggia ad un ritorno in TV di Alessandro Greco, con il suo programma Zero e Lode, che lo scorso anno andava in onda su Rai uno con buonissimi ascolti e che quest'anno non è stato riproposto, nonostante le richieste a furor di popolo, per mettere in onda un programma scialbo e inutile, ma condotto da Caterina Balivo, a quanto pare, grande raccomandata; non si può spiegare diversamente. Alessandro Greco forse non era simpatico al precedente presidente, come, ai tempi, non era stato simpatico Fabrizio Frizzi ❤️ all'allora Presidente Fabrizio Del Noce che lo tenne lontano da Via Teulada per tutto il periodo del suo incarico in Rai. Confidando nella sua serietà professionale, le auguro buon lavoro e le porgo le mie migliori congratulazioni.

Fuori tutti i giornalai! Dentro i giornalisti! Auguri, di cuore

Non guardo la Rai da una vita.. Escluso pochissimi programmi.. Il kilimangiaro.. E l Annunziata... Eppure pago il canone.. Non è giusto che io non debba vederla perché i programmi politici e i tg sono tutti filo pd

Presidente, blocchi gli sprechi a favore di Fazio e della tappa torinese.... Non si può sperperare i soldi del canone con i contratti per il soccorso rosso al Pd morente.

Forza! Ridateci I una TV sana e leale che si possa guardare! Io l ho abbandonata da tempo ormai!

Congratulazioni, buon lavoro e in bocca al lupo 👍✌! anche se là dentro vedo molte iene......

Marcello io non voglio un'informazione di parte che l'ho ascoltata per 50 anni... Vorrei un'informazione OBIETTIVA..... solo OBIETTIVA. BUON LAVORO.

Tanti in bocca al lupo ...finalmente il giorno è arrivato...buon lavoro ...congratulazioni

Congratulazioni spero sia finita per sempre l'orrenda ERA ORFEO...

I miei piu' sinceri auguri e tutta la mia stima!!! per la meritatissima elezione alla presidenza della rai

Complimenti, presidente. Ci aspettiamo una RAI libera e moderna, non più ostaggio del pensiero unico.

Finalmente!, mi auguro di vedere una Rai nuova con personale serio e competente e soprattutto mi auguro che i tg non attacchi no sempre il nuovo governo.

...🤔...quanto staranno rosicando i nazi-radical-global-chic in questo momento????

Un altro tassello che va al suo posto. Auguri Presidente e buon lavoro.

Congratulazioni. Buon lavoro, spero di poter tornare a guardare i TG ed i programmi di approfondimento.

Finalmente! Prof. Marcello Foa, grazie e tantissimi auguri di buon lavoro. Forza! i più sono con Lei <3

Ed ora: Pacatamente, Serenamente, Democraticamente leva quei venduti analfabeti schiavi dei Massoni dai tg . Grazie.

...liberaci dalle faziosità dall'ignavia dalla reticenza dalla demagogia dal pensiero indotto dall'informazione pilotata ad arte e che la meritocrazia vinca,,,...tempus fugit.

IL primo che dovrebbe mandar via a calci nel sedere e Fabio Fazio e a seguire Bruno Vespa.

🎈 Auguri, congratulazioni 🎈 Buon lavoro per un’informazione libera e imparziale.

Mi raccomando Marcello Foa conto su di lei!... Pago il canone e vorrei tornare a vedere la Rai.

Caro Presidente adesso la Rai deve essere: Libertà è Onestà d'informazione 🤚🏼❤

In bocca al lupo! Vorrei una Rai con un informazione giusta e veritiera non al soldo dei partiti e lobbisti!

Congratulazioni 🎉🎈🍾Marcello!!!! Sono sicuro che ci darai la Rai di una volta, la Rai della gente, la Rai degl’Italiani, la Rai che mostrava e insegnava il meglio dell’Italia 🇮🇹💪🏻

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

UN ONORE RICEVERE IL PREMIO ORIANA FALLACI

Interrompo il mio silenzio istituzionale per dirvi che ieri sera a Firenze ho ricevuto il Premio Oriana Fallaci, giunto alla dodicesima edizione e promosso dall'associazione "Una via per Oriana". La cerimonia si è tenuta ieri a Firenze nell'anniversario della morte della giornalista e scrittrice, avvenuta il 15 settembre 2006.in memoria della grande giornalistca toscana. Il premio mi è stato consegnato da Armando Manocchia.

E' un riconoscimento che mi onora e che mi fa molto piacere. Benchè non tutte le sue idee fossero condivisibili, Oriana Fallaci costituisce un esempio di coraggio e di indipendenza itellettuale ovvero di quelle virtù che mancano nell'informazione di oggi, caratterizzata da un diffuso conformismo. La Fallaci ha avuto ragione e ha anche sbagliato sempre da sola, rispondendo alla propria coscienza e ai propri lettori e per questo il suo insegnamento è più che mai attuale.

Sono molto belle e lusinghiere le motivazioni del premio, in cui si afferma, tra l'altro, che "la scelta di Foa si spiega con il suo essere protagonista di un giornalismo serio, paladino del pluralismo e della libertà di stampa".

"La Fallaci tenne alta quella Speranza gridando con dolore il rischio di perderla e Noi cerchiamo, nel ricordo, di testimoniarla e di tenerla viva in nome del rispetto dovuto a Noi stessi ed a Quanti raccolsero quella sofferenza e la fecero: la fanno propria, affidandone la custodia ad Uomini in grado di esporsi e di esporre le proprie tensioni ideali; la propria dimensione intellettuale; il proprio impegno; le proprie capacità; la propria incorrotta professionalità contro il Fanatismo, contro la Mistificazione, contro l’asservimento, contro la Cultura della morte a sostegno della Cultura della Vita.
Marcello Foa è uno di quegli Uomini.
E se il coraggio, il talento, l’impegno di Oriana si spensero, pur imbattute, il 15 settembre del 2006, quelli di Marcello restano insoppressi poiché egli ha fatto sue, nella tenacia del quotidiano, quelle parole ferme".

E infine: "Marcello Foa ha fatto di queste nostre espresse intenzioni una sfida personale occupando il territorio di una Informazione che conferisce profondità e struttura al Pensiero; contenuto alla Notizia; sponda a quella funzione di Servizio sempre più disattesa dalla Stampa nazionale e non.
In questo suo esemplare percorso ci riconosciamo, decisi a condividerlo e ad appoggiarlo".

Io non so se merito davvero parole così importanti, ma non posso che ringraziare e rinnovare il mio impegno a servire il giornalismo con serietà e onestà intellettuale.
... See MoreSee Less

UN ONORE RICEVERE IL PREMIO ORIANA FALLACI

Interrompo il mio silenzio istituzionale per dirvi che ieri sera a Firenze ho ricevuto il Premio Oriana Fallaci, giunto alla dodicesima edizione e promosso dallassociazione Una via per Oriana. La cerimonia si è tenuta ieri a Firenze nellanniversario della morte della giornalista e scrittrice, avvenuta il 15 settembre 2006.in memoria della grande giornalistca toscana. Il premio mi è stato consegnato da Armando Manocchia.

E un riconoscimento che mi onora e che mi fa molto piacere. Benchè non tutte le sue idee fossero condivisibili, Oriana Fallaci costituisce un esempio di coraggio e di indipendenza itellettuale ovvero di quelle virtù che mancano nellinformazione di oggi, caratterizzata da un diffuso conformismo. La Fallaci ha avuto ragione e ha anche sbagliato sempre da sola, rispondendo alla propria coscienza e ai propri lettori e per questo il suo insegnamento è più che mai attuale.

Sono molto belle e lusinghiere le motivazioni del premio, in cui si afferma, tra laltro, che la scelta di Foa si spiega con il  suo essere protagonista di un giornalismo serio, paladino del pluralismo e della libertà di stampa.

La Fallaci tenne alta quella Speranza gridando con dolore il rischio di perderla e Noi cerchiamo, nel ricordo, di testimoniarla e di tenerla viva in nome del rispetto dovuto a Noi stessi ed a Quanti raccolsero quella sofferenza e la fecero: la fanno propria, affidandone la custodia ad Uomini in grado di esporsi e di esporre le proprie tensioni ideali; la propria dimensione intellettuale; il proprio impegno; le proprie capacità; la propria incorrotta professionalità contro il Fanatismo, contro  la Mistificazione, contro l’asservimento, contro la Cultura della morte a sostegno della Cultura della Vita.
Marcello Foa è uno di quegli Uomini.
E se il coraggio, il talento, l’impegno di Oriana si spensero, pur imbattute, il 15 settembre del 2006, quelli di Marcello restano insoppressi poiché egli ha fatto sue, nella tenacia del quotidiano, quelle parole ferme.

E infine: Marcello Foa ha fatto di queste nostre espresse intenzioni una sfida personale occupando il territorio di una Informazione che conferisce profondità e struttura al Pensiero; contenuto alla Notizia; sponda a quella funzione di Servizio sempre più disattesa dalla Stampa nazionale e non.
In questo suo esemplare percorso ci riconosciamo, decisi a condividerlo e ad appoggiarlo.

Io non so se merito davvero parole così importanti, ma non posso che ringraziare e rinnovare il mio impegno a servire il giornalismo con serietà e onestà intellettuale.

Comment on Facebook

Congratulazioni.

Congratulazioni Marcello per questo premio meritatissimo.

Meritare il premio ORIANA FALLACI è qualcosa di enistimabile valore; e lei lo merita tutto. COMPLIMENTI.

Complimenti e grazie di esistere Marcello . Ti aspettiamo direttore Un caro abbraccio

Lei e' un grande premio meritatissimo ma la vorremmo alla direzione rai gli italiani meritano il meglio

Complimenti. La aspettiamo presto presidente

Meritatissimo premio. Complimenti 🎉 rimaniamo tutti in attesa della sua voce è della sua penna alla presidenza della RAI.

Ora dia lei un premio a noi cittadini italiani.....diventi direttore della TV di stato! Speriamo che il Berlusca si pieghi stasera!!!

ce bisogno di Lei alla RAI, un informazione leale e giusta ,la stimo molto spero che il mio sogno di vederla come Presidente si avveri , Congratulazioni per il premio , buona serata.

Complimenti Marcello Foa , lei è davvero un esempio per il giornalismo italiano e non . Congrantulazioni .

le meriti tutte e anche oltre.... sarai un Presidente Rai che segnerà la svolta per cultura impegno e soprattutto ricerca della verità sempre... abbiamo bisogno di Uomini come te ... congratulazioni Marcello!!

Grandissimo Marcello. Prego con tutto il mio cuore affinché ti sia concesso l'onore e l'onere di presiedere la RAI ❤

C'è bisogno di un'informazione obiettiva e chiara, congratulazioni

Complimenti...tutto meritato

Come sempre tanto di cappello!!! Stretta di mano virtuale, in attesa di poterlo fare di persona unitamente a due parole di congratulazioni. Lo spirito libero (come mi battezzo Lei, cosa di cui sono fiero) .

Grande Direttore, se lo merita tutto. Ad avercene giornalisti come Lei.

Complimenti e congratulazioni caro Marcello per questo prestigioso premio

meritatissimo, congratulazioni!!

Mille congratulazioni.

Complimenti Dottor Foa!speriamo di averla al posto giusto!

Bravo Marcello. Tieniti pronto adesso tocca a te

Sincere e entusiaste congratulazioni, Marcello!!!!

Eccome se le meriti, parole cosi importanti. Super congratulazioni per questo premio. Un caro saluto. C

Riconoscimento meritatissimo, ha la mia stima, Sig Marcello Foa.

Congratulazioni , riconoscimento meritatissimo! Marcello sei un grande giornalista!

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

QUELLE VOCI SULLA MALATTIA DEL DALAI LAMA, ORA FORTUNATAMENTE SMENTITE.
RICORDO QUANDO MI DISSE: "COSI' DEVE COMPORTARSI UN UOMO ONESTO"

Ho avuto la fortuna di incontrare a tu per tu il Dalai Lama. Era il primo dicembre 2001 per un'intervista a il Giornale. Mi aveva accordato venti minuti ma alla fine me ne concesse quaranta perchè gli piacquero le domande che gli ponevo. Fu uno degli incontri più intensi a arricchenti della mia carriera e gliene sono ancora oggi profondamente grato. In queste ore si sono susseguite le voci di una grave malattia di Sua Santità, ora fortunatamene smentite. Queste voci mi hanno indotto a rileggere quella straordinaria intervista. Incentrata sulla spiritualità e sui valori della vita, che mi permetto di riproporvi di seguito. E' ancora straordinariamente attuale.
***

Comunica serenità, ma non misticismo. Nella sua vita ha subito molte ingiustizie, ma continua a essere gioioso e solare. Ride di gusto alzando e abbassando ripetutamente le spalle, come fanno i bambini.E davanti a un bimbo di 7 anni (mio figlio), il Dalai Lama si inchina, divertito, due volte, mentre a me stringe soltanto la mano, penetrando con lo sguardo nella mia anima. Siamo rimasti con lui all’ «Istituto Lama Thzong Khapa» di Pomaia, in provincia di Pisa, per 40 minuti. Un’intervista intensa, in cui il Dalai Lama, premio Nobel per la pace, ha parlato poco della sua terra, il Tibet - dal 1959 occupato dai comunisti cinesi-e molto di spiritualità. A pochi chilometri da Pomaia, a Cecina, cinquemila persone sono riunite da tre giorni per ascoltare le sue lezioni.

Perché tanti occidentali cercano nel buddhismo anziché nelle religioni monoteiste tradizionali la propria dimensione spirituale?

«Per diverse ragioni. Quando la gente sente che l’acquisizione dei beni materiali (case, auto, vestiti alla moda, eccetera) non basta per sentirsi felici, cerca una risposta ai propri bisogni spirituali. Il buddhismo tibetano non è dogmatico, ma fonda la ricerca del senso della vita sull’intelligenza e il ragionamento. Il primo Buddha disse: “O saggi e monaci, non accettate solo le mie parole per rispetto. Meglio fareste ad analizzarle criticamente e accettarle solo sulla base della vostra comprensione”. Non bisogna credere ciecamente, ma capire. E questo è in linea con la mentalità pratica di alcuni occidentali».

L’Italia è un Paese profondamente cattolico, eppure lei ha molti simpatizzanti da noi...

«Ne ho molti in Europa,ma soprattutto in Italia.Rispetto agli altri Paesi, gli italiani hanno una mentalità e una religiosità molto più accentuata. Grazie al cattolicesimo, quando si avvicinano alle altre religioni, sonomolto seri e motivati».

Ma si possono seguire gli insegnamenti buddhisti restando cattolici, ebrei o musulmani?

«Certo, questo è il mio auspicio. Io sono sempre riluttante nel dare un insegnamento religioso nei Paesi e alle persone non buddhiste, perché credo sia molto più saggio e sicuro che ognuno mantenga le proprie tradizioni.È giusto che i cattolici restino cattolici. Ma alcune pratiche buddhiste e i nostri messaggi come la compassione, l’amore, il perdono sono comuni al cristianesimo, all’ebraismo o all’Islam, benché abbiano spiegazioni diverse. In questo contesto il buddhismo tibetano può aiutare i fedeli di altre religioni a migliorare la propria spiritualità senza provocare crisi d’identità».

Lei crede a un Dio o a molti dei?

«Io non credo a un Dio creatore dell’universo. Per me Dio è un essere che è spiritualmente superiore. In questo senso ci possono essere molti Dei, molti Buddha. Ai miei occhi Gesù Cristo era un Dio, aveva una spiritualità superiore e ha ispirato milioni di persone. È stato un Maestro».

Se ho capito bene ogni persona può diventare un Dio o un Buddha, inteso come colui che ha raggiunto l’Illuminazione...

«Assolutamente sì».

C’è un’unica verità per tutte le religioni?

«No, ci sono molte verità teologiche. Ed è giusto che sia così. Ma tutte le religioni possono essere unite dal desiderio della compassione e dell’amore infinito».

Come posso io, occidentale, conciliare la spiritualità e le mie esigenze materiali come il sostentamento della mia famiglia? C’è una via di mezzo tra la religiosità dei monaci e l’uomo laico?

«Sì, semplicemente comportandosi in modo onesto, amorevole, corretto. Lei può guadagnare soldi, anche tanti, ma senza compiere abusi, mentire, rubare. Dev’essere in pace con se stesso e con i propri valori, rispettando gli altri, anche gli animali. Certo, se qualcuno cerca di ingannarci è giusto difendersi; ma il fatto di subire torti non deve indurci a farne a nostra volta. Questa è una via ragionevole per essere virtuosi, senza dedicare la propria esistenza alla spiritualità come fanno i monaci».

Lei insegna a non lasciarci guidare dall’odio e dal rancore, ma come ci si deve comportare quando si è vittime di una profonda ingiustizia?

«Io applico sempre la nonviolenza, ma capisco come le persone non religiose talvolta siano costrette a usare la forza, a essere duri. Quel che conta è la motivazione: la forza non è accettabile se mossa dal desiderio di vendetta. Lo è in casi eccezionali, quando lo scopo è aiutare il mio nemico a smettere di usare la violenza. Esempio. Lei riceve un pugno; se risponde picchiando per punire chi l’ha attaccata, non va bene; se lo fa per indurlo a smettere, sì. Fisicamente lo colpisco, ma mentalmente no. Anzi, cerco di fermare la sua violenza per il suo bene».

È quanto è accaduto per esempio in Afghanistan? Lei, all’inizio, era contrario all’intervento; ora dice di capire...

«Il regime talebano non era sostenuto dagli afghani, dunque in questo caso la violenza può essere giustificabile. Così come lo era durante la Seconda guerra mondiale e la guerra di Corea».

Accetterebbe una guerra per la liberazione del Tibet?

«No. Io sono sempre contrario all’uso della violenza. I talebani erano pochi, deboli, isolati; la Cina è grande e potente. Una guerra non è nemmeno immaginabile. E anche se lo scopo può essere giusto, la violenza contro i cinesi sarebbe molto, molto negativa».

Lei dice che i nemici di ieri possono diventare gli amici di domani. Lo pensa anche per i cinesi che hanno occupato il suo Tibet?

«Sì, e con tutto il cuore. Il popolo cinese è gentile e amorevole, i problemi sono causati da chi li governa. Ma non provo rancore nei loro confronti: un giorno potremo essere amici».

Alcune religioni enfatizzano il timore di una punizione divina o di una salvezza dell’anima. Perché il buddhismo no?
«È una questione di percezione. Nel buddhismo non c’è nulla di definitivo, non ci sono verità assolute, non c’è, per esempio, un peccato originale. Un’azione in molte circostanze è molto negativa, in altre può essere molto positiva. Il karma è la ricerca della causa e dell’effetto. Sempre, in questa vita e nelle prossime reincarnazioni. Con la mente e con il cuore».
... See MoreSee Less

QUELLE VOCI SULLA MALATTIA DEL DALAI LAMA, ORA FORTUNATAMENTE SMENTITE.
RICORDO QUANDO MI DISSE: COSI DEVE COMPORTARSI UN UOMO ONESTO

Ho avuto la fortuna di incontrare a tu per tu il Dalai Lama. Era il primo dicembre 2001 per unintervista a il Giornale. Mi aveva accordato venti minuti ma alla fine me ne concesse quaranta perchè gli piacquero le domande che gli ponevo. Fu uno degli incontri più intensi a arricchenti della mia carriera e gliene sono ancora oggi profondamente grato. In queste ore si sono susseguite le voci di una grave malattia di Sua Santità, ora fortunatamene smentite. Queste voci mi hanno indotto a rileggere quella straordinaria intervista. Incentrata sulla spiritualità e sui valori della vita, che mi permetto di riproporvi di seguito. E ancora straordinariamente attuale.
***

Comunica serenità, ma non misticismo. Nella sua vita ha subito molte ingiustizie, ma continua a essere gioioso e solare. Ride di gusto alzando e abbassando ripetutamente le spalle, come fanno i bambini.E davanti a un bimbo di 7 anni (mio figlio), il Dalai Lama si inchina, divertito, due volte, mentre a me stringe soltanto la mano, penetrando con lo sguardo nella mia anima. Siamo rimasti con lui all’ «Istituto Lama Thzong Khapa» di Pomaia, in provincia di Pisa, per 40 minuti. Un’intervista intensa, in cui il Dalai Lama, premio Nobel per la pace, ha parlato poco della sua terra, il Tibet - dal 1959 occupato dai comunisti cinesi-e molto di spiritualità. A pochi chilometri da Pomaia, a Cecina, cinquemila persone sono riunite da tre giorni per ascoltare le sue lezioni.

Perché tanti occidentali cercano nel buddhismo anziché nelle religioni monoteiste tradizionali la propria dimensione spirituale? 

«Per diverse ragioni. Quando la gente sente che l’acquisizione dei beni materiali (case, auto, vestiti alla moda, eccetera) non basta per sentirsi felici, cerca una risposta ai propri bisogni spirituali. Il buddhismo tibetano non è dogmatico, ma fonda la ricerca del senso della vita sull’intelligenza e il ragionamento. Il primo Buddha disse: “O saggi e monaci, non accettate solo le mie parole per rispetto. Meglio fareste ad analizzarle criticamente e accettarle solo sulla base della vostra comprensione”. Non bisogna credere ciecamente, ma capire. E questo è in linea con la mentalità pratica di alcuni occidentali».

L’Italia è un Paese profondamente cattolico, eppure lei ha molti simpatizzanti da noi... 

«Ne ho molti in Europa,ma soprattutto in Italia.Rispetto agli altri Paesi, gli italiani hanno una mentalità e una religiosità molto più accentuata. Grazie al cattolicesimo, quando si avvicinano alle altre religioni, sonomolto seri e motivati». 

Ma si possono seguire gli insegnamenti buddhisti restando cattolici, ebrei o musulmani?

«Certo, questo è il mio auspicio. Io sono sempre riluttante nel dare un insegnamento religioso nei Paesi e alle persone non buddhiste, perché credo sia molto più saggio e sicuro che ognuno mantenga le proprie tradizioni.È giusto che i cattolici restino cattolici. Ma alcune pratiche buddhiste e i nostri messaggi come la compassione, l’amore, il perdono sono comuni al cristianesimo, all’ebraismo o all’Islam, benché abbiano spiegazioni diverse. In questo contesto il buddhismo tibetano può aiutare i fedeli di altre religioni a migliorare la propria spiritualità senza provocare crisi d’identità». 

Lei crede a un Dio o a molti dei? 

«Io non credo a un Dio creatore dell’universo. Per me Dio è un essere che è spiritualmente superiore. In questo senso ci possono essere molti Dei, molti Buddha. Ai miei occhi Gesù Cristo era un Dio, aveva una spiritualità superiore e ha ispirato milioni di persone. È stato un Maestro». 

Se ho capito bene ogni persona può diventare un Dio o un Buddha, inteso come colui che ha raggiunto l’Illuminazione... 

«Assolutamente sì». 

C’è un’unica verità per tutte le religioni?

«No, ci sono molte verità teologiche. Ed è giusto che sia così. Ma tutte le religioni possono essere unite dal desiderio della compassione e dell’amore infinito». 

Come posso io, occidentale, conciliare la spiritualità e le mie esigenze materiali come il sostentamento della mia famiglia? C’è una via di mezzo tra la religiosità dei monaci e l’uomo laico?

«Sì, semplicemente comportandosi in modo onesto, amorevole, corretto. Lei può guadagnare soldi, anche tanti, ma senza compiere abusi, mentire, rubare. Dev’essere in pace con se stesso e con i propri valori, rispettando gli altri, anche gli animali. Certo, se qualcuno cerca di ingannarci è giusto difendersi; ma il fatto di subire torti non deve indurci a farne a nostra volta. Questa è una via ragionevole per essere virtuosi, senza dedicare la propria esistenza alla spiritualità come fanno i monaci». 

Lei insegna a non lasciarci guidare dall’odio e dal rancore, ma come ci si deve comportare quando si è vittime di una profonda ingiustizia? 

«Io applico sempre la nonviolenza, ma capisco come le persone non religiose talvolta siano costrette a usare la forza, a essere duri. Quel che conta è la motivazione: la forza non è accettabile se mossa dal desiderio di vendetta. Lo è in casi eccezionali, quando lo scopo è aiutare il mio nemico a smettere di usare la violenza. Esempio. Lei riceve un pugno; se risponde picchiando per punire chi l’ha attaccata, non va bene; se lo fa per indurlo a smettere, sì. Fisicamente lo colpisco, ma mentalmente no. Anzi, cerco di fermare la sua violenza per il suo bene».

È quanto è accaduto per esempio in Afghanistan? Lei, all’inizio, era contrario all’intervento; ora dice di capire... 

«Il regime talebano non era sostenuto dagli afghani, dunque in questo caso la violenza può essere giustificabile. Così come lo era durante la Seconda guerra mondiale e la guerra di Corea». 

Accetterebbe una guerra per la liberazione del Tibet? 

«No. Io sono sempre contrario all’uso della violenza. I talebani erano pochi, deboli, isolati; la Cina è grande e potente. Una guerra non è nemmeno immaginabile. E anche se lo scopo può essere giusto, la violenza contro i cinesi sarebbe molto, molto negativa». 

Lei dice che i nemici di ieri possono diventare gli amici di domani. Lo pensa anche per i cinesi che hanno occupato il suo Tibet?

«Sì, e con tutto il cuore. Il popolo cinese è gentile e amorevole, i problemi sono causati da chi li governa. Ma non provo rancore nei loro confronti: un giorno potremo essere amici».

Alcune religioni enfatizzano il timore di una punizione divina o di una salvezza dell’anima. Perché il buddhismo no? 
«È una questione di percezione. Nel buddhismo non c’è nulla di definitivo, non ci sono verità assolute, non c’è, per esempio, un peccato originale. Un’azione in molte circostanze è molto negativa, in altre può essere molto positiva. Il karma è la ricerca della causa e dell’effetto. Sempre, in questa vita e nelle prossime reincarnazioni. Con la mente e con il cuore».

Comment on Facebook

Che meraviglia! Sono rimasta davvero affascinata... Io sono atea (ex cattolica). Il Buddismo è una filosofia che mi piace... Non escludo di poterla abbracciare e trovare finalmente la dimensione giusta che mi faccia apprezzare questo mondo che sta andando in frantumi...

Peccato che il Dalai Lama, grande figura spirituale e simbolo della Compassione buddica, sia un confesso carnivoro; come del resto il Papa cattolico...

Caro Marcello Foa, grazie per aver "riesumato" questa bella intervista, ancora cosi' attuale. Ricordo la prima volta che ebbi il privilegio di incontrare il Dalai Lama di persona, come fosse ieri. Eravamo a Citta' del Capo, ed eravamo stati invitati ad un incontro con Sua Santita' nell'albergo dove soggiornava. Era presente anche Desmond Tutu, suo grande amico. Dopo averci intrattenuto, come suo solito, con un discorso al tempo stesso profondo e arguto, ci domando' se avessimo delle domande. Alzo' la mano, fra i tanti, un signore che fece la domanda delle domande: "La vita ha un significato?" Il Dalai Lama rispose cosi': "Io non lo so se e quale significato abbia la vita, ma comunque, dato che siamo qua, sta a noi dare alle nostre vite un significato, il migliore possibile". Sono parole che cerco di ricordare ogni giorno, anche se non sempre ci riesco.

Lascia perdere il Dalai Lama...è un uomo...come tutti. Piuttosto apri il Vangelo e leggi cosa ti dice Gesù Cristo!!!

Bella davvero! Intervistare è probabilmente la parte più bella di questo lavoro. Non è "solo" un dialogo da ribattere parola per parla. E' la capacità di prendere il "sotto testo" di quel dialogo e portarlo anche ai lettori!

Stupenda persona, lei e`stato molto fortunato ad averlo incontrato.

Lei è un ottimo giornalista ma sopratutto un uomo onesto

Un'intervista fatta molto bene, rispetto il Dalai Lama per la chiarezza di valori che sono il fondamento dell'umanità, ma se si conoscesse bene il cristianesimo non confonderemmo LA VERITÀ infatti se i cosiddetti "cristiani "mettessero in pratica il primo e il secondo comandamento la pace nel mondo e nell'animo umano troverebbe finalmente la PACE.

Grazie parole sagge!!!

Well said, Marcello

Il tibet è libero da quando se lo sono ripreso i cinesi. Andate a chiedere agli ex servi della gleba tibetani, tenuti in schiavismo fino al 1959, quelli che fino ad allora venivano persino usati per i sacrifici umani per il sollazzo della casta dei monaci

Ciao Marcello, Questo spiega tante cose ... il perchè Leo ha una Anima sempre sorridente, la Tua Consapevole Onestà di fondo che innesca il desiderio di Verità a prescindere ... ed il perchè prima di parlarci di persona, eravamo già in Connessione. C'è un errore da correggere ..<< Accetterebbe una guerra per la liberazione del Tibet? «No. Io sono sempre contrario all’uso della violenza. I talebani (TIBETANI) erano pochi, deboli, isolati; la Cina è grande e potente. Una guerra non è nemmeno immaginabile. E anche se lo scopo può essere giusto, la violenza contro i cinesi sarebbe molto, molto negativa». >> .. alla prossima ... livio.

Bellissima intervista ad una bellissima persona. Io non trovo scandaloso, o anche solo sbagliato, chiamarlo Sua Santita’, perche’ una persona cosi’ saggia e cosi’ umile che potrebbe benissimo tentare di attirare a se’ nuovi fedeli e che invece quasi gli raccomanda di rimanere fedeli alla propria Fede, e’ una persona veramente di un altra dimensione.

Con tutto il rispetto per il Dalai Lama e per la sua saggezza, come cristiana devo affermare che dire che ognuno può diventare un Cristo o un Budda, contraddice la nostra Fede che non è né una filosofia né una religione, ma la sequela ad una Persona, Gesù, il Signore, vero Uomo e vero Dio, che ci fa figli nel Figlio, generato non creato della stessa sostanza del Padre, l'Unico Dio (il politeismo non ci appartiene). Gesù, il Cristo, si è fatto uomo per salvarci con la sua morte espiatrice, rigenerando la nostra natura ferita con la Risurrezione, ricollocata alla destra del Padre con la sua Ascensione. Questa è la nostra Fede. Chi Lo accoglie, lo sa, lo sente, lo vive...

Stupenda filosofia.

Il Dalai Lama, che Essere eccezionale e insieme a Foa!. Bella questa foto e l'intervista💕💓👍🙏

Non crede a un Dio creatore dell'universo? E allora come spiega l'universo? La causa prima è necessaria. Non c'è orologio senza orologiaio. Mi spiace, trovo alquanto deludenti parecchie risposte. Il buddismo non soddisfa la sete di Verità completa che c'è in me. Lo dico con il massimo rispetto per il Dalai e i buddisti. Almeno loro sono persone pacifiche, con le quali si può vivere in armonia. Un giorno adoreremo tutti l'unico, meraviglioso, misericordioso Creatore dell'universo e Salvatore nostro.

Dio creò l'uomo a propria immagine e somiglianza si ripete quotidianamente nella Santa Messa ed è esattamente quello che dice anche il Dalai Lama, ogni essere umano può elevare la propria spiritualità ad immagine e somiglianza di Dio, ogni uomo può creare la propria realtà!

Pregherò per questa bella persona 🙏

Bellissime parole, buoni sentimenti, grande cuore e fortissima umanità; ma non basta tanto fascino, solo il Divino che entra nella storia può sconvolgere l’anima. Altrimenti rimane solo l’uomo col suo spirito. Che arrivati in fondo non basta.

Rispetto il Dalai Lama come persona, però non condivido proprio niente della sua filosofia. Il buddismo non mi ha mai attratto.

Incredibile! Vale la pena di ascoltarlo, ma non con le orecchie ma con l'anima (cosa che noi occidentali, io in primis, abbiamo quasi disimparato a fare).

«Sì, semplicemente comportandosi in modo onesto, amorevole, corretto. Lei può guadagnare soldi, anche tanti, ma senza compiere abusi, mentire, rubare. Dev’essere in pace con se stesso e con i propri valori, rispettando gli altri, anche gli animali. Certo, se qualcuno cerca di ingannarci è giusto difendersi; ma il fatto di subire torti non deve indurci a farne a nostra volta. Questa è una via ragionevole per essere virtuosi, senza dedicare la propria esistenza alla spiritualità come fanno i monaci».Questo mi sembra universale!

Non ricordo più, è lo stesso anno in cui il governo non ha voluto riceverlo per non rovinare le trattative commerciali che iniziavano con la Cina?

Oggi ad un tg rai, mi pare abbiano detto che gli resta poco da vivere. Faccia i cambiamenti che servono ad avere un'informazione come si deve. Ad maiora

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Giuseppe Conte: “Foa assolutamente adeguato per la presidenza Rai”

Ringrazio il premier Conte per l’apprezzamento nei miei confronti.

👉http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2018/08/08/rai-conte-foa-assolutamente-adeguato_b0069c8a-fb31-4a8d-a3c8-4e2ff4f83e99.html
... See MoreSee Less

Giuseppe Conte: “Foa assolutamente adeguato per la presidenza Rai”

Ringrazio il premier Conte per l’apprezzamento nei miei confronti.

👉http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2018/08/08/rai-conte-foa-assolutamente-adeguato_b0069c8a-fb31-4a8d-a3c8-4e2ff4f83e99.html

Comment on Facebook

Marcello, non esiste persona a questo mondo degna di poter dire che non sei adeguato! i meriti vanno riconosciuti a prescindere da tutto e quello che sta accadendo é INGIUSTO. #Foapresidente

Dott.Foa, lei é fin troppo adatto e funzionale...per questo hanno posto il veto...Siamo con lei, ( almeno lo é il popolo che vuole cambiare).Buon lavoro.La seguo.

🔴Da non perdere. Leggete bene. Unicef, Fondazione Pulitzer e altre onlus australiane e americane credevano di finanziare con dieci milioni di dollari i progetti dell’associazione Play Therapy Africa destinati ai bambini affamati in Africa. In realtà, secondo la ricostruzione della Procura fiorentina, solo una piccola parte di quella colossale somma sarebbe stata impiegata per scopi umanitari. Quasi 6,6 milioni di dollari sarebbero transitati sui conti privati riconducibili, a vario titolo, ai fratelli Andrea, cognato dell’ex premier Renzi, Alessandro e Luca Conticini per l’acquisto di una casa in Portogallo e per finanziare Eventi6, Quality Press Italia e Dot Media, società riconducibili alla famiglia Renzi o a sostenitori della prima ora dell’ex premier. corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/18_agosto_09/i-soldi-destinati-bambini-afr...

Se sfuma la presidenza Rai, la direzione di Rai uno è il minimo che ti dovrebbero dare, e li potrai promuovere la verità dell'informazione sputtanando i tuoi detrattori e i loro fantasmi nell'armadio.

Non sono altro che un personaggio inventato ma sono d'accordo con il presidente del Consiglio. 🙂

È che i Sinistri, dopo aver arraffato a piene mani, non ce la possono fare a mollare l'osso. Ma l'Informazione va sdoganata e il dott. Marcello Foa sarebbe Presidente degnissimo.

complimenti meritatissimi, con Lei sarebbe una svolta importante per la libertà di informazione in Italia!

🇮🇹GRANDISSIMO🇮🇹MARCELLO🇮🇹 🇮🇹NON🇮🇹MOLLARE!!!🇮🇹 🇮🇹STANNO🇮🇹BLUFFANDO🇮🇹 TIFIAMO TUTTI PER TE!

Quando il bomba cambio’ tutti i vertici rai compreso orfeo al tg1 etc... nessuno disse una parola. Vergogna paese di parassiti comunisti

Foa, nessun dubbio sul suo valore e adeguatezza. Chi sostiene il contrario è da ricovero immediato in un ospedale psichiatrico.

Professionalità, personalità e onestà intellettuale..cosa vogliamo di più?

I media sono di pessima qualità in Italia non c’è confronto sulle notizie si viaggia a senso unico , abbiamo bisogno di un informazione libera e sincera , io personalmente non accendo la tv da due anni aime però sono costretta come tutti a pagare un canone di una tv spazzatura

Sarei meravigliato se non avessero fatto resistenza....con la Rai ci perdono troppo....servono pecore lì..non leoni

La cosa che mi dispiace in questa vicenda è che si apre di bocca Gasparri. Il peggio del peggio. Ma al peggio non c'è mai fine. Forza Foa

#ConteNonConta, Foa! Il Parlamento SOVRANO ha respinto la tua nomina! Per una volta nella vita accetta la realtà senza camuffarla!

tutte le persone di buon senso e preparate ti ritengono adeguato. Grazie a te e al nostro Presidente!!!

Mi sa anche che ti meriti un ruolo di questa portata. Ti auguro questo incarico.

Maggioni-Orfeo un unico falò, Foa unico supremo fiammifero anelato con bramosia da lustri

La verità è che questa presidenza per la casta è questione di vita o di morte....immaginiamo per un minuto tutto il circo mediatico contro questo governo che improvvosamente sparisce...come aprire una finestra su un mondo nuovo. #Foapresidente

Ne sono convinto anche io Dott. Foa. Circa la sua adeguatezza al ruolo non vi è alcun dubbio, piuttosto per alcuni vi saranno dei timori. Coraggio siamo con lei!

Lei è il miglior presidente possibile. Voglio tornare a guardare un tg rai!

PresidenteGiuseppe Conte non molli noi vogliamo #foapresidenterai Ora come ora, ormai anche da anni la TV pubblica è inguardabile troppo politicIzzata non se ne può più Grazie

Anche gli italiani pensano che tu sia adeguato, Marcello Foa!

Dopo questa lunga pausa ci aspettavamo proprio di ritrovarti al tuo posto Forza Marcello toglierai un po' di peli al sistema della informazione italiana

Meglio chi è stato scelto dai dipendenti invece dalla politica, specialmente se ha parenti alle dipendenze di un ministro

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Un messaggio ai giornalisti e un grazie a tutti voi. ... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Sei grande l'onesta non ha colore ne razza e quando uno a come principio il rispetto alla unanita, societa in generale non ha bisogno di litigare basta dimostrare questo con i fatti con imparzialita umana e correta e chi nasce rispetuoso lo sa dimostrare senza aver paura.

Bella Persona! Spero che le invidie scompaiono, perché di questo si tratta. Abbiamo bisogno di una Rai finalmente libera e con veri professionisti e con programmi di qualità.

Rispetiamo tutti i silenzii con dovuta stima.Auguriamoci che vinca buon senso.Cari saluti 💗

🔴 Tenete d’occhio la tendenza giornalistica. Siate vigili. Grazie a Ugo Matrei che sul Fattoquotidiano di oggi ristabilisce la priorità dei fatti sulla vicenda del Quirinale e delle intimazioni a Byoblu passate sul Corriere della Sera. E grazie a Marco Travaglio per lo spazio. www.facebook.com/73465013959/posts/10156680558808960/

Un messaggio cosi’ fa onore a lei ed a tutti noi che la stiamo sostenendo con fiducia e compostezza. C’e’ rispetto, coraggio, lealta’ e professionalita’ nelle sue parole. Lei e’ forte perche’ e’ una persona perbene e questo la protegge da tutto e da tutti. Resista e non molli siamo con lei.

Come sempre, semplicemente ineccepibile. Una spanna abbondante sopra la media.

Caro Marcello tutto il mio sostegno, siamo in tanti a sostenerti, e visto l'attacco che hai subito devo dire proprio che sei sulla strada giusta!

Dott. Foa, Lei è veramente un Signore. Penso che la cosa più importante non sia il ruolo che Lei gestirà in RAI, la cosa più importante è che grazie agli ultimi eventi, milioni di italiani hanno avuto occasione di informarsi sulla sua persona e di capire che Lei è "Un uomo del cambiamento" Lei si è guadagnato una stima importante, da oggi in poi non sarà più possibile scindere il suo nome da quello di RAI.

Sei un professionista vero, e che ne dicano di cazzate... non sanno più cosa inventarsi, addirittura ti attestano la teoria della terra piatta. Hanno paura! Avanti tutta Marcello

Marcello sei un grande e se ne sono accorte anche le donne... Che Spirito di Servizio, che signorilità, che educazione. Dopo Conte Salvini e Di Maio che hanno tre modi di incarnare il maschile molto diversi e molto belli, ecco lo stile dolce di Marcello Foa. Grande Orgoglio per il nuovo “men italian style”. 🔥🇮🇹🔥 www.facebook.com/1557673602/posts/10216421021628926/

Un Gentiluomo..... d'altri tempi!!!! Purtroppo in giro ci sono troppi lupi... duri a mollare l'osso, tante persone hanno fiducia in Lei, non molli!!!

Un atteggiamento degno di un grande uomo, umile, libero e coerente con il suo pensiero. La Rai ha assolutamente bisogno di una persona come te. E il tuo video di oggi ti fa onore.

Rispetta sì le decisioni dell'Azionista, ma soltanto se la RAI rispetta (o, meglio dire: "comincerà a rispettare") la Dignità degli Italiani ... quindi: in primis, anche la Tua!

Grande io non la conosco è onestamente ho appreso da poco del suo passato. Ma se tutti quelli che hanno distrutto il giornalismo italiani facendo del giornalista una marionetta che deve dire e fare quello che vogliono loro .Vuol dire che lei non si fa comprare

Un grande esempio di onestà intellettuale, etica e coerenza. Parole mai sentite prima da altri. Coraggio Dott. Foa, l’Italia che vuole cambiare è dalla sua parte.

Guerra a Marcello Foa. Pazienza se pd e forza Italia perdono il controllo di cassa depositi e prestiti ed i suoi 400 miliardi , di Eni ,di Ferrovie etc. Pazienza se viene perso il controllo di oltre 800 miliardi del bilancio statale. Pazienza se si perde qualche membro di csm, corte costituzionale o presidente di authority. Guai a perdere la Rai di Augias, Mieli, Berlinguer , Marrazzo ,dei comici direttori dei tg con giornalisti senza alcuna dignità . Guai a perdere lo strumento di manipolazione del pensiero. Perdere la Rai è pericolosissimo. Gli italiani potrebbero conoscere la verità ed a quel punto, a loro, non resterebbe che scappare.

Evidentemente la societa (in)civile non è ancora pronta per un uomo della tua levatura. Sei un vero galantuomo. Hai tutto il mio sostegno e la mia più profonda ammirazione. Stai combattendo il potere con armi molto potenti ( correttezza, coeranza, educazione, gentilezza, raffinatezza, intelligenza ed un'enorme umanita accompagnata da un'irremovibile fermezza) che finiranno per disorientare coloro che ti osteggiano. La vittoria arriverà trionfalmente quando meno se lo aspetteranno. E nell'impossibile ipotesi che ciò non dovesse accadere, resterà la tua impronta, l'impronta di uno spirito libero che potrà essere calcata da tutti i cuori ribelli che vorranno lottare per la libertà! 🔥💖🔥

l'integrità morale e l'onesta' sono le armi per combattere democraticamente un sistema basato sulla immoralità e la menzogna 🤥 avanti così Marcello, siamo con te!

L'unica nota stonata e quando dice che l'azionista dica lui cosa è opportuno fare non negli interessi personali di Foà ma nell'interesse della Rai Secondo il mio modesto parere Avrebbe dovuto dire ma nell'interesse dei telespettatori di un'etica della verità tagliando tutte quelle direttive partitiche indotte dall'alto appunto all'azionista Rai quindi seguendo una linea dura e Severa di etica sul regolamento della trasparenza e dell'informazione sarebbe più opportuno spiegare meglio non cosa ha intenzione di fare l'azionista RAI per l'interesse della RAI e non di Foà ma bensì per l'interesse dei cittadini e della trasparenza di informazione vera

Non molli di un centimetro. Chi se be importa se FI é contraria. Mi é parso di capire che tecnicamente sia comunque possibile restare a fare il Presidente della Rai anche senza i 27 voti necessari. Se cosí fosse, allora resti a fare il presidente della Rai. Giornalisti come Lei dovrebbero essere clonati.

Dr Foa...il punto e' uno : Lei e' troppo signore, troppo professionista serio, troppo intellettualmente onesto per questa gentaglia che la ha ostacolata....Evidentemente non ci meritiamo una persona per bene come Lei, noi che la apprezziamo e conosciamo la Sua pulizia d'anima e bravura, stiamo davvero soffrendo e siamo DISGUSTATI per quello che e' successo. Ancora vogliamo sperare in un miracolo...Comunque di una cosa possono esser certi quelli che non hanno voluto votarla..: sono finiti e se ne accorgeranno presto. GBY

Carissimo Marcello sono profondamente offesa per la indegna campagna denigratoria che ti stanno tirando addosso. Ma sono ancora più convinta della stima che meriti incondizionatamente e che ti esprimo con sincero affetto. Buon lavoro e buona fortuna !

"Lei è con noi" e "noi siamo con Lei".

Il partito Piddioti e il partito tel corruttore sono abituati ad avere nella Rai giornalisti lecchini e corrotti adesso che il M5S e Lega vogliono fare pulizia di questa marmaglia di raccomandati.che ci sono in Rai cosa fanno! votano contro una persona onesta che vuole cambiare la Rai,se avete notato negli ultimi tempi Berlusconi era andato in letargo ma appena ci sono di mezzo le televisioni si è svegliato per fare di nuovo i suoi interessi e non quelli di tutti gli italiani ma lui non ha ancora capito che la sua ora e arrivata politicamente sei finito

È stato indecente! 🙁 Indecente quello che hai dovuto subìre da parte di Forza Italia! Non ti muovere e svolgi il tuo ruolo in qualità di "consigliere anziano"! <3 In attesa di capire cosa deciderà il Ministro dell'Economia e delle Finanze ti rinnovo la mia stima nei tuoi confronti. Saresti stato un ottimo Presidente per la RAI!

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

ATTENDO INDICAZIONI DALL’AZIONISTA, CON RISPETTO PER L’ISTITUZIONE E LE SUE REGOLE

Oggi ho informato i miei colleghi del Consiglio di Amministrazione che sono ancora in attesa di indicazioni dell’Azionista e che nel frattempo continuerò, nel pieno rispetto di leggi e regolamenti, a coordinare i lavori del Cda come consigliere anziano, nell'esclusivo interesse del buon funzionamento della Rai.
Voglio sottolineare che in queste prime riunioni il clima all'interno del Consiglio è stato ottimo, di confronto franco e leale con colleghi di grandissimo valore, e che lo spirito che ci unisce è quello di servizio per la più grande azienda culturale del paese.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

La scenetta politica per il rifiuto alla sua presidenza é stata osservata con attenzione da tutti gli italiani. Arrivo persino a sostenere che sia un fatto positivo,perché le maschere cadono ad una velocitá mai vista prima. E grazie anche a questo, il suo ruolo in Rai é ora sostenuto da almeno mezza nazione. Qualunque cosa accadrá ora, sará significativo e,in un modo o in un altro, un cambiamento ci sará. La osserviamo speranzosi e con orgoglio.

Speriamo che la questione possa risolversi positivamente per lei e per tutto il Cda. Non è vero che agli italiani non interessa niente di cosa accade alla RAI, in definitiva si paga il canone e poco o tanto che sia son sempre soldi che vogliamo siano ben spesi.

Lei è un signore il suo modo di parlare la contraddistingue da questa massa di ciarlatani!!! Prosegua senza arretrare gli italiani onesti sono con lei!

...vorrei solo dare la mia solidarieta a Marcello, per la bociatura risevatagli addirittura dal suo editore , il nostro paese non è un paese normale , abbiamo visto la Rai completamente occupata in ogni posto e grado dal Partito Democratico ora che ci sono le condizione per fare piazzapulita restituendo la Rai a persone competenti , Berlusconi si mette di traverso su una nomina giornalistica che è fra le piu prestigiose firme del suo Giornale... Forza Lega, Salvini , non mollare.,,

La Rai ha bisogno di lei, Dott. Foa!! Speriamo che Lega e 5Stelle continuino a sostenerla come merita <3 Nel frattempo mi auguro che chi vota(va) Forza Italia si sia reso conto di come stanno le cose...

PER FAVORE.....NON CI LASCI... Ci aiuti a cambiare questa televisione cosi' violenta. Come giri canale, ci sono sempre film di violenza oppure ci dobbiamo consolare con cucine, cuochi, mangiare mangiare mangiare..... Dibattiti teleguidati da partiti, non se ne puo' piu'.

Marcello Foa, per favore, nell'interesse di tutti, continui il suo incarico!

Lei è un Signore, diversamente da quei "vigliacchi" che per una ideologia politica da quattro soldi e che non hanno voluto guardare alla capacità della persona, l'hanno bocciata. Parte dell'elettorato di quei traditori ne trarrà le dovute conclusioni. Comunque sia le auguro buon lavoro.

Insisti sulla tua elezione in Commissione vigilanza. Il popolo ha preso conoscenza e coscienza che sei l uomo adatto per coprire il ruolo di presidente Rai. Non mollare. Altrimenti ci rifilano uno ambiguo. Siamo stanchi dei compromessi che favoriscano sempre i falsi prudenti e ambigui e tornacontisti. Dii a Salvini di insistere ad oltranza. Dovranno accettarti anche i cavillosi di FI se non vogliono completamente scomparire dall agone politico ed elettorale.

Caro Foa fai presente a questi tuoi bravissimi colleghi che io da anni non vedo quasi più le tv nazionali e vorrei tornare a vederle al più presto....visto che le pago!

Purtroppo non tutti hanno pensato allo spirito di servizio e questo è stato molto triste e indecoroso. Forza e coraggio, sempre avanti per quanto possibile.

Si spirito di servizio e di soldi....certo che Salvini è x te un dio, a te la presidenza della Rai, poi assume tuo figlio nel suo staff, ke pacchia x la famiglia foa. Se hai altri figli da sistemare chiedi a di Maio e conte.. onestà onestà

Bravissimo Marcello !! Dimettersi avrebbe fatto solo il gioco di chi, da sempre, con falsità, protervia e sicumera, mette il bavaglio alla vera informazione. La situazione è decisiva e bisogna giocarcela fino in fondo. Non è il momento di essere buoni, bravi, corretti e gentili (e quindi in definitiva sciocchi e irresponsabili), ma di essere FORTI. Siamo con te !!

Ottimo Marcello Foa, vai avanti e speriamo che gli estinguendi italo forzuti abbiano un rigurgito di dignità e ci ripensino. Il popolo è con te !!!!!

Marcello resta: x' te lo meriti, x noi che ti siamo amici e x la gioia degli italiani che finalmente vedranno cosa vuol dire un giornalismo libero! Auguri e buon lavoro

I migliori auguri per la sua nomina, almeno per ora nelle modalità convenute. Può sempre contare sul nostro sostegno. E siamo in molti!

Dottor Foa, le porgo i miei migliori auguri, in attesa di sviluppi positivi per la sua nomina a Presidente. Intanto vorrei capire quando sarà possibile avere dei TG seri in RAI, non più monopolizzati da renziani, ma da giornalisti che siano almeno degni di essere definiti tali. Sono francamente stufo di subire una parzialità indecorosa dalla informazione RAI. E penso sempre a tutti coloro che non hanno altre fonti oltre la RAI per informarsi, e sono tanti Grazie, e di nuovo Auguri.

Marcello sarebbe bello abbassare i costi della pubblicità sui canali RAI, scendendo al di sotto di quelli di Mediaset, vedi come cade il castello del mainstream di regime. Mamma Rai prende il canone, è assurdo che abbia tariffe superiori a quelle delle emittenti private. Buon lavoro.

Complimenti Marcello per la persistenza rimani nel CDA per noi, con i diritti di anzianità puoi fare molte cose finché si trova una soluzione parlamentare, un decreto che tolga lo scifo di regola dei due terzi fatta per compromesso e spartire le poltrone, non siamo più d'accordo, prenditi le tue prerogative e cambia le cose, grazie

Buon lavoro dunque, speriamo che il suo contributo possa migliorare la qualità dei prodotti televisivi Rai. Noi La sosteniamo, per la sua lealtà, per la sua schiettezza e per la sua autentica volontà di migliorare la televisione di Stato.

Speriamo che B. si decida, la RAI è inguardabile di una faziosità oscena......tutti quei giornalisti sinistrati che continuano a fare servizi sul razzismo inesistente e sull'intolleranza che non c'è, sul pericolo fascismo e cazzate varie.....sono completamente staccati dalla realtà. Io non voglio pagare il canone per stipendiare questa gente.......

Quella che un tempo era la più grande azienda culturale del Paese, perché ad oggi non mi sembra! La politica ha distrutto tutto, anche la Rai!

Dicono benissimo alcuni commenti qui sotto: con questo fatto del parere negativo della commissione di vigilanza viene fuori il vero pensare ed agire contro la maggior parte dell'elettorato italiano. Noi popolo non siamo più delle persone da prendere per il naso. Trarremo le nostre conclusioni e chi non avrà le fette di prosciutto sugli occhi si comporterà di conseguenza. Ciao Ciao Forza Italia! Sul PD è inutile commentare.

Sappiamo chi è il nemico e sappiamo che è grosso, ricco e potente. Non mollare. ✌️

Buon lavoro Dott. Foa,non molli,milioni di cittadini la sostengono,siamo stanchi di pagare il canone senza avere niente in cambio, vogliamo una Rai di tutti con programmi seri e non fotocopie delle TV private,grazie!!

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

🔵Prendo atto con rispetto della decisione della Commissione di Vigilanza della Rai. Come noto, non ho chiesto alcun incarico nel Consiglio che mi è stato proposto dall'Azionista. Non posso, pertanto, che mettermi a sua disposizione invitandolo a indicarmi quali siano i passi più opportuni da intraprendere nell'interesse della Rai. ... See MoreSee Less

Comment on Facebook

FOA PRESIDENTE RAI IN BARBA A PD E FI? PARE DI SI. "Le regole sono regole. Se la Vigilanza non ratificherà l'elezione di Marcello Foa alla presidenza della Rai, il medesimo Foa - in quanto consigliere anziano - continuerà a presiedere il cda Rai fin tanto che in Vigilanza non si sboccherà la situazione", dice Gianluigi Paragone, senatore del M5S con un passato da vicedirettore di Rai2 oltre che di conduttore di varie trasmissioni nella tv pubblica e privata. Ma scusi, non è un modo per aggirare la volontà del Parlamento e lo spirito della legge secondo cui il presidente - in quanto figura di garanzia - deve essere eletto anche coi voti dell'opposizione, tant'è che prevede il quorum qualificato dei 2/3? "Ma figuriamoci. Succede in tutti i consigli di amministrazione che la presidenza - in attesa di alcuni passaggi formali - tocchi al consigliere anziano. Non è colpa mia se il più anziano nel cda Rai è proprio Foa. Evidentemente la fortuna aiuta gli audaci". Leggi tutto: www.repubblica.it/politica/2018/08/01/news/paragone_rai_foa-203116314/

Questa è una lotta tra chi vuole mantenere il carrozzone politico con tutti i privilegi ma soprattutto con gli scheletri e chi vuole fare a piccoli passi un cambio etico e morale verso la giustizia sociale.. È una guerra!!

Dopo il caso Savona, ora è la volta del caso Foa. Questi dinosauri non intendono mollare l'osso! Dovremo invocare la caduta di un meteorite per accelerarne l'estinzione? Spero tanto che alla fine lei possa ricevere l'incarico, altrimenti sarebbe un'altra occasione persa per avere una Rai più sana.

Continua a lottare,stiamogli addosso,quelli che parlano di un uovo e neanche una parola su 6 milioni di italiani in stato di povertà devono essere distrutti! Avanti tutta,senza paura!

Di una cosa sono sicuro: Pd e Forza Italia hanno davvero poco da festeggiare. Pagheranno un conto salatissimo per questa ennesima mossa mafiosa... E Lei, in un modo o nell'altro, avrà sicuramente un nuovo ruolo da ricoprire. Sono schifato, ma mi sforzo di cogliere il lato positivo. I Cinque Stelle non sono alleati della Lega, e ciò nonostante sono infinitamente più leali ed affidabili dell'alleato storico Berlusconi. La Lega, anche se per molti aspetti continua a non piacermi, ha solo da guadagnarci smarcandosi da FI e avvicinandosi alle posizioni civili e democratiche del MoVimento. Credo che il "caso Foa", in un modo o nell'altro, darà un ulteriore contributo a questo riassetto di equilibri.

Comunque, grazie alla sua nomina, sia in TV che sul web la sua fama si è accresciuta a dismisura in pochi giorni. Ha dato la possibilità a milioni di cittadini di fare la sua conoscenza e di recepire le sue opinioni che io condivido in pieno. Questo non è poco. Dott. Foa, con la Rai o senza Rai, Lei avrà un grande futuro. La sosterrò sempre e con Lei anche il libero giornalismo indipendente.

Questi di Forza Italia sono una vera vergogna. Ma ciò che ormai si evince, è il fatto che sono usciti chiaramente allo scoperto come alleati del PD e della sinistra. Spero che Salvini è la Lega ne traggano le conseguenze e blocchino qualsiasi tipo di ulteriori accordi con questo partito. NON SONO PIU' AFFIDABILI...

Piena solidarietà. Non si arrenda. Non si dimetta. Quella banda di stregoni delle fake news non vincerà. Lei ha la piena attenzione degli Italiani che hanno capito tutto e la difenderanno. Quella banda di comunisti non vincerà! Se questa è l'Italia, siamo finiti. Basta!

Spero tanto che la lega mandi definitivamente a quel paese forza Italia

La decisione della Commissione costituisce la conferma del Suo Valore! Vada avanti, abbiamo bisogno di persone come Lei nel mondo dell'informazione. In bocca al lupo!

Ma veramente esiste qualcuno in Italia che pensa che il PD e gli altri favorevoli all'accoglienza indiscriminata degli immigrati lo siano per il bene degli immigrati, per spirito di compassione!!! È come pensare ancora che Berlusconi, Renzi, Lorenzin, Formigoni, Verdini, Santanche, De Lorenzo abbiano imposto i vaccini perché preoccupati per i nostri figli e per i poveri immunodepressi!!! È come pensare che Berlusconi sia contrario alla nomina di Foa e vuole lui scegliere il candidato per tutelare meglio la libertà di informazione!!!

Lei presidente della Rai è quello che vuole la maggioranza del popolo italiano...non si molla!!!!!!!!! facciamo un referendum io sono obbligata a pagare il canone e ho diritto di scegliere chi deve rappresentarmi

E' lei il nostro presidente, in quanto consigliere anziano lei ha tutto il diritto di ricoprire il ruolo che le spetta. Non faccia nessun passo indietro, abbiamo bisovno di una Rai libera dalle influenze dai loschi figuri che da anni ne stanno facendo scempio al solo scopo di dare una informazione di parte a discapito della parte buona del paese.

Va bene. Il presidente deve sceglierlo il parlamento con questi metodi... in pratica dobbiamo essere dipendenti di pd e forza italia. Non ha senso ma va bene. Ma come consigliere anziano di amministrazione, la presidenza spetta a lei, fino a quando non sarà trovata una soluzione. E la decisione di dimettersi da cda anziano, spetta solo a lei, e lei non deve rispondere alla politica ma solo ai cittadini nel suo lavoro di giornalista. Quindi resti al suo posto come consigliere anziano d' amministrazione e rispetti il nostro volere.

Non si dimetta! Questa è la preghiera che non le rivolgo solo io ma milioni di Italiani. Lei deve essere il presidente del nostro servizio pubblico e lo potrà essere ancora, come consigliere più anziano, se non fará un passo indietro. Non si dimetta ... siamo in guerra ... ormai è chiaro a tutti che l'informazione libera fa paura, per questo non bisogna arretrare. La prego... dipende solo da lei.

Caro Foa Lei è l'ultima vittima di un lungo e triste canto del cigno di un ex leader che passati gli 80 anni, forse in preda ad uno sbalzo di umore, ha preferito silurare un personaggio di grande cultura e carisma come lei per la pure gelosia che nutre nei confronti di un rampante leader, con la metà dei suoi anni, che sta facendo risultati impensabili.

Non ho parole per la pochezza delle opposizioni, in particolare per Forza Italia che tuttavia non stupisce. Spero ci sia davvero un sistema (come suggeriva ieri Claudio Messora) per farle comunque svolgere quel ruolo. Lei è più che meritevole, e l'informazione di questo povero paese ha un gran bisogno di professionisti onesti come lei.

Da componente anziano, assuma la presidenza, "futtitinne"! I furbi vanno sconfitti con le loro stesse armi, ne va del futuro di questo paese.

Se non si partecipa a riunioni a porte chiuse ( Bilderberg-Maggioni), cosa tra l'altro deontologicamente incompatibile col ruolo di giornalista e presidente della Rai, visto il fatto che ciò che viene detto in queste riunioni rimane segreto, e non si è presidente in Italia della commissione trilaterale (Maggioni), il presidente della Rai non lo puoi fare. Marcello, siamo con te!!!

Verrebbe voglia di sperimentare questa alleanza FI , PD, L€U nelle urne. Berlusconi si e' autoseppellito , politicamente. I suoi uomini, hanno dato la dimostrazione definitiva di essere solo dei burattini comandati a gettone, come i vecchi juke box. Orma i non rappresentano più nessuno, tra gli elettori di centro destra. Il suo sacrificio, presidente Foa, almeno a qualcosa servirà. A toglierci dai piedi un partito di plastica, come il suo proprietario.

Sei troppo Signore, Marcello. Forza Italia è uscita fuori allo scoperto, segnalandosi per quello che è sempre stato: un partito dell'estabilishment, della conservazione ed un affidabile alleato del PD. Direi che si sono scavati la fossa. Gli ultimi creduloni che ancora li votavano (i sondaggi li danno al 7-8%) da oggi, probabilmente, non lo faranno più... o si voteranno direttamente il PD. Comunque, grazie Marcello. Ci hai messo la faccia, la storia, l'onestà intellettuale che chi ti conosce da tempo apprezza e stima immensamente. Non tutto è perduto... e non è stato invano.

Lei è il più anziano nel cda,deve continuare nel ruolo per cui era stato nominato presidente,gli italiani hanno capito ,vogliamo un informazione più libera e equilibrata!!!

Mi spiace moltissimo mi creda. Se ce ne era bisogno ancora per capire , abbiamo un ulteriore prova che PD e FI sono le due facce della stessa medaglia. Non molli presidente....

Salvini deve imporsi con forza perché non ha fatto discussioni sul nome della Casellati al senato. Lui è corretto mentre quelli di FI sono politicamente scorretti!! 👿

Ora abbiamo visto tutti le posizioni di FI, possiamo solo sperare che gli elettori di questo partito lo abbandonino in massa. Spero che ci siano ancora speranze per Lei.

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Ringrazio il CdA della Rai per la fiducia accordatami e attendo con rispetto il voto della Commissione Parlamentare di Vigilanza della Rai.
Esprimo apprezzamento per il clima molto costruttivo della riunione odierna e sono davvero lieto di partecipare a un Consiglio composto da personalità così competenti e preparate.
Nel ricordare il mio percorso professionale ho ribadito il mio impegno a garantire l’autonomia dei giornalisti per un’informazione di servizio pubblico che sia autorevole, indipendente e autenticamente pluralista.
La Rai è una risorsa per il Paese e non solo per l’informazione, risorsa che va onorata e difesa nell’interesse esclusivo dei cittadini.
Le logiche della partitocrazia sono estranee ai miei valori e alla mia cultura che, invece, contemplano un solo impegno incrollabile: quello nei confronti di un giornalismo libero, trasparente e intellettualmente onesto, senza pregiudizi ideologici.
... See MoreSee Less

Ringrazio il CdA della Rai per la fiducia accordatami e attendo con rispetto il voto della Commissione Parlamentare di Vigilanza della Rai.  
Esprimo apprezzamento per il clima molto costruttivo della riunione odierna e sono davvero lieto di partecipare a un Consiglio composto da personalità così competenti e preparate.
Nel ricordare il mio percorso professionale ho ribadito il mio impegno a garantire l’autonomia dei giornalisti per un’informazione di servizio pubblico che sia autorevole, indipendente e autenticamente pluralista. 
La Rai è una risorsa per il Paese e non solo per l’informazione, risorsa che va onorata e difesa nell’interesse esclusivo dei cittadini.
Le logiche della partitocrazia sono estranee ai miei valori e alla mia cultura che, invece, contemplano un solo impegno incrollabile: quello nei confronti di un giornalismo libero, trasparente e intellettualmente onesto, senza pregiudizi ideologici.

Comment on Facebook

Ormai Pd e Fi viaggiano insieme, Lei sta inaugurando un'informazione onesta e veritiera,un giornalismo imparziale,spero lo possa realizzare in questo caos che è diventato il paese, un completo rovesciamento dei valori moral e della realtà.La Rai deve ritornare ad informare gli Italiani e non più ad essere di parte!

Forza Italia deve decidere se essere responsabile del cambiamento o scomparire. Auguri La Rai è stata dalla nascita lo specchio Delle urne. Oggi è uguale. Foa, piaccia o no, rappresenta ciò che oggi il Paese pensa. Idem Del noce o Baldassarri prima. Lagnarvi serve a poco. Non capirlo è da partigiani di qualcuno o rosicate per qualcun'altro. E se qualche illuminato o forbito si lagna per la deriva "reazionaria del paese".. È solo il risultato dei vostri capolavori. 13 anni di smantellamento del sistema stato e dello stato sociale. Appecorati verso l'eurocrazia. Risultato: questo. Ergo ..poche lagne o indignazione. È farina del vostro sacco. Uno stato reazionario "reagisce" sempre a qualcosa. A sto giro ha reagito a voi spocchiosi,classisti, inetti , suppostoidi boniniani dalla puzza sotto il naso e alla vostra politica odia poveri.

Nonostante il dissenso politico nei suoi confronti pare che la sua nomina anche anche con parere contrario della commissione di vigilanza sia cosa fatta, visto che lei è il consigliere più anziano mi corregga se sbaglio. Comunque sono con lei tifo x lei e la stimo molto. Se poi mi licenzia qualche personaggio mangia stipendio e inutile le do un bacio 😁👍👋

Se lei parla di un giornalismo intellettualmente onesto e libero allora ecco che parte del Centro-Destra la farà fuori......da quelle parti ciò che è onesto e libero non ha grandi spazi!

Caro Foa, quando ho sentito che era stato nominato alla presidenza della Rai non ci credevo. Poi ho iniziato a crederci davvero, fino a quando ho capito che le cose non sono così facili. Qualcuno più arguto di me mi ha suggerito che il suo nome fosse stato fatto da Salvini per liberarsi una volta per tutte di Berlusconi. Il suo un nome troppo distante da certe posizioni. Spero non sia così.

Mi rallegro e spero davvero che ci sia un cambiamanto REALE della comunicazione, nella comunicazione. Le persone perbene in questo Paese ci sono e anche se hanno poca voce, pagando un canone, hanno ampiamante diritto DI RICEVERE UNA INFORMAZIONE DEGNA DI UN PAESE CIVILE. Quella attuale era ed è penosa e avvilente...e poi dove sono finiti quei bei programmi di livello di anni e anni fa...? Aspettiamo cose belle, e si ricordi....che gli italiani NON HANNO BISOGNO DI UN TALK POLITICO AL GIORNO (che non è vero che "toglie il medico di torno", semmai stronca i medesimi per il livello becero a cui sono arrivati)..... Un paio di trasmissioni alla settimana sono più che sufficienti e SAREBBE ANCHE MOLTO MEGLIO abolire le figure dei conduttori a favore dei "moderatori" che devono solo vigilare che si si rispettino le regole ...chi non si ricorda dei vari Zatterin e Jader Jacobelli ...nelle amate tribune politiche?.in quel genere di trasmissioni tutti avevano gli stessi tempi per esprimersi e gli stessi per replicare e soprattutto si mettevano in grado gli ascoltatori di capire qualcosa, cosa CHE ORAMAI NON AVVIENE DA TEMPO. Infiniti auguri.

Complimenti e buon lavoro. Sono certo che Lei saprà ben interpretare quell 'informazione che finora è stata spudoratamente di parte a vantaggio di un pensiero politico. L'informazione deve essere " obiettiva" senza secondi fini atti a indottrinare ideologicamente i fruitori del servizio RAI che, sono sicuro, tornerà ai vecchi splendori.

Spero davvero con tutto il cuore che il voto sia a Lei favorevole, la seguo da svariati anni e posso dire che Lei gode di tutta la mia stima: un Giornalista serio (il maiuscolo non è un errore), preparato, competente ed estremamente corretto. Sarebbe finalmente un Presidente Rai con la P maiuscola.

Attenzione! Cercasi vera Informazione. Perché se non state accorti, la propaganda può trasformare un moscerino in un elefante e un elefante in un moscerino. E' ciò che è accaduto sostanzialmente finora. So, Marcello Foa is so much welcome in RAI.

Nutro anche io la speranza della conferma. Gia il fatto in se’ denota se non altro un onesto tentativo di cambiamento, ma... Temo che, visto il clima politico di questa nomina, le legheranno mani e piedi.

Spero lei non abbia intenzione rinunciare! Se non ha voglia farlo per lei (cosa che arrivo comprendere) lo faccia pensando al bene degli italiani. Non avendo mai avuto una guida seria non se ne rendono conto, ma hanno teste obnubilate dal pressappochismo. Se non si fa qualcosa (anche la minima) rischieranno non capire mai la distanza intercorrente dal vero al falso. So chiederle uno sforzo enorme, ma se non si inizia mai accendendo luce inutile prendersela, poi, con la cecità. Mi faccia due favori! Affidi un programma a broccoli e la smetta spendere con la Botteri. Se fa queste due cose è già in una botte di ferro! Auguri

Questione quanto mai complicata, la possibilità di realizzare un cambiamento radicale nel Paese passa anche attraverso la gestione del Quarto Potere. O si rivolge verso il pluralismo, la diffusione dei fatti prima che delle opinioni, o il regresso della cultura popolare resta non reversibile. Foa è una delle persone più adatte a realizzare questi obiettivi, resta da vedere con quale supporto e in che contesto. Credo sia uno degli aspetti cruciali per il futuro italiano.

Qualcuno ha parlato di un possibile passo indietro e io lo temevo e c'ero rimasta male. Ho letto con gioia il suo comunicato e mi compiaccio per lei ma soprattutto per gli italiani se la sua nomina andrà a buon fine!

Insomma alla fine si è occupata la Rai come gli altri governi, dov'è il cambiamento, un posto a me (5 stelle) l'altro a te (lega), si urlava contro l'occupazione della Rai, quando erano gli altri!!!

Marcello contiamo su di lei per recuperare questa povera azienda che non possiamo più seguire: né radio né tv! Non è ammissibile la faziosità di ogni trasmissione, di ogni giornalista, sono soltanto indirizzati verso una sola parte politica... ne ho la nausea! Ormai non sento più neanche le mie trasmissioni preferite😕

Avrei voluto aspettare domani per farle le congratulazioni,ma.dopo aver visto il video di Messora, ho deciso di fargliele adesso,comunque vada,dott Foa,grande stima per lei!

Se Foà ce la fa, forse l’informazione in Rai diventa professionale, competente e precisa. Non si dimentichi che Marcello Foà ha avuto un percorso notevole in Svizzera, dove il pressappochismo, le pagliacciate e altre peculiarità come l’essere di parte non sono all’ordine del giorno. Forza Marcello, come Salvini, anche tu ce la farai.

Auguro che Lei venga insediato, glielo auguro per il bene di questo Paese sottoposto per tanta parte, purtroppo, fino a ieri, per anni, a un processo "stalinizzante" di lavaggio del cervello.

La sua nomina Dott. Foa è un altro segno di grande cambiamento. Noi vogliamo giornalisti come lei. Sono felice per la mia generazione di cinquantenni e passa. Siamo stati coraggiosi, ci siamo spalleggiati l'un l'altro e il domani sarà tutto da costruire e in meglio. Approfitto qui per ringraziare un settantenne. Senza di lui, non saremmo qui. Beppe Grillo.

E poi come dice Claudio Messora, in mancanza del presidente e in sede vacante, è il vice presidente il facente vece, che per statuto deve essere il membro più anziano del cda... ovvero Marcello... 😉

#MarcelloFoa docet. Piena solidarietà al Presidente #Rai, Marcello Foa. Non si arrenda. Non si dimetta. Quella banda di #stregoni delle #fakenews non vincerà. Lei ha la piena attenzione degli #Italiani che hanno capito tutto e la difenderanno. Quella banda di comunisti non vincerà! Se questa è l'#Italia, siamo finiti. Basta!

in base a quello detto fino a poco fà F.I e Pd non voteranno Marcello Foa mi chiedo quali nomi propongono f.i e pd ? un tg serio e onesto in merito al lancio delle uova che ha ferito all'occhio una sportiva italiana di colore dovrebbe anche aggiungere che pochi giorni prima in quella stessa città sono state colpite dalle uova anche 2 ragazze e un pensionato, non se ne è parlato perchè loro sono bianchi e italiani al 100% se foa non fosse confermato e i prox sondaggi daranno f.i. e pd alle stesse percentuali o forse meno significa che hanno fatto flop.

Ricomincerò a guardare la Tv, ultimamente preferisco i social, sono stufa di programmi riciclati e tg anti italiani, spero solo nessuno metta i bastoni tra le ruote..

Liberi e Uguali insieme con Forza Italia fa saltare la nomina a presidente Rai di Marcello Foa, voce libera, non allineata e anti-mondialista. Un caso da manuale: la scaltra Destra liberista del Danaro tutela il proprio interesse economico, la sciocca Sinistra libertaria del Costume la legittima servizievolmente con la propria idiozia cosmica. Diego Fusaro

Spero vivamente che lei venga confermato.Grande stima per lei è la sua serietà professionale che arricchirebbe l'informazione nel nostro paese.

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Un solo pensiero: grazie! ... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Complimenti vivissimi e buon lavoro! Sono felicissima che finalmente la Rai sia in buone mani. Attualmente è molto scadente e l'informazione è a senso unico, assolutamente intollerabile

Congratulazioni! Credo che non poteva essere fatta scelta migliore. Con te ora la RAI potrà tornare a svolgere il suo ruolo libera dai condizionamenti politici. Lontana dalle logiche della spartizione che l'hanno condizionata in tutti questi anni!

Probabilmente tornerò ad essere un telespettatore della RAI. Marcello Foa è in assoluto la miglior scelta, uno dei pochissimi giornalisti italiani corretti, onesti, perbene. Se non riuscirà lui a cambiare la RAI vorrà dire che è impossibile farlo

Senta ne piene le scatole di gente piena di ironia da donare al mondo che mi scrive senza che la conosca o venga interpellata. Mi lasci stare. Grazie

Complimenti, soprattutto per l'onestà intellettuale che apprezzo molto. le auguro di mantenerla!

Penso che il miglior augurio sia questo: Lo Spirito Santo vegli su di lei, la guidi nel suo lavoro e la ispiri nelle sue decisioni senza mai lasciare che il mondo o il denaro prendano il posto dell'uomo e della vita. Che lo Spirito Santo la accompagni sempre.

Congratulazioni. 🎉 Sarai la persona giusta per un cambiamento epocale. Sempre se la politica, Conte , Di Maio, Salvini restino coerenti con ciò che deve essere fatto. Tu cambierai l’informazione ! Grande 🙌🏼

Congratulazioni, nessun altro nome mi avrebbe dato più gioia, e finalmente potrò guardare la RAI,,,,,,,

Caro Marcello Foa, con te finisce l'era delle tenebre, della manipolazione, dei think tank che vogliono sostituire la democrazia con i poteri oligarchici. Ovvero, ce lo auguriamo, perchè sappiamo bene lo smisurato potere di certe organizzazioni, ma noi siamo con te.

GRANDISSIMO!! Una delle notizie più straordinarie, emozionanti e cariche di speranza degli ultimi decenni. Inboccalupo Marcello Foa!! 🍀La Comunicazione, l'Informazione e la Libertà hanno oggi uno straordinario paladino. Prima di essere come Montanelli, sii Marcello Foa ..farà una grande differenza. (Y)

Congratulazioni!!! Un autentico grande giornalista che si merita l'incarico che gli è stato conferito!

Una scelta finalmente che mi rende felice ! Buon inizio di un bel cambiamento.

BUON LAVORO MARCELLO! Nani e ballerine, pariolini manipolatori e lustrascarpe di ogni tempo hanno riempito le nostre case con la menzogna, l'unica vera comunicazione cui essi sono sempre stati avvezzi... Eppure la musica sta cambiando e quella mano sulla bocca servirà solo a sopportare meglio il lezzo che esala dalle vostre ombre...Questo spero che diventiate, le ombre della stagione più buia che la RAI ha mai attraversato. Oggi, agli dei piacendo, un raggio di luce ha squarciato quel buio portando Marcello Foa alla Presidenza della RAI! Marcello è un uomo dalla schiena dritta, mai chinatosi ai poteri forti, un attento analista delle tecniche di manipolazione dell'informazione che hanno contribuito a piegare le gambe al nostro popolo. Un ringraziamento doveroso va rivolto a Claudio Messora, che anni fa lanciò Marcello con una delle sue intervista di Byoblu (Claudio...sei sempre il solito!!) Forza Marcello, avanti tutti insieme con la schiena sempre dritta! Alberto Micalizzi www.facebook.com/100005796992056/posts/842584942611398/

È emozionante ascoltare questo suo video messaggio!!! Si goda la meritata vacanza così da avere rinnovate energie per l'impegno che l'aspetta!!! Grazie davvero per la sua onestà intellettuale!

Grazie a lei per aver accettato un incarico che finalmente tornerà a dare prestigio alla Rai... Una scelta meritata per la sua onestà intellettuale e indipendenza....Buon lavoro....

Sig. Marcello Le confesso che fino a qualche ora fa nn la conoscevo nn ostante mi reputo un attento osservatore della vita politica e sociale del nostro Paese. Da subito per cercare di avere un minimo di giudizio ho ascoltato alcune sue analisi nei confronti dei media e ho capito che il 4 di marzo e ancor prima nel 2013 nn mi sono sbagliato. Come Le dicevo, condivido totalmente le sue analisi ma una cosa che Lei nn dice o forse nn ho ancora ascoltato è che il sistema già ha messo mano per fermare la Rete e in particolare FB. In tal proposito Le volevo chiedere, visto che andrs a dirigere la RAI, pensera di creare un social tutto Italiano o Europeo aperto al Mondo in modo da difendere l'ultima frontiera dell'informazione ?

Sincere congratulazioni. E' sicuramente la persona più idonea a ricoprire tale ruolo. Sono sicuro che con Lei finalmente in RAI si possa avere quell'imparzialità che purtroppo in questa azienda sta mancando da troppo tempo!!!Buon lavoro !!!

Io sono davvero felice per questa nomina. La seguo da tanto, per cui conosco bene la sua serietà, il suo buonsenso, e la sua professionalità. Vedere che un incarico così prestigioso, è stato assegnato ad una persona che lo merita, mi riempie di gioia. Le auguro davvero buon lavoro e tanta serenità. Congratulazioni vivissime.

Marcello probabilmente anche FI non sosterrà la tua nomina e quindi è probabile che non riuscirai ad essere il Presidente, per l'ennesima volta non viene messa in discussione la professionalità, il CV ma le tue idee e la tua libertà di opinione. A prescindere da come andrà a finire questa storia, avrai sempre la massima stima e fiducia di tutti coloro che credono nel merito, nell'indipendenza e nella vera professionalità, che contrastano da sempre le assegnazioni clienterali facilmente controllabili e manipolabili.

Dopo anni di vera e propria occupazione del sistema informativo da parte del sinistrume, si tratta sicuramente di una svolta. Pdioti e giornali di De Benedetti hanno iniziato già ad insultarla (l'unica cosa che possono fare. Tanto i loro lettori ed elettori hanno l'encefalogramma piatto, quindi continueranno a bersi le loro scemenze). Buon lavoro, sarà molto dura ed avrà bisogno di appoggio contro certa gentaglia pronta a tutto per riconquistare il potere appena perso.

Auguri, con la speranza che finalmente si possano rivedere programmi decenti e telegiornali privi di faziosità. I giornalisti di regime da trasferire alle TV locali dove possano avere meno ascoltatori.

Nomina meritatissima, tornerò dopo anni a seguire i canali Rai, nella speranza che la fogna mediatica del passato sia finalmente sepolta.

L'annuncio della sua nomina mi ha lasciato a bocca aperta! Stupore di tipo piacevole, si intende, abituato a nomine di altro genere dal passato. Non potrei pensare ad un candidato migliore. Fantastico! Buon lavoro e in bocca al lupo per il lavoro che la attende! Credo che chiunque la conosca un minimo abbia di che gioire... 🙂

Grazie a lei per la sua onesta' intellettuale! Abbiamo bisogno di persone cosi'! Buon lavoro!

Grazie Direttore, finalmente abbiamo mandato in pallone i trombettieri dell'informazione italiana e non solo. Anche se in questi giorni la Telecom è in sciopero con la mia connessione web, ho già potuto constatare un formicolio di faziosi denigratori. Avanti tutta Foa. Se tutti ci attaccano,verosimilmente significa che siamo sulla strada giusta.

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Sono orgoglioso ed emozionato per la nomina a presidente della Rai, che è giunta inaspettata nell’arco di pochissime ore.
Ringrazio di cuore il primo ministro Giuseppe Conte, i vice premier Matteo Salvini e Luigi di Maio, il sottosegretario alla presidenza Giancarlo Giorgetti, il ministro dell’economia Giovanni Tria per la fiducia accordatami.
Mi impegno sin d’ora per riformare la Rai nel segno della meritocrazia e di un servizio pubblico davvero vicino agli interessi e ai bisogni dei cittadini italiani.
Sin dai tempi del mio maestro Indro Montanelli, mi sono impegnato per un giornalismo intellettualmente onesto e indipendente e da oggi rinnovo questo impegno morale nei confronti dei giornalisti e di tutti i collaboratori della Rai.

Grazie di cuore al Gruppo Corriere del Ticino per questi splendidi anni trascorsi assieme. E’ stato un onore, lascio con commozione una squadra meravigliosa.
... See MoreSee Less

Sono orgoglioso ed emozionato per la nomina a presidente della Rai, che è giunta inaspettata nell’arco di pochissime ore. 
Ringrazio di cuore il primo ministro Giuseppe Conte, i vice premier Matteo Salvini e Luigi di Maio, il sottosegretario alla presidenza Giancarlo Giorgetti, il ministro dell’economia Giovanni Tria per la fiducia accordatami. 
Mi impegno sin d’ora per riformare la Rai nel segno della meritocrazia e di un servizio pubblico davvero vicino agli interessi e ai bisogni dei cittadini italiani. 
Sin dai tempi del mio maestro Indro Montanelli, mi sono impegnato per un giornalismo intellettualmente onesto e indipendente e da oggi rinnovo questo impegno morale nei confronti dei giornalisti e di tutti i collaboratori della Rai.

Grazie di cuore al Gruppo Corriere del Ticino per questi splendidi anni trascorsi assieme. E’ stato un onore, lascio con commozione una squadra meravigliosa.

Comment on Facebook

Che notizia meravigliosa. L'ho letta sul FQ dieci minuti fa e ho fatto un salto sulla sedia. Uno dei pochissimi Giornalisti, con la G maiuscola, che stimo e che seguo da anni. E' la prima volta in vita mia che vedo come Presidente della RAI una persona che si è distinta per la ricerca della verità e che si è preoccupato di divulgarla a noi del popolo. Che meraviglia. Sarà bello guardare finalmente un TG 123 senza sentirsi profondamente presi per i fondelli. In bocca al lupo e complimenti vivissimi!

La diffusione di bugie pericolose, soprattutto quando si parla di salute, è una cosa gravissima. A causa di queste bugie molte persone fanno scelte sbagliate, non si curano, non vaccinano i figli. La conseguenza di questo è la morte di alcune persone. Il neo-presidente della RAI, Marcello Foa, in questa intervista inanella - parlando di vaccini - una serie di menzogne inqualificabili. In Svizzera la gente non si vaccina ma sta ugualmente bene, il morbillo è una sciocchezza, dodici vaccini sono troppi (gliel'ha detto un suo amico), fanno venire le allergie, provocano uno shock, danneggiano l'equilibrio del sistema immunitario. Insomma il repertorio solito dei cavernicoli antivaccinisti, che hanno fatto dell'ignoranza e dell'egoismo la loro regola di vita. Dopo avere sparato questa serie incredibile di falsità, dice che in molti stati la gente si vaccina spontaneamente. Certo, lo fa perché è informata correttamente. Se questo signore si crede di potere fare disinformazione mortale con i soldi del nostro canone, magari affidando la comunicazione su questi temi delicatissimi ai cialtroni che gli hanno detto queste baggianate (alle quali lui, giornalista, ha avuto la colpa di credere, visto che le fonti dovrebbe saperle distinguere), si sbaglia. Penso sia il caso di dirglielo con grande decisione. Le balle mortali con i nostri soldi non le racconterete MAI. Qui l'incredibile intervista youtu.be/YWUA2x4Q87M

Complimenti vivissimi e tantissimi auguri per il suo lavoro!! Finalmente la persona giusta per un ruolo così importante! Veramente una bellissima notizia, sembra incredibile!!

Aria fresca. finalmente, in quella cloaca maleodorante che è diventata l'informazione della RAI. ... Magari ora un posticino anche a Milena Gabanelli, a Claudio Messora, a Mauro Giordano, distribuiti tra rai1, 2 e 3, ....non sarebbe male....😃 Buon lavoro!

Avanti tutta 🇮🇹

Sto proprio leggendo il suo libro sul ruolo degli Spin Doctor, ne avevo seguito la presentazione con Bagnai. Lei è la persona giusta al posto giusto. Congratulazioni, per la prima volta sono felice di questa nomina alla Presidenza della Rai che non guardavo più da anni.

Auguri caro Marcello se è accolto da Diego Fusaro e Alessandro Di Battista é il benvenuto 💥e mi raccomando faccia PULIZIE che la rai ne ha tanto bisogno,sono anni che non la guardo,e Travaglio Gabanelli e Giordano che fine faranno?Comunque buon lavoro💥💥💥💥💥💚

Buon lavoro Presidente, noi del Parlamento ci aspettiamo più diritti per gli invisibili della Rai che sostanzialmente ne sono il motore della programmazione..mi riferisco alle partite iva a contratto...basta alle enormi diseguaglianze...

Anche se fosse un fake, sarebbe un ottima news. Buon lavoro Presidente! Condivido con Lei l'emozione, nella speranza di poter a breve condividere anche l'orgoglio. Forse sarà un ambientino un po' diverso dal Corriere del Ticino, ma non si preoccupi! Sono sicuro che anche in RAI esistono ottimi professionisti (magari in sonno) che, opportunamente stimolati, potranno dare nuovamente credito e lustro all'informazione pubblica.

Con somma stima per il tuo lavoro svolto sin'ora sui vari social e con grande affetto ti auguro tutto il bene che si possa, una grandissima tenacia e determinazione per far tornare la rai il bench mark di riferimento a livello internazionale coni vari programmi che potrai indirizzare e una cultura di livello internazionale, che valorizzi il nostro Paese, purtroppo vituperato per interessi speculativi finanziari, buon lavoro Marcello

Lasci stare la.meritocrazia, e promuova la meritorietà. La meritorietà è il principio di organizzazione sociale basato sul “criterio del merito” e non già del “potere del merito”, quale è la meritocrazia. E’ certo giusto che chi merita di più ottenga di più, ma non tanto da porlo in grado di disegnare regole del gioco – economico e/o politico – capaci poi di avvantaggiarlo. Si tratta di evitare che le differenze di ricchezza associata al merito si traducano in differenze di potere decisionale. Non è accettabile che tutti gli uomini vengano trattati egualmente – come vorrebbe l’egualitarismo. Tutti però devono essere trattati come eguali, il che è quanto la Meritocrazia non garantisce affatto. Mentre la Meritocrazia invoca il principio del merito nella fase della distribuzione della ricchezza, la meritorietà si perita di applicarlo anche nella fase della produzione della ricchezza, mirando ad assicurare l’eguaglianza delle capacità. Ecco, dunque. Lasci perdere lo slogan della meritocrazia.

Dottor Marcello Foa, gli ho telefonato io... ahahhahahaha... 🤣🤣🤣🤣 Tanti complimenti... la cosa mi fa estremamente piacere ma non mi sorprende affatto. Lei merita perché è un professionista serio e all'altezza del compito. Ad majora... ah, tenga presente Claudio Messora. 😉

Dimezzate i compensi milionari,a conduttori e sostituite con giovani talenti, persone che per decenni hanno munto la mucca Rai, non se ne può più,sempre le stesse persone, quanto dobbiamo vivere 150 anni per vedere facce nuove in tv ,.

Ma quanto sono felice, tanto quando si è formato questo governo,mi è sembrato di respirare per la prima volta,i miei polmoni si sono dilatati all’improvviso,una sensazione di cambiamento e di libertà di dignità. E come se mi fossi accorta improvvisamente che noi Italiani esistiamo, ci siamo,e possiamo parlare dire la nostra senza paura,finalmente,quella velo, quella cappa di pesantezza che ci opprimeva si è strappato si sta aprendo. E noi? respiriamo,parliamo e danziamo incontro a un futuro tutto nuovo per il mio popolo. Grazie Giuseppe Conte, Luigi Dimai, Matteo Salvini, Paolo Savona e tutti.

Auguroni, sarà un compito difficile, i parassiti politicizzati dei quadri le faranno la guerra in ogni modo, intralciando, rallentando, boicottando. Sia più duro di loro, non cerchi consenso ed usi la scure. Meglio essere temuti che amati. Buona fortuna!

Complimenti e coraggio!

Una persona competente al posto giusto! Tanti auguri e buon lavoro! Voglio vedere una RAI completamente diversa! Ribaltatela! APRITE i cassetti e tirate fuori tutto! Tanti auguri ancora, Marcello! 🙂

Stupendo, eccezionale, un vero cambiamento. Un grandissimo e commosso abbraccio, un enorme in bocca al lupo per il monumentale compito è un incoraggiamento totale... ed un felice “l’avevo detto “, anche se con più speranza che sicurezza...😉

allora votare conta davvero, da ex convinto astensionista non ne ero convinto, ma mi devo ricredere. buon lavoro e, soprattutto, buona fortuna, il difficile comincia ora!

Auguri Presidente.Riporti il servizio pubblico al ruolo che gli compete,espressione di un popolo in trasformazione, aperto al mondo,ma rispettoso delle tradizioni, della cultura, dell'italianita'.Auguri sinceri.

Una bella notizia che dimostra quanto questo governo stia provando ad innescare un catartico cambiamento di rotta. Congratulazioni e buon lavoro Dottor Foa ( e mi raccomando...lotta senza quartiere alle fake news! 😉 )

Non ci potevo quasi credere, le cose stanno cambiando davvero! Congratulazioni a un professionista serio, capace e intellettualmente onesto, e i migliori auguri di buon lavoro!

L'avevo letta un'ora fa sul "Messaggero"!!! Visto che ormai l'ho ribattezzato "Menzoniero" non sapevo ancora se era una proposta o già una nomina!!! Ora che l'ha confermato lei posso farle i miei migliori auguri per un ottimo lavoro e davvero complimenti!!! Finalmente alla Rai torna chi fa vera informazione. Adesso sì che si potrà ricominciare a guardare!!! 😉

Congratulazioni! Non ho più la TV dal 2006, anche per come è diventata la RAI. Spero mi faccia cambiare idea. Auguri di buon lavoro e rifugga dai leccac..o!

Auguri e complimenti! Finalmente con lei, ci sará un cambiamento radicale riguardando la vera informazione obiettiva e imparziale. La RAI tornerà ad essere un vero servizio pubblico. Buon lavoro

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Buona serata a tutti voi da Skyros, in Grecia. Un’isola magica. ... See MoreSee Less

Buona serata a tutti voi da Skyros, in Grecia. Un’isola magica.

Comment on Facebook

FELICE VACANZE PRESIDENTE!

Buone vacanze Marcello!

Complimenti e auguri, Presidente!

Congraturazioni al nuovo Presidente della Rai Marcello Foa!!!

Grecia. Lo strano incendio – Scrive Xersee (via Giorgio Vitali): “Le macchine bruciate presentano tutte le stesse caratteristiche: parti in vetro sciolte ma non rotte non si vedono residui per terra e comunque vetri assenti, sia fanali che vetri dei finestrini (il vetro delle macchine ha punto di fusione a 1550 gradi), tutte le parti in plastica esterne ed interne sciolte, cerchioni probabilmente in lega sciolti, con scie nell'asfalto...” - Continua: www.circolovegetarianocalcata.it/2018/07/26/grecia-lo-strano-incendio-e-le-toasted-cars/

Buone vacanze!

Auguri presidente

Scappa da lì,potrebbero colpire anche te con le armi a energia diretta a microonde 😪😪

Buone vacanze!😊

Tanti auguri per la nomina!

Congratulazioni! Non potevamo avere presidente migliore! In bocca al lupo

Sì riposi presidente

Buone vacanze !

Complimenti Auguri Sig Marcello !!!!!

Buone vacanze!

Ci sono stata per due estati consecutive alcuni anni fa. Splendida, selvaggia, con turismo pressoché completamente greco... si mangiano aragoste spettacolari ... ottima scelta Presidente!!

Congratulazioni Marcello Foa per la tua nomina e per noi l'augurio che tu possa fare di un carrozzone mediatico senza senso una vera, tempestiva e soprattutto veritiera azienda di informazione. Un compito arduo ma che gli Italiani si meritano. Complimenti.

Benvenuto in Grecia! Buone vacanze grande direttore 🙂

BELLISSIMA LA GRECIA! INDIMENTICABILE SANTORINI! SPERO CHE PRESTO RITORNI TUTTO NELLA NORMA! LA MIA SOLIDARIETA' PER TUTTI COLORO CHE SONO STATI COINVOLTI NELLA RECENTE TRAGEDIA!

Complimenti per la nomina in Rai e buon lavoro! Finalmente tornerà un'informazione imparziale!

Congratulazioni !!!

Che meraviglia. Buone ferie

si riposi che dovra affrontare delle battaglie , mi sembra un posto magico che bello, buona serata

Buona vacanza! ☺️

buone vacanza...ma adesso abbiamo bisogno di Lei qui alla RAI...☺️☺️☺️

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

Paradossi: Matteo Salvini propone di rendere obbligatorio il crocifisso nei luoghi pubblici ma #famigliacristiana lo paragona a Satana.
Qualcosa non torna. O sbaglio?
... See MoreSee Less

Paradossi: Matteo Salvini propone di rendere obbligatorio il crocifisso nei luoghi pubblici ma #Famigliacristiana lo paragona a Satana. 
Qualcosa non torna. O sbaglio?

Comment on Facebook

Marcello Foa non torna perché Salvini sta strumentalizzando un simbolo cattolico per la fare propaganda elettorale e post-elettorale di un partito la cui linea politica e retorica si discosta diametralmente dalla dottrina sociale della Chiesa e dalla spiritualità evangelica. Famiglia Cristiana ha preso questa posizione perché la gran parte dei cristiani preferisce il cristianesimo proposto da Salvini e non quello proposto dalla CEI e da Papa Francesco e per una questione di salvezza delle anime e non solo di Misericordia verso chi ha bisogno bisogna gridare allo "scandalo" (in termini scritturali, "scandalo"). Qualcosa non torna no!

I politicanti strumentalizzano le religioni per raccattare voti, se avessero un minimo di dignità e volessero davvero il bene del Paese ne farebbero rispettare la Costituzione dove dice che siamo una Repubblica LAICA!

Bisognerebbe invitare alla coerenza alcune testate giornalistiche; suggerire esse che il baricentro del cristianesimo è mutato da tempo, non essendo più quello autoritario, sebbene si stenti ancora a crederlo. Il messaggio di Salvini dovrebbe esser chiaro: rispetto della coscienza morale degli italiani (come del mondo) basata sulla libertà di scelta e non sull'obbedienza. Mantenere un crocifisso in un'aula non significa nullificare altre confessioni religiose ma semplicemente essere autentici anche con sé stessi, non impedisce a nessuno di ricercare la propria spiritualità, semmai offre spunto per confrontarsi con le altre.

Questi cattolici integralisti dei miei stivali! Facessero scandalo mettendo in prima pagina sul loro ridicolo giornaletto famigliacristiana, il prete che molestava le bambine in Toscana, invece di occuparsi di salvini!

Forse perché piazzare un simbolo in posti inappropriati con l'essere un buon cristiano non c'entra una santa verga? Per dire 😉 E sempre per dire, la tradizione cristiana, mi pare, ha sempre distinto tra sacro e profano, quindi, perché adesso dobbiamo diventare una sorta di Arabia Saudita in versione cattolica? State diventando il mondo magico di Harry Potter sotto Voldemort.

Se i cattolici fossero stati meno accidiosi avrebbero messo i crocefissi a spese loro dove erano stati tolti. Conosco una situazione in cui è stato fatto e nessuno si è mai lamentato. Così non mi piace, mi sembra una strumentalizzazione politica. E poi, che ci fa un crocefisso alla parete se nessuno lo considera? 🙁

Siamo un paese laico, non confessionale, e la Chiesa promulga il rispetto e la fratellanza. Ecco cosa non torna. Ma al momento viene "comodo" narrare un'altra storia.

i luminari ecclesiastici che dettano le testate di FAMIGLIA CRISTIANA evidentemente sono degli ipocriti e farisei che anzichè mettere in pratica la legge del vangelo di cristo preferiscono appoggiare politicamente il PD che è contro la politica della lega , screditando il suo operato

Il crocifisso è un simbolo di non violenza. Perché quando i romani vennero a prenderlo, Cristo disse ai suoi di tenere ferme le mani e le spade. Il crocifisso è un simbolo di trascendenza. Insegna che la fede ha una dimensione verticale - che porta a Dio - e una dimensione orizzontale - che ci unisce ai fratelli. Il crocifisso è un simbolo di speranza. Racconta di come il più grande dolore possa diventare, nelle mani di Dio, una strada fatta di amore. Per Crucem Ad Lucem Voi che oggi vorreste utilizzarlo come un'arma, come un simbolo di discriminazione, come un monito da sbattere in faccia a chi professa una diversa fede, tenete bene a mente due cose: 1) In Italia non esiste una religione di Stato, il nostro è un Paese laico. 2) Papa Francesco decise, come primo viaggio apostolico del suo pontificato, di celebrare messa nel campo sportivo di Lampedusa: da allora, non ha mai smesso di pronunciare chiarissime e ferme parole a favore di una incondizionata e caritatevole accoglienza di tutti i migranti - da ogni parte del globo essi provengano, a prescindere dal motivo che li spinge a viaggiare. La croce insegna che Dio si è fatto piccolo, umile e debole per amore degli uomini. Evitate per cortesia di strumentalizzarne il significato per le vostre miserrime battaglie elettorali. Questa volta scherzate col fuoco. Roma A.D. 2018 Per Crucem Ad Lucem Prof. Guido Saraceni

Sbaglia. E' stato paragonato a Pietro, perché la frase pronunciata da Gesù fu rivolta all'apostolo. Tristissimo constatare che i cattolici non conoscano per nulla il proprio culto..

Penso che per Salvini il rimettere il Crocifisso nei luoghi pubblici sia un atto di forza contro la presunta invasione dei mussulmani (che tra l'altro non hanno nulla in contrario). La sindrome da invasione della compianta Oriana per fortuna era solo una paura. Come disse Ratzinger nella famosa Via Crucis i nemici della Chiesa sono nella Chiesa. Di obblighi la gente non ne vuol più sentire. Chi lo vuole metta il Crocefisso.

Personalmente credo che nessuna religione dovrebbe mai essere imposta, e di conseguenza si potrebbe fare a meno di crocefissi. Qualora un alunno ne sentisse il bisogno, se lo portasse da casa!

Semplicemente perché l'Italia è uno stato laico, il crocifisso salvini se lo tenga in casa. Nei luoghi pubblici ci si metta la costituzione.

Esatto, vade retro Salvini ... osa mettere i bastoni tra le ruote al business dell'immigrazione, ove la Chiesa Cattolica ha molteplici interessi ...

Al contrario, torna tutto! Torna il disegno a cui la Chiesa di Bergoglio pare essersi accodata. Parli della finanza speculativa mondiale del suo tentativo di indebolire l’Europa mediante l’immigrazione in atto per imporre un nuovo ordine mondiale basato sulla multietnicita’, il basso costo lavorativo, era far sì che si diventi dei semplici consumatori inquadrati nella oramai odiata globalizzazione. Andate a chiedere a Rothschild quando hanno ideato questa nefandezza.

...faccio fatica s riconoscermi in questa chiesa che non pensa più ai cristiani e ai loro problemi bensì dedica tutta se stessa a popoli che nemmeno la riconoscono come loro guida, anzi la ritengono la religione degli infedeli!!!

Famiglia cristiana pubblica stupidaggini, ma anche Salvini dovrebbe lasciar perdere i crocifissi, che non piacciono a noi NON credenti, non c'è bisogno di essere musulmani

La Chiesa Cattolica e Salvini sono funzionali alla stessa finalità, la creazione del meticciato in Europa. Giocano ognuno la loro parte. La Chiesa con l'uso ipocrita del Vangelo, e Salvini che chiude i porti per far si che vengano redistribuiti i migranti, così consente agli organizzatori dell'invasione dell'Europa di far pressione su tutti gli Stati-Colonia . Grazie a Salvini passa il "Frame" : è giusto che vadano distribuiti, quindi aumenterà il flusso e il tutto entrerà in un pensiero di nor-ma-li-tà !

Buongiorno. Secondo me invece tutto torna. I satanisti, quelli veri,affiliati a logge e cose varie, operano il ribaltamento della realtà. Accusano gli altri di essere il male, mentre in realtà lo sono loro stessi. Nulla è cambiato rispetto a 2000 anni fa, Nostro Signore ci ha già detto tutto. E, per sfortuna loro, ha detto anche come andrà a finire 🙂

Ciò che non torna é che anche nella gerarchia ecclesiastica, a partire dal Pontefice, sta prevalendo una forma deteriore di "universalismo" spacciato per libertà ed uguaglianza. Il problema é che la Libertà presuppone il rispetto delle leggi (anche quelle che regolano l'accesso ad un paese sovrano) e che l'uguaglianza significa parità di diritti e doveri, non cancellazione o negazione delle differenze, o peggio rinuncia alla propria identità per non "offendere" quella altrui. É la stessa mistificazione portata avanti in campo economico dove l'abbattimento delle barriere commerciali e l'eliminazione di ogni ostacolo alla libera circolazione dei capitali e del lavoro sta impoverendo ampi strati della popolazione e distruggendo le specificità e la qualità delle produzioni locali. Che la Chiesa non sia argine ma complice di questa follia é preoccupante...

Caro sig. Foa...ma quando la fa Famiglia Cristiana una copertina sui preti pedofili mettendo nomi e cognomi?????????!!!!!! Che la chiesa copre???? Il Crocifisso a prescindere il credo é la nostra identità e radice di nazione...che proprio la chiesa cattolica disonora!!!!!!!! Ma ci faccia il piacere lei e Famiglia Cristiana!!!!!!!!!!!!!!!!

Già, qualcosa non torna: pure la chiesa sa che l'Italia è un paese laico e dunque è insensato e incostituzionale pretendere di affiggere simboli religiosi negli spazi pubblici. Il fatto che un istituzione lurida come la chiesa, che predica modestia dall'alto della sua immensa e intoccata ricchezza, dica che ciò che Salvini pretende è troppo la dice molto ma molto lunga su quello che malauguratamente è il nostro ministro degli interni nonché vicepremier. Io sono italiano, e giuro che se in futuro vedrò affiggere crocefissi nei luoghi pubblici diventerà mio dovere rimuoverli all'istante. Mandino chi vogliono a dirmi ciò che gli pare, sarò pronto ad arrivarci in tribunale, e la mia difesa si fonderà sul "principio di laicità dello Stato".

Qualcosa non torna in te, presidente Foa; prova a pensarci: la conosci la vita e gli insegnamenti di Cristo, il primo profugo della storia? Il passo del Vangelo ' bussate e vi sarà aperto'? ' in ogni povero, affamato, perseguitato ci sarò io'? Ecco questo fanno i veri cristiani, la maggior parte dei preti ( comunisti, per voi...), questo fa il Papa (Comunista!!) , contro il quale si scaglia Salvini...il quale parla di ruspe, barconi, fa morire la gente in mare...e tutto ciò per i voti, per il potere. Mi sembra logico che per un cristiano egli rappresenti satana, presidente...o no? Per Lei invece basta l'ennesima cialtroneria post-elettorale, l'obbligatorietà del crocefisso, per stupirsi...dica al suo protettore che strumentalizzare il simbolo della morte di Cristo supera ogni limite di spregiudicatezza politica e morale; in quanto a Lei, se la rivoluzione culturale della "Nuova Rai" è questa...siamo messi proprio bene. .

Antonio il Grande, uno dei Padri del deserto, disse in giorni lontani: "Verrà un tempo in cui gli uomini impazziranno e nel vedere uno che non sia pazzo, gli si avventeranno contro dicendo: – Tu sei pazzo! a motivo della sua dissomiglianza da loro".

Ma sui social Marcello Foa si distingue anche per le tante condivisioni e i retweet dei post di Francesca Totolo, la cosiddetta "patriota" e sostenitrice di Matteo Salvini, autrice tra l'altro della fake news sulle unghie laccate di Josefa, la migrante sopravvissuta al naufragio nel mare della Libia.

View more comments

1 years ago

Marcello Foa

🔴CASO BENALLA, DA COMUNICATORE DICO: CHE ERRORE, MACRON!

E' incredibile l'errore di comunicazione commesso da Emmanuel Macron. Quando devi smentire non devi mai usare la negazione, perchè il subconscio tende a trascurare il "non". Il grande linguista americano George Lakoff lo spiega magistalmente da anni sin dal titolo del suo celebre saggio "Non pensare all'elefante". Vi invita a non pensare a quell'animale e tu lettore, cosa stai facendo in questo momento? Stai pensando all'elefante. Con la sua improvvida dichiarazione di ieri, il presidente francese ha commesso due sbagli colossali.

Il primo: nessuno in Francia, sui media e nel mondo politico, aveva formulato il sospetto che il capo dell'Eliseo avesse una relazione amorosa omosessuale con la sua guardia del corpo Benalla. L'indiscrezione girava sul web e nei salotti ma un conto è il pettegolezzo, ben altro peso ha una presa di posizione ufficiale. Incredibilmente è stato lo stesso Macron a sdoganare il non detto e dunque da oggi e per gli anni a venire l'argomento non è più tabù.

Il secondo errore: riprendendo Lakoff, se tu dici "Benalla non è il mio amante", la gente pensa che lo sia o che possa esserlo. E' lo stesso autogol che commise Nixon ai tempi del Watergate quando negò in diretta tv qualunque responsabilità nel celebre caso di spionaggio ai danni del Partito democratico. Anch'egli ricorse alla negazione. Avrebbe dovuto dire: io sono innocente. E invece milioni di americani pensarono che fosse colpevole o che potesse esserlo. Il dubbio divenne plausibile.
Com'è andata a finire lo sappiamo. Macron farà la stessa fine?
A Parigi c'è chi comincia a pensarlo, di certo sono milioni i francesi che, gaffe dopo gaffe, prepotenza dopo prepotenza giudicano Emmanuel Macron inadeguato alla funzione per la sua personalità, per la sua megalomania, per la sua mancanza di equilibrio.

Il sogno è già infranto.

#macron #benalla
... See MoreSee Less

🔴CASO BENALLA, DA COMUNICATORE DICO: CHE ERRORE, MACRON!

E incredibile lerrore di comunicazione commesso da Emmanuel Macron. Quando devi smentire non devi mai usare la negazione, perchè il subconscio tende a trascurare il non. Il grande linguista americano George Lakoff lo spiega magistalmente da anni sin dal titolo del suo celebre saggio Non pensare allelefante. Vi invita a non pensare a quellanimale e tu lettore, cosa stai facendo in questo momento? Stai pensando allelefante. Con la sua improvvida dichiarazione di ieri, il presidente francese ha commesso due sbagli colossali.

Il primo: nessuno in Francia, sui media e nel mondo politico, aveva formulato il sospetto che il capo dellEliseo avesse una relazione amorosa omosessuale con la sua guardia del corpo Benalla. Lindiscrezione girava sul web e nei salotti ma un conto è il pettegolezzo, ben altro peso ha una presa di posizione ufficiale. Incredibilmente è stato lo stesso Macron a sdoganare il non detto e dunque da oggi e per gli anni a venire largomento non è più tabù.

Il secondo errore: riprendendo Lakoff, se tu dici Benalla non è il mio amante, la gente pensa che lo sia o che possa esserlo. E lo stesso autogol che commise Nixon ai tempi del Watergate quando negò in diretta tv qualunque responsabilità nel celebre caso di spionaggio ai danni del Partito democratico. Anchegli ricorse alla negazione. Avrebbe dovuto dire: io sono innocente. E invece milioni di americani pensarono che fosse colpevole o che potesse esserlo. Il dubbio divenne plausibile.
Comè andata a finire lo sappiamo. Macron farà la stessa fine?
A Parigi cè chi comincia a pensarlo, di certo sono milioni i francesi che, gaffe dopo gaffe, prepotenza dopo prepotenza giudicano Emmanuel Macron inadeguato alla funzione per la sua personalità, per la sua megalomania, per la sua mancanza di equilibrio.

Il sogno è già infranto.

#macron #benalla

Comment on Facebook

E quindi? Qualora fosse omosessuale cosa cambierebbe? Sarebbe un politico peggiore? Sinceramente non capisco la disamina. Voleva sottolineare l'errore di comunicazione? Direi che ne esistono di ben più gravi e tra le nostre mura.

👏👏👏

Quel Macron non mi ha mai convinto e difatti mi sa che farà la fine di Renzi

Egregio Foa, lei è acculturato ma i nostri nonni, in questo caso, dicevano "la prima gallina che canta ha fatto l'uovo"! (che poi è la stessa cosa, quindi colti o ignoranti Macron è finito).

Foa lei è èvidentemente orientato su posizioni sovraniste e populiste di destra simili a quelle di Bannon. Il suo atteggiamento, manifestato in articoli, nei confronti di Macron é stato ostile sin dall' inizio della presidenza Macron, anzi dalla campagna elettorale. Chiaramente per voi Macron é un avversario politico. Proprio filo-russi, sovranisti, populisti e neofascisti diffondono fin dalla campagna elettorale rumors senza prove sull' omosessualità di Macron. Macron ha fatto bene a smentire in modo ironico , visti certi pettegolezzi e falsità raccontate da molti nemici politici.

Trovo molto interessante la teoria della negazione/asserzione per il resto privatamente può fare ciò che vuole, trovo invece del tutto inaccettabile la copertura data alla sua guardia del corpo dopo gli eventi del 1 Maggio.

Probabilmente la vecchia lo sa. Matrimonio di convenienza e facciata. Un classico. Però quant'è superbo, egoista e maleducato! E il papa gli ha Fatto tutte le riverenze possibili!

Macron non è che un uomo di paglia. Questo politico, nato quasi dal nulla, è una pedina creata in laboratorio da Jacques Attalì, un esponente di quel Marxismo culturale che è uno degli aspetti problematici di questa Europa. Banchiere, eminenza grigia di molti politici francesi, Attalì è uno dei padri del Trattato di Maastricht, quel trattato che ha stretto un cappio intorno al collo dei popoli europei. Infatti Attalì è un fautore del mondialismo e della Europa schiava della UE e delle banche. Poliamore, eutanasia degli anziani che gravano sul bilancio dello stato, teorizzazione dell'uomo-migrans sono solo alcuni dei capisaldi del pensiero di Jacque Attalì membro di quelle elites culturali laico-massoniche che governano le sorti di miliardi di persone. E all' elites per comandare servono sempre politici corrotti, deboli, ricattabili, con qualche scheletro nell'armadio. Proprio come questo miserabile Arcobaleneggiante di Macron

Il pederasta omosessuale 😂 che gioca a fare il dominatore dell’Europa ... giudice della moralità suprema ... sta crollando 😂😂😂

Esatto! Le sue tendenze sessuali e affettive non interessano i francesi che si aspettano ancora un abbassamento della pressione fiscale e più regole per la sicurezza del popolo...

A mio parere il suo scopo era proprio quello di farci pensare all'Elefante,per sviare l'attenzione dal vero scandalo di questa vicenda, che ci presenta una gestione del potere violenta, antidemocratica e al di sopra della legge da parte di Macron. Come prova che non si trattava di un errore, vi faccio notare che ha definito un ''tradimento'' il comportamento del suo bodyguard-massone ,una parola che evoca una relazione amorosa,pronunciata poco dopo aver detto che ''Non è il suo amante'' ... Vero o no che sia, lasciar intendere che sono amanti potrebbe portare delle persone a pensare: '' Macron non ha colpe, si fidava di lui perchè lo amava... e l'amore rende ciechi''

Un errore , certo ...Ma è giusto così ! Amo pensare che Qualcuno ha deciso così , perché era ora di cominciare a ridimensionare lo sfrontato ragazzo pieno di se' ! E' la stessa cosa che ho pensato quando la Clinton ha perso le elezioni : per quanto possa apparire inadeguato , imprevedibile e strano Trump , ritengo che non farà tutti i danni che avrebbe fatto quella cinica , assetata di potere , unicamente in quanto potere ..Mi sbaglio ? Noi umani ci illudiamo di " " fare " la storia , ma il vero Padrone e' Lui , come deve essere ! Buon lavoro a lei e che Dio la assista !!!

Ha sbalzi di umore e isterismi strani.

Se ha una love story con quel giovanottone a me non importa ovviamente nulla, ma spero che affondi per tutti gli altri validissimi motivi che ho per trovarlo un burattino ipocrita, spregevole, pericoloso, irresponsabile.

Buonasera Marcello Foa. Ero in attesa del suo commento. Che è ESATTAMENTE come me lo aspettavo. Nessuno lo ha accusato. Può essere un doppio lapsus? Che sia rivolto alla gentile consorte?

🌈 i colori della Francia 🇫🇷 ... ma anche quelli dell’Italia 🌈 l’arcobaleno e’ molto presente in questo governo. 🌈 è una lobby vera e propria: è una casta che si sostiene e si aiuta.

L'omopsicopatico Macron è tra i leaders più pericolosi del pianeta. Può causare danni incalcolabili in Francia, in Europa, nel mondo intero.

Excusatio non petita accusatio manifesta. Lo dicevano i latini, ben prima di Lakoff. I mediocri e i debosciati fanno la fine dei mediocri e debosciati.

Il problema non sarebbero i giochi da camera ma tutto il resto...questo pseudo-leader e'veramente inqualificabile ma e'cio"che si meritano i Francesi avendolo votato ..non sempre il meno peggio non risulta il peggio.

Quando il pathos prende il sopravvento sul logos, e si sa di non avere ethos, si incorre in simili banali errori di comunicazione usando la NEGAZIONE. Ma il problema più grave e profondo di #Macron è il fatto che sia uno PSICOPATICO che odia la gente comune; un viziato e deviato, dalla violenza subita dalla ex insegnante (attuale moglie) 39enne quando lui era 15enne; ha un'Io spropositato e pretende che tutto gli sia dovuto.

Excusatio non petita, accusatio manifesta...

Solo fumo negli occhi. Dietro la copertura della (presunta) omosessualità, e cioè della sua identità sessuale, Macron vuole nascondere la sua identità politica di fascista, di burattino di quell'estrema destra finanziaria che con lui ha preso il potere in Francia, vedasi la riforma costituzionale che vuol fare adottare da quel "bivacco di manipoli" in cui ha trasformato il Parlamento francese. Questa è la realtà gravissima della situazione in Francia, altro che la storia dell'amante o della moglie-madre!

Tutto calcolato, è una cosa voluta per abbattere ogni pregiudizio e alimentare la propaganda gay che ormai ha invaso ogni ambito. Con la festa della musica avvenuta all'Eliseo alcune settimane fa si è spianata la strada verso ciò che è accaduto in questi giorni. Ormai non ci scandalizziamo più di nulla e la finestra di Overton ormai è arrivata all'ultimo traguardo, non solo un presidente sposato con una anziana che l'ha sedotto da ragazzino (presto si sdoganerà la pedofilia) ma pure con un amante gay. Manca ancora qualcosa?

Sapere che questo signore possa essere il suo amante è il meno. Mi sono invece preoccupata di un'eventualità che stesse mettendo in piedi una specie di polizia parallela privata.

In realtà ha detto che Benalla non è il suo amante, ma non ha escluso che sia gay. Se lo e' lo dica se non lo e' dica di non esserlo. Forse il paladino dei diritti gay si vergogna di fare coming out??? 😄

View more comments

2 years ago

Marcello Foa

#Marchionne e il senso della vita: una carriera straordinaria, un patrimonio da 600 milioni ma ne valeva davvero la pena?
Un dramma umano che ispira domande esistenziali. E non riguardano solo lui.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Questo commento è diventato virale e non riesco a rispondere a tutte le reazioni. Devo però ringraziarvi per la qualità dei commenti: salvo poche eccezioni, tutti hanno colto il signficato esistenziale delle mie riflessioni e anche chi non ha condiviso il mio pensiero lo ha fatto con intelligenza e tatto. Abbiamo dato prova di civiltà e di qualità; una rarità di questi tempi, grazie davvero.

Nel Pantheon buddista esiste la figura dei Preta , spiriti infernali che presentano addomi enormi ma colli sottili come un filo...Risultato una fame tremenda , perenne , impossibilitata ad ottenere soddisfazione . E' anche il soggetto di una possibile reincarnazione .L'Accumulo bulimico di beni e potere dimentichi di apportare linfa vitale allo Spirito si sconta gravemente ....E si fa' scontare , gravemente , agli altri . Penso ai numerosi suicidi derivati da scelte scellerate..Ai figli , orfani.... Che Karma tremendo.....

Era fatto così. Il lavoro per lui era tutto. Forse anche un divertimento. Per fortuna non tutti siamo uguali. Credo che se potesse ritornare giovane farebbe esattamente la stessa cosa. La stessa vita.

"Ne è valsa la pena?" Per quanto ho capito ascoltandolo e leggendo di lui Sergio Marchionne era un uomo giusto. Non si dava arie e parlava con tutti. Era molto intelligente e coraggioso. La sua attività era quella di migliorare le cose nelle aziende in cui lavorava con idee innovative frutto della sua preparazione ed intelligenza. Viveva bene per il denaro che prendeva? Ma sapete quanta fatica fa un uomo nella sua posizione? Ne è prigioniero, dalle sue decisioni dipendono le sorti di un mucchio di lavoratori, a tutti i livelli, non può sbagliare, gli errori costano cari. Fumava... dormiva poco... Che vitaccia ! In ogni caso doveva smettere l'anno prossimo, già programmato da tempo. A volte uno rimanda sempre il momento in cui deve confrontarsi con la vita nel suo significato ultimo, che pur avendo studiato filosofia, non lo esime da scelte veramente radicali. Non credo gli importasse molto dei 600 milioni... Ringraziamolo per quello che ha fatto.

Gentile dott. Foa, la seguo da molto tempo e ho sempre condiviso e cercato di divulgare i suoi pensieri. Questa volta devo dire che in poco più di 1min ha fatto emergere la sua sensibilità e le nostre. Ho superato da poco i 40anni, non ho una famiglia da accudire se non i miei genitori, ho studiato parecchio e continuo a farlo (Laurea, Master, PhD). L'amore per la vita è esattamente il contrario della carriera. Lo vivo ogni giorno nella mia precarietà lavorativa, e le posso dire questo non rimpiango il mio percorso e soprattutto non invidio coloro i quali, come Marchionne, vivono per il carrierismo. La vita è una sola sembra una frase fatta, ma l'affetto, l'amicizia, l'amore e la salute non hanno prezzo. Veramente non invidio questo genere di persone, al di là del mio giudizio negativo sulle doti manageriali del dott. Marchionne. Un caro saluto e buona vita!

Bravo. Concordo al 100%. Si diventa schiavi del lavoro. Dove un imprenditore si addossa tutte le responsabilità di una azienda. Il mercato di un oceano rosso di squali ti divora ... per cui per creare innovazioni reali bisogna riscoprire l’umanesimo di creazione di un valore aggiunto per dipendenti e clienti attraverso reciproca fiducia ... solo così si costruisce un’azienda sana ... altrimenti vieni inghiottito dal mercato, dalle responsabilità, dalle illusioni ... e muori in fretta !

Sono d'accordissimo ma qualche volta hanno un senso anche queste esistenze. Forse loro fanno quello che altri non vogliono o non sanno fare. Forse sono vite sacrificate per altre vite. Non so....

Curioso. È stato esattamente il mio pensiero. Perché alla fine tutti arriviamo lì. E allora mi chiedo se anche lui, come il Mazzarò del Verga dirà "Roba mia, vientene con me!"

tutto vero, giusto e condivisibile. Ma esistono persone al mondo che sono "possedute" dal demone di una passione, di un´ambizione. Da essa traggono in modo che una persona normale giudicherebbe ossessivo, la motivazione per fare cose fuori dall´ordinario e a quel punto entrano in un circolo da cui non escono. Se uno giudica da quello che si sa, i soldi per Marchionne erano quasi l´ultima delle motivazioni. Per lui il lavoro in FIAT era una missione, una vocazione e la ragione quasi unica della sua esistenza. Esisteranno sempre persone così, che spesso fanno cose oggettivamente straordinarie, ma soggettivamente si consegnano ad una vita in cui non entra altro che la loro passione.

Caro Foa, la tua domanda é legittima, anch'io oggi mi ponevo la stessa questione. La risposta che mi sono dato, da operatore sanitario quotidianamente a contatto con persone malate, é che, si, Marchionne ha fatto bene a vivere in quel modo. Non esiste un modo "giusto" per vivere, ognuno di npi vive in modo diverso, molto semplicemente occupiamo il nostro tempo svolgendo quello che sappiamo fare meglio e che ci dà più soddisfazione, non può essere una colpa svolgere bene e a tempo pieno il ruolo di a.d. Lui quello sapeva fare e lo faceva meglio di chiunque e questo gli dava piena soddisfazione. Non possiamo vivere pensando continuamente che di lì s poco moriremo, sarebbe infinitamente triste. Anche chi come me lavora sempre in prima linea con la malattia cerca di non pensarci troppo, si ride e si scherza in mezzo alla sofferenza, coscienti che prima o poi sarà il nostro turno, é triste ma si sorvola, altrimenti saremmo morti seppur vivi. Ha vissuto bene Marchionne, si é realizzato pienamente, l'anno prossimo si sarebbe ritirato dalla carica e presumibilmente si sarebbe goduto i tanti soldi guadagnati, non farà in tempo. L'unico vero rimprovero per lui e insegnamento per noi é: NON FUMATE, il fumo alla lunga uccide. Ciao Marcello.

Non sono d’accordo! Era la sua vita, fare il manager era fors’anche la sua passione ed il suo talento... Chi siamo noi per argomentare se ne valesse la pena? Riconducendo poi tutto all’umana invidia dei 600 milioni guadagnati? Cosa c’entrano? È una considerazione puramente bidimensionale e materiale del tutto. I soldi sono solo la parte monetaria, una derivata della vita che conduciamo ogni giorno e non il driver essenziale delle nostre scelte. La ricchezza è il privilegio di poter scegliere Si parla di Marchionne e dei suoi 600 milioni, quando però celebriamo ed osanniamo Marco Simoncelli, morto giovane ma facendo esattamente ciò che desiderava da sempre. Ne valeva la pena? O Ueli Steck morto rincorrendo il sogno di chiudere in velocità due ottomila... e per chi ama la montagna, sa che scalare una cima è la celebrazione del perfettamente inutile... Ne valeva la pena? O Manolo, il mitico “padre” dell’arrampicata moderna, che ha condotto una vita (raccontata nella sua biografia, lui che ha avuto la fortuna di scriverla “Eravamo immortali”) di rischio continuo e totale... Ne valeva la pena? O Federer...? O Ronaldo...? O...? Per loro sicuramente si. E non si parla del loro patrimonio. Per Marchionne, probabilmente anche, indipendentemente dal suo patrimonio...e dalle migliaia di persone che Grazie a lui hanno continuato a lavorare: anche i giornalisti che oggi scrivono di lui e se valesse davvero la pena vivere una vita così

Tutto vero ma... che c’entra Marchionne che in questo momento andrebbe solo rispettato come essere umano con un doveroso silenzio? Che ne sa il sig. Foa di quello che albergava/a nel cuore di Marchionne? Io non lo conosco, lui lo conosceva così a fondo da poterlo portare ad esempio come qualcuno che ha sprecato la sua vita nell’accumulo? Magari Marchionne (a parte giudizi etici e moralistici) come uomo aveva trovato nel lavorare giorno e notte la sua dimensione, la sua pienezza, che non sarà probabilmente la pienezza di un Buddha ma che potrebbe essere una pienezza ben migliore di una gran quantità di esseri umani che svendono la propria vita per molto meno. Io non credo che si possa lavorare con tale trasporto e continuità per una vita intera solo per accumulare ci deve essere un daemon che gli appartiene e che io non conosco. Insomma a mio parere usare l’esempio di una persona che sta morendo in questo modo è irrispettoso e anche un po’ vigliacco. Sarebbe stato interessante se il sig. Foa e tanti altri che in questi giorni ‘usano’ (e non scelgo a caso il termine) la fine di Marchionne si fossero confrontati con lui mentre vivo e vegeto poteva rispondere alle loro domande e perplessità.

Argomento delicatissimo. Non potremo mai sapere la sublimazione per lui cosa fosse. Magari era proprio quello: lavorare sempre e comunque lo rendeva appagato. Esistono poi molti mestieri che, una volta che ci sei dentro, diventa impossibile poterne uscire. In quest'ultima ipotesi le cose allora cambiano molto.

Condivido in toto, un pensiero tanto "semplice" quanto vero il suo. E per quanto riguarda la relatività che molti commenti citano circa il senso della vita, ebbene si sbagliano, il senso della vita è uno e semplice, al punto che se chiedessimo a Gadamer, Tesla, Einstein, Gandhi questa domanda avremmo la medesima risposta; e se Marchionne potesse tornare indietro forse farebbe della propria vita un viaggio diverso da quello che ha fatto. Un uomo della sua fama avrebbe lasciato una traccia diversa se avesse avuto un vero talento che potesse servire l'umanità e non il capitale, avrebbe fatto della propria stella una cometa come i saggi che ho citato di esempio...

Foa, lei è persona che stimo molto, ma, dopo aver ascoltato il suo pensiero affidato al video, mi permetto proprio per la stima di cui in precedenza, di proporle un spunto di riflessione. Lei crede davvero che Marchionne abbia fatto tutto per danaro? Lei crede davvero che Marchionne abbia avuto la famosa "bava alla bocca" per i propri investimenti? Lei pensa davvero che non fosse persona che in piena coscienza del valore e del limite del danaro? Ora mi permetta di suggerirle lo spunto di riflessione serio. Quanto fatto da Marchionne sta al di sopra di tutto quanto in precedenza, è proprio altro. Già dopo soli tre anni le maggiori banche al mondo hanno tentato più e più volte di cercare con ogni modo di poterlo avere come AD. Gli hanno offerto non ponti d'oro ma di platino tempestato di diamanti, smeraldi, rubini e via discorrendo. Eppure è rimasto ben soddisfatto alla FIAT che ha reso il settimo produttore player nel mondo dell'auto. Purtroppo la malattia lo sta portando via ancor prima di aver realizzato ciò che aveva progettato e che avrebbe posto l'intero Gruppo al pari, se non superiore, degli altri 5 gruppi. Scrivo di 5 gruppi perché sono più che convinto che stesse dialogando con l'unico gruppo che potrebbe essere sinergico alla FCA che lei dovrebbe ben conoscere. Ne nascerebbe un Gruppo che sicuramente riuscirebbe a far ridurre tutti gli altri alla stregua di gregari.

...penso che il Senso della vita é un punto di vista. Ognuno di noi ha il suo metro di misura, ha la sua palletta di colori per colorare le giornate; perfino sulla Passione ognuno ha un punto di vista. Generalmente la Passione si identifica con la ricerca e una dedizione verso un'attivita' che logora la mente e veste il cuore di entusiasmo quindi soddisfazione. Ci sono quelli come Sergio Marchionne che hanno fatto del lavoro una passione. Che hanno sacrificato il tempo della vita per grandi scommese. Lui ha vinto la scommessa ! probabilmente senza o con questa scommessa avrebbe finito sempre nelle braccia del cancro...la differenza e' morire lasciando una traccia di grande valore oppure morire di una vita normale, banale, senza scommesse, senza obiettivi....senza Passioni! Grazie

La sua passione, evidentemente, era salvare aziende, renderle il più efficienti possibili, formare lavoratori. Non a caso, quando gli fecero notare il successo della nuova Giulia, lui rispose che non era tanto felice per la Giulia, quanto per i giovani manager e ingegneri italiani, da lui selezionati in modo viscerale. Concordo in pieno con lei sul fatto di sapersi accontentare e dire grazie, tuttavia esistono persone fatte per essere instancabili e raggiungere obiettivi che ben pochi altri al mondo riuscirebbero a raggiungere. Dunque, credo che Marchionne fosse un uomo felice.

Bravo Foa ...belle parole ...esatte...precise ...il senso dell' esistenza , anche per me , si misura su altre cose !!...No soldi...no potere carriera....sono solo mezzi ...non hanno valore interiore!!!♡♡

Più che altro, una riflessione andrebbe fatta sull'ipocrisia dei media, che fanno coccodrilli su un moribondo non ancora morto gonfi di apologia, senza una minima critica sul peso che il rilancio della Fiat ha rappresentato per gli operai. Io non sono uno che da addosso ai morti, men che meno a chi sta morendo, ma se vogliamo parlare di Marchionne, parliamone in tutti gli aspetti del suo operato, non solo in quegli che ai padroni fa più piacere leggere. Avere rispetto per morti e moribondi non vuol dire essere per forza ipocriti e ruffiani. Preciso, a scanso di equivoci, che la mia è una critica verso la maggior parte dei media ma non di Lei, caro Foa.

Foa, lei ha sentimenti che riempiono la vita, lui no. Penso che la sua unica soddisfazione sia proprio la materialità del suo lavoro ed il raggiungimento dei suoi obiettivi solo tangibili. Il resto è un niente per lui che misura e monetizza il "valore umano " . Per me questo è il suo modo di vivere e la sua unica fede: dimostrare le sue capacità di fare (e far fare) immensi guadagni....conta solo questo. Ed ha insegnato bene come si fa....vedi come hanno fatto alla svelta a sostituirlo.

Ha centrato il vero problema dei giorni nostri la rincorsa di qualcosa che poi alla fine si rileva futile e ci si accorge di aver tralasciato durante questa le cose più importanti ed essenziali

Per i primi 40 anni avevo cercato di migliorare la mia posizione sociale, riuscendoci materialmente, ma a discapito della famiglia e della mia salute ... per questo, ora ritengo che il miglior investimento e il più appropriato degli impegni lavorativi, siano quelli che ci rendono sopratutto intima_mente migliori: sotto tutti i punti di vista. Coelivio

Non posso che condividere il suo pensiero, e voglio aggiungere le ultime parole di Steve Jobs prima che morisse. Sottolineano la bontà delle sue parole signor Foa:

Concordo in pieno. Stesso ragionamento facevo con mia moglie, aggiungendo, oggi ci sei, ti fai un culo tanto per affrontare la vita nel migliore dei modi e poi un giorno di svegli e non ci sei più, n’è valsa la pena? Per chi l’hai fatto?...per gli eredi🤔

Concordo pienamente. Nisergadatta M. Diceva “tutto quello che puoi perdere non ti appartiene”

View more comments

2 years ago

Marcello Foa

🔷 A PROPOSITO DI GIORNALISMO. RIPENSO A MONTANELLI QUANDO MI DISSE: "CARO FOA..."
GLIENE SONO ANCORA GRATO
Il 22 luglio 2001 Montanelli ci lasciava e mi perdonerete se questa volta mi permetto un post personale e non di analisi politica. Indro fu l’idolo della mia adolescenza. C’era chi sognava il Che Guevara e chi solo calciatori, io divoravo i suoi libri, leggevo i suoi articoli su il Giornale, che egli fondò quando ero bambino e se sono diventato giornalista lo devo, verosimilmente, a lui, perché fu Montanelli a far nascere in me la passione per quella che resta la più bella professione del mondo.

Iniziai a Lugano, da studente lavoratore, alla Gazzetta Ticinese e poi al Giornale del Popolo. Non avevo tempo di andare all’università: studiavo a casa al mattino e al pomeriggio andavo in redazione, fino a tarda sera. Poi, quando avevo 26 anni, accadde il miracolo: fui assunto proprio al Giornale dal mio idolo e da subito con la carica di vice responsabile degli Esteri. Il primo giorno di lavoro bussai alla sua porta, per ringraziarlo, ancora una volta, per quella straordinaria opportunità. Indro usciva da una delle sue ricorrenti depressioni, era cordiale ma malinconico, mi guardò con i suoi occhi azzurri ancora velati dal male oscuro, fu cortese e alla fine mi disse: “Mi raccomando, non deludere”. Quegli occhi che con il passare delle settimane tornarono ad essere scintillanti.

Da subito, poco più che pivello, partecipavo alle riunioni di redazione e presto fui messo alla prova sul campo. Mi mandò a Mosca poco prima del crollo dell’Unione sovietica e a Berlino a seguire la riunificazione economica delle due Germanie. Quando rientravo mi riceveva nella sua stanza, pregandomi di raccontare gli aneddoti, gli imprevisti, le emozioni che avevo provato in quei viaggi. Lo faceva con tutti noi, soprattutto con i piu giovani, che erano i più entusiasti e per i quali dimostrava un’ affettuosa simpatia , come se volesse rivivere, tramite i nostri palpitanti racconti, quei momenti, lui che divenne direttore suo malgrado e che nell’animo continuò a sentirsi innanzitutto un inviato speciale, forse il più grande di tutti i tempi.

Poi, nel dicembre 1992, una sera pensai di scrivergli una lettera. Erano i tempi di Mani Pulite e l’Italia era attraversata da tensioni e trasformismi che mi turbavano e, chiuse le pagine, nel cuore della notte, la vergai. Il giorno dopo gliela portai nel suo ufficio, che varcavo sempre in punta di piedi, in giovanile e ineludibile rispetto per il mio mito. Indro la prese e, senza leggerla, la ripose sulla scrivania, congedandomi. Non mi aspettavo nulla e nulla mi fece sapere. Dopo due giorni la pubblicò nella rubrica più letta, quella in cui dialogava con i lettori, titolandola “Sul carro degli onesti” e aggiungendo una sola riga di commento:

” Questa lettera, caro Foa, potrei averla scritta io”

Il giorno dopo scesi in tipografia e recuperai l’originale con la frase scritta a penna di suo pugno. Sono passati quasi 25 anni da quel giorno e questo resta il ricoscimento più bello e fino ad oggi più intimo, non avendone mai parlato pubblicamente prima d'ora.

Talvolta mi sorprendo a pensare cosa scriverebbe Montanelli di questa Italia se fosse ancora tra noi. Domanda sciocca: la storia non si fa con le ipotesi e Indro apparteneva al suo tempo. Però di una cosa sono certo: mai avrebbe approvato la violenza verbale di certa stampa e avrebbe denunciato con forza il conformismo intimidatorio, che ben conosceva avendolo subito per lunghi anni della sua carriera. Era un anarchico conservatore, ma soprattutto un uomo libero che riteneva doveroso per un giornalista pensare con la propria testa, soprattutto quando è scomodo e rischioso uscire dal coro, perché solo così si onora davvero la professione.

Questo insegnava a noi, suoi giovani allievi, e non l’ho mai dimenticato
... See MoreSee Less

🔷 A PROPOSITO DI GIORNALISMO. RIPENSO A MONTANELLI QUANDO MI DISSE: CARO FOA... 
GLIENE SONO ANCORA GRATO
Il 22 luglio 2001  Montanelli ci lasciava e mi perdonerete se questa volta mi permetto un post personale e non di analisi politica. Indro fu l’idolo della mia adolescenza.  C’era chi sognava il Che Guevara e chi solo calciatori, io divoravo i suoi libri, leggevo i suoi articoli su il Giornale, che egli fondò quando ero bambino e se sono diventato giornalista  lo devo, verosimilmente, a lui, perché fu Montanelli a far nascere in me la passione per quella che resta la più bella professione del mondo.

Iniziai a Lugano, da studente lavoratore, alla Gazzetta Ticinese e poi al Giornale del Popolo. Non avevo tempo di andare all’università: studiavo a casa al mattino e al pomeriggio andavo in redazione, fino a tarda sera. Poi, quando avevo 26 anni, accadde il miracolo: fui assunto proprio al Giornale dal mio idolo e da subito con la carica di vice responsabile degli Esteri. Il primo giorno di lavoro bussai alla sua porta, per ringraziarlo, ancora una volta, per quella straordinaria opportunità. Indro usciva da una delle sue ricorrenti depressioni, era cordiale ma malinconico, mi guardò con i suoi occhi azzurri ancora velati dal male oscuro, fu cortese e alla fine mi disse: “Mi raccomando, non deludere”. Quegli occhi che con il passare delle settimane tornarono ad essere scintillanti.

Da subito, poco più che pivello, partecipavo alle riunioni di redazione e presto fui messo alla prova sul campo. Mi mandò a Mosca poco prima del crollo dell’Unione sovietica e a Berlino a seguire la riunificazione economica delle due Germanie. Quando rientravo mi riceveva nella sua stanza, pregandomi di raccontare gli aneddoti, gli imprevisti, le emozioni che avevo provato in quei viaggi. Lo faceva con tutti noi, soprattutto con i piu giovani, che erano i più entusiasti e per i quali dimostrava un’ affettuosa simpatia , come se volesse rivivere, tramite i nostri palpitanti racconti, quei momenti, lui che divenne direttore suo malgrado e che nell’animo continuò a sentirsi innanzitutto un inviato speciale, forse il più grande di tutti i tempi.

Poi,  nel dicembre 1992, una sera pensai di scrivergli una lettera. Erano i tempi di Mani Pulite e l’Italia era attraversata da tensioni e trasformismi che mi turbavano e, chiuse le pagine, nel cuore della notte, la vergai. Il giorno dopo gliela portai nel suo ufficio, che varcavo sempre in punta di piedi, in giovanile e ineludibile rispetto per il mio mito.  Indro  la prese e, senza leggerla, la ripose sulla scrivania, congedandomi. Non mi aspettavo nulla e nulla mi fece sapere. Dopo due giorni la pubblicò nella rubrica più letta, quella in cui dialogava con i lettori, titolandola “Sul carro degli onesti” e aggiungendo una sola riga di commento:

”   Questa lettera, caro Foa, potrei averla scritta io”

Il giorno dopo scesi in tipografia e recuperai l’originale con la frase scritta a penna di suo pugno. Sono passati quasi 25 anni da quel giorno e questo resta il ricoscimento più bello e fino ad oggi più intimo, non avendone mai parlato pubblicamente prima dora.

Talvolta mi sorprendo a pensare cosa scriverebbe Montanelli di questa Italia se fosse ancora tra noi. Domanda sciocca: la storia non si fa con le ipotesi e Indro apparteneva al suo tempo. Però di una cosa sono certo: mai avrebbe approvato la violenza verbale di certa stampa e avrebbe denunciato con forza il conformismo intimidatorio, che ben conosceva avendolo subito per lunghi anni della sua carriera. Era un anarchico conservatore, ma soprattutto un uomo libero che riteneva doveroso per un giornalista pensare con la propria testa, soprattutto quando è scomodo e rischioso uscire dal coro,  perché solo così si onora davvero la professione.

Questo insegnava a noi, suoi giovani allievi, e non l’ho mai dimenticato

Comment on Facebook

Montanelli sarebbe fiero di lei e del suo coraggio di andare controcorrente.

Qualche giorno fà, su Rai Storia credo, cose che puoi vedere solo in piena estate. passò un servizio che Montanelli fece sulla speculazione edilizia di Rapallo e sullo stesso rischio che correva la collina alle spalle di Portofino. Quel servizio blocco il mio smanioso e irrequieto zapping dovuto forse più all'insofferenza che ad una vera ricerca di qualcosa per la forza con la quale Montanelli incalzava i politici della zona mettendoli di fronte a quello che sarebbe potuto accadere di li a poco, spogliandoli di tutte le loro interessate ipocrisie...ma quello che più mi ha colpito è stato come tante cose di questa Italia malata si sarebbero potute curare se ci fossero stati 100 Montanelli e forse è proprio perchè aveva capito questo, che lui cerco di "allevarne" quanti più possibile...

Questa dedica al Maestro Le rende onore: chapeau...

Che bello leggere ogni tanto qualcosa che fa bene al cuore!!!

Grazie per aver condiviso con noi questi tuoi ricordi.

Profondamente commossa...Il Testimone è passato in mani sicure . Grazie da tutti noi !!!!

Ho incominciato ad amare la Storia leggendo la sua “Storia d’Italia”.

Sia lode agli anarchici conservatori. Per esserlo ci vogliono cuore, lucidità e coraggio. Adesso tocca a lei.

Pochissimi sono i giornalisti che stimo e leggo molto volentieri. Lei è uno di questi.

bellissimo !!!

Bello leggere cose belle (ogni tanto).

Grazie di aver condiviso questo tuo ricordo con noi tutti! Il Maestro non sbaglio' a dar fiducia al pivello.😉

Un grande Uomo, Montanelli ! Complimenti a lei Signor Foa ! E la S maiuscola è voluta !

Bellissime frazi

Caro Foa, ho letto in altre occasioni che Montanelli fosse un anarchico conservatore. Non so se la mia sia una domanda sciocca, ma potrebbe spiegarmi cosa si intende con questa espressione? Grazie

...condivido il rispetto e la stima per un uomo e per un professionista da cui molti sedicenti "giornalisti" contemporanei avrebbero tanto, ma proprio tanto, da imparare.

La ringrazio per aver condiviso questo straordinario riconoscimento che fotografa le doti di umanita' di un personaggio dalle qualita' professionali ineguagliabili.

Al ricordo di Montanelli ,mi sono emozionato, conservo ancora la sua Storia d'Italia ( Italia del risorgimento ,l'Italia dei notabili ecc.) in libri cofanetto che acquistai nel 1972

Bellissimo post, veramente. Una domanda o meglio una curiosità: che cosa la portò, Dottor Foa, a rimanere al Giornale e non seguire Montanelli nell' avventura della Voce? Me lo sono sempre chiesto.

Grazie per questo post.

Quel giorno, Montanelli le ha passato il testimone e lei sta onorando le sue battaglie al meglio. Non dimentichi, caro Foa, che il compimento massimo per ogni maestro è quello di essere superato dal proprio allievo.

Grazie di averci raccontato, mi sono commossa, adoro Montanelli e il suo modo di fare giornalismo.

Bravo Marcello è un piacere leggerla ed è un esempio di onestà intellettuale viva e pura in un mondo dove invece si ascolta solo violenza verbale.

Ho sempre amato la lettura e i suoi scritti che seguo sempre mi aiutano ha capire tanto. Grazie

Grazie per aver condiviso questo pensiero. Quando il rapporto maestro discepolo è forte i risultati sono ammirevoli. Lei è un grande giornalista

View more comments

2 years ago

Marcello Foa

🔴La Germania è davvero più morale dell'Italia? E' giunto il momento di abbandondare un ingiustificato autorazzismo e di trattare con i tedeschi senza timore reverenziale, come spiego qui: bit.ly/2uznQsv ... See MoreSee Less

🔴La Germania è davvero più morale dellItalia? E giunto il momento di abbandondare un ingiustificato autorazzismo e di trattare con i tedeschi senza timore reverenziale, come spiego qui: https://bit.ly/2uznQsv

Comment on Facebook

chi segue questa unione europea, cadrà sotto i colpi della germania come accaduto per la Grecia

Una analisi molto chiara di questo libro ma anche di una nazione che riesce ad essere si brillante , ma spingendo gli altri paesi nel baratro .Speriamo che il nuovo governo tenga testa alla arroganza tedesca che calpesta chiunque ne ostacoli il cammino .Hanno provato a diventare padroni dell’Europa scatenando una guerra mondiale ne sono usciti umiliati e distrutti nonostante l’enorme catastrofe che hanno causato sono stati aiutati a rimettersi in piedi ,ma non demordono e ora invece dei cannoni usano la finanza per ottenere la supremazia.

Bravissimo e complimenti per la nomina

Purtroppo i primi a denigrare il nostro Paese e portare in palmo di mano quelli del nord Europa,sono stati i Sinistri di casa nostra.Pur di affossare il Centro-destra e in particolare Berlusconi,da anni concedono interviste in cui sparano a zero sull'Italia

I tedeschi hanno di apprezzabile, come dice qualcuno qui, la snellezza della burocrazia, per il resto lasciamo stare. Lo ripeto da anni che la presunta onestà tedesca è molto spesso solo presunta. Lavoro con l'estero e le due aziende che hanno fallito lasciando debiti da mila euro alla mia erano entrambe tedesche. Quando vengono qui sono di una tirchieria e micragnosità spaventosa. farti offrire un caffè da un tedesco una chimera. In compenso sono sempre pronti a puntare il dito contro i difetti italiani, anche se però qui in vacanza ci vengono e pretendono sconti e trattamenti da nababbi perché noi siamo il terzo mondo e funziona così.

sì, senza il minimo dubbio: la Germania è molto più morale dell'Italia.

Perfetta analisi. condivido grazie !!.

Non ho trovato nessuna spiegazione...

Ne avrei da raccontare.

Come dar torto a Paul Valery quando diceva: Le grandi virtù dei tedeschi hanno creato più mali di quanti vizi abbia creato l'ozio. 😉

Emblematico il caso aeroporto di Berlino.

Soluzione:- Smettete di comprare qualsiasi prodotto fatto in Germania, comprese le auto che costano di più e non valgono di più.

Se non avessimo avuto i savoia ad unificare il Paese a modo loro non avremmo avuto una burocrazia che impantana tutto e crea solo problemi e meandri x fregare meglio, non si sarebbe razziato mezzo Paese x riparare i debiti dell'altra metá, non avremmo perso la faccia con tutto il mondo avendo tradito due volte gli alleati, prima e seconda guerra mondiale, saremmo stati meglio organizzati e non avremmo (forse) fatto due guerre mondiali da massacro

Non meritano ne’ hanno mai meritato alcun timore reverenziale. Anzi, ne siamo proprio stufi.

I crucchi possono solo essere invidiosi. Noi Italiani da seduti sorpassiamo sempre i tedeschi che corrono e questo non gli va giù (in generale). Ci sono comunque (pochi ma buoni) tedeschi che ammirano l'Italia. Ma devo pure ammettere che qui in germania tanti piccoli problemi quotidiani (burocrazia, parcheggio auto, piste ciclabili, mezzi pubblici, sicurezza sul lavoro ecc...) qui praticamente non esistono. Per questo li ammiro.

È da mo che lo penso e lo dico in giro ! Grazie 🙏 e complimenti 🎊

Finalmente uno che parla di come si deve trattare i tedeschi da tedeschi

Mi viene in mente quella puntata di Omnibus in cui lei dott. Foa assieme a una giornalista di repubblica ( e mi sembrava strano), di cui non ricordo il nome, le avete cantate al giornalista tedesco proprio sul comportamento del sistema bancario. Mi sono divertito un mondo.

lo dico da anni...e lo vedo nella vita quotidiana. Purtroppo l'italiano medio è esterofilo e preferisce lamentarsi con il solito "eh ma all'estero non funziona cosi!". Gente che non ha viaggiato e non guarda alle cose in maniera obiettiva.

Ma cosa parlano a fare ‘sti crucchi che invadono in massa da sempre per le vacanze la nostra Italia! E come se la godono! Io vado regolarmente in Germania, abitando in Olanda vicino alla frontiera belga (ci ho anche abitato), e relativamente vicino alla frontiera tedesca. Devo dire in grande onestà (non picchiatemi) che la Germania mi ha sbalordita con la sua bellezza. Natura, castelli, laghi...mi sono usciti gli occhi dalla testa. Più bella dell’Olanda secondo me. Ma non ci andrei mai ad abitare manco se mi dassero vitto e alloggio gratis. Almeno qui in Olanda c’è un po’ di sentimento e “calore”; là in Germania sono dei Hunde! (Con rispetto per i cagnolli 🐶).

Si, sono proprio un popolo superiore! E lo vedremo meglio tra un po', quando salterà deutshe bank, carica di derivati.

View more comments

2 years ago

Marcello Foa

UFFICIALE: QUERELO L'ESPRESSO

Ebbene sì, ho deciso di querelare L'Espresso. Ieri ho dato mandato ai miei legali, Angelo Ricotti ed Ettore Traini, di procedere in tal senso nei confronti dell'autore dell'articolo Vittorio Malagutti e del direttore Marco Damilano. Sono consapevole che i tempi rischiano di essere lunghi, ma poco importa: il comportamento del settimanale è stato inqualificabile e chiaramente diffamatorio. Allora è giusto procedere per le vie giudiziarie.

Colgo l'occasione per ringraziare il Presidente del gruppo che ho il piacere di dirigere, quello del Corriere del Ticino, Fabio Soldati, e tutto il Consiglio di amministrazione per aver deplorato con elegante sdegno le "insinuazioni, palesemente infondate dell'Espresso".

Altre azioni legali saranno intraprese in Italia e in Svizzera nei confronti dei siti che hanno ripreso l'articolo del settimanale romano senza dar conto delle smentite o che hanno scritto articoli dalle intenzioni chiaramente ingiuriose.
... See MoreSee Less

UFFICIALE: QUERELO LESPRESSO

Ebbene sì, ho deciso di querelare LEspresso. Ieri ho dato mandato ai miei legali, Angelo Ricotti ed Ettore Traini, di procedere in tal senso nei confronti dellautore dellarticolo Vittorio Malagutti e del direttore Marco Damilano. Sono consapevole che i tempi rischiano di essere lunghi, ma poco importa: il comportamento del settimanale è stato inqualificabile e chiaramente diffamatorio. Allora è giusto procedere per le vie giudiziarie.

Colgo loccasione per ringraziare il Presidente del gruppo che ho il piacere di dirigere, quello del Corriere del Ticino, Fabio Soldati, e tutto il Consiglio di amministrazione per aver deplorato con elegante sdegno le insinuazioni, palesemente infondate dellEspresso.

Altre azioni legali saranno intraprese in Italia e in Svizzera nei confronti dei siti che hanno ripreso larticolo del settimanale romano senza dar conto delle smentite o che hanno scritto articoli dalle intenzioni chiaramente ingiuriose.

Comment on Facebook

Ha fatto benissimo.

Bravo! Ci tenga informati su come procedono le cose.

Giusto!! Bravo, avanti cosi!

Ha tutta la mia stima! Ha fatto bene....nonostante resti il rammarico perche' bisogna arrivare alle querele...per tutelarsi da certa stampa...che vive solo di menzogne...come siamo caduti in basso....

Lei è un professionista troppo corretto e stimato per cui suscita grande indignazione l'attacco di certi "giornalistucoli" alla sua integrità morale. Fa benissimo! La incoraggio a mettere a tacere gli "indegni".

I soliti fissi frequentatori TV, sono pagati per farlo! La nostra fortuna è che lo spettatore ,ha preso coscienza e non sta più al loro gioco, pensa di suo e se sono riusciti a smantellarsi, è anche per tutte le falsità ,messe in campo!

Mai tacere e mai assecondare. In bocca al lupo!

Confidiamo nel positivo e plurimo risultato: ripristino della verità dei fatti, risarcimento, argine alle feik news ufficiali ovvero della calunnia autorizzata. Alleghe alla causa i nostri nomi tutti. Grazie a lei e buon lavoro

Ha fatto bene sostengo Sua decisione "!.

Ottima cosa!

Bene così, alcune testate giornalistiche devono capire di non essere intoccabili. Chissà che in Italia, piano piano, non si arrivi ad avere un informazione libera e svolta con alta professionalità. Per ora siamo ben lontani.

Aspetteremo pazienti per festeggiare con lei !!!

Eccellente, hai fatto bene!

Bravo hai fatto ciò che bisognava fare per nn sporcare la tua buona fede 👌

Espresso e Damilano scandalosi, giusta querela Dott.Foa.

Non vedo l’ora che questo governo provveda per dare ai cittadini una Rai con un’informazione decente e onesta, sono stanca di questo giornalismo palesemente di parte e in malafede. Forza Marcello ti siamo tutti vicini. Con stima e affetto 🤗

QUANDO CI VUOLE CI VUOLE

Devono ridimensionarsi. Fabbriche di menzogne! Benissimo Marcello Foa

Fai bene, finalmente ti sei deciso !

A tutto c'è un limite, la sopportazione ha un limite. Il limite si è esaurito.

Marcello 👏👏👏👏👏👏👍✌

Bravo,siamo con te

Bravo Marcello, sono con te. E' ora che qualcuno inizi a pagare per la diffamazione. Questi sinistrati credono di poter fare il bello e il cattivo tempo con la disinformazione.

Grande Marcello Foa! Massima stima e solidarietà per il vergognoso attacco ricevuto. Che giustizia venga fatta

View more comments

2 years ago

Marcello Foa

🔴TRUMP E PUTIN INVOCANO LA PACE. IL SUMMIT DELLA SPERANZA

Hanno dimostrato una grande voglia di superare le inimicizie tra Russia e Stati Uniti: quello di Helsinki è un summit da salutare con favore. Il mio commento in un minuto.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Mi auguro (davvero) che non saremo ora costretti ad assistere a "violente" manifestazioni di ripercussioni da parte di quelli che si definiscono "pacifici" rispetto a queste dichiarazioni dei "guerrafondai" che cercano una nuova via di stabilità e di pace!! È questa epoca di paradossi!! (vedi la sinistra che ci ha venduto, noi e i nostri diritti, alle elite finanziarie e neoliberiste!)

Qualche differenza di stile e di supporto del congresso per Regan che firma la riduzione degli armamenti a Ginevra nel 85. www.youtube.com/watch?v=9H_phP-imcw

Grazie come sempre Suo commento !.

Ma di che pace parli? Putin continua ad ammazzare poveri civili.

Trump e Putim rappresentano delle minaccie incombenti sulle nostre democrazie libere apra gli occhi gli indifferenti saranno giudicati dalla storia come complici!

Mah, in America il presidente è di facciata chi comanda è il "deep state" che se decide che il presidente non deve continuare, lo toglie di mezzo senza troppi scrupoli; i più psicopatici si sono già espressi Comey e McCaine hanno già corroborato le loro turbe mentali, credo che Putin lo sappia e che debba far tutto meno che abbassare la guardia.

Mi permetto di aggiungere questa opinione di Paul Craig Roberts: www.geopolitica.ru/it/article/trump-dovrebbe-licenziare-rosenstein-immediatamente

perfetta conferenza stampa, due leader che possono davvero cambiare le cose...alla faccia dei liberali USA e qualche idiota repubblicano come McCain...Putin ha parlato anche di Soros!!!!GB!

Marcello ma da che parte sta’ TIO il « giornale » online ticinese? Chiara la tendenza Chiara la manipolazione Chiaro l’uso improprio delle notizie. Oggi su TIO 🙈 STATI UNITI17.07.18 - 08:34 | LETTO 27 «Trump con Putin, l'errore più serio della sua presidenza» È la posizione di Newt Gigrich in merito alle agenzie di intelligence americane ARO/ATS ANS NEW YORK - Donald Trump ha commesso «l'errore più serio della sua presidenza schierandosi con il presidente russo Vladimir Putin contro le agenzie di intelligence americane». Lo afferma Newt Gigrich, uno dei maggiori alleati e difensori di Trump. «Il presidente Trump deve chiarire immediatamente le sue affermazioni sull'intelligence e su Putin. Questo è l'errore più serio della sua presidenza e va corretto, immediatamente», mette in evidenza Gingrich. Nel frattempo il presidente degli Stati Uniti e la first lady Melania sono rientrati a Washington. L'Air Force One è atterrato alla base di Andrew e il presidente e la first lady Usa sono scesi per far rientro alla Casa Bianca dopo il viaggio in Europa che ha visto Trump partecipare al vertice della Nato, andare nel Regno Unito e incontrare il presidente russo Vladimir Putin.

Foa, un bravo giornalista.

l'UE sta pace non la vuole... perché?

Caro Marcello, Trump e Putin hanno dichiarato che il pensiero unico del neo-liberismo e della globalizzazione è finito?

Dopo l'intromissione con motivi falsi nei confronti della Siria io ci vado con i piedi di piombo. Per Putin ho sempre messo le mani sul fuoco. Mia opinione ovviamente. Quindi staremo a vedere. 😊😊

mi sembra una lotta tra il bene e il male, la finanza e un contropotere, e il cotropotere e nello stesso tempo un nuovo potere,e non so se sarà per il popolo o contro il popolo

Gesù santo cosa tocca sentire

Molto bene...

la pace con la guerra che essa conduce in Ucraina? Su su su siamo seri

e gli Ucraini muti

gioite gente, Trump annuncia il giorno prima che l'UE (quindi noi) è sua nemica, e poi flirta con Putin, se vi piace così!

Buonasera. Penso che Putin goda molta considerazione a livello mondiale. Sui social è molto "applaudito". Lo chiamano lo Zar, a torto o a ragione.

Che sia l'inizio di un "Nuovo Giorno" per l'Umanità (I ed E) ... uno spiraglio sulla Realtà (I ed E) al netto dei millenari mosaici condiziona_menti medianici e mediatici! Coelivio.

Aggiungo solo grazie Suo commento!

Ma si rilegge ? Trump e Putin invocano la pace. La stessa frase non è credibile !

È evidente che Trump voglia rifilare petrolio all'Europa. Magari ciò potrebbe essere un elemento per far partire una contrattazione su sanzioni, Siria e commerci.

Mooolto interessante. Ultim'ora: Putin chiede l'arresto di George Soros in epica conferenza stampa con trump - Putin offre di interrogare mueller sulla collusione Russia - l'olocausto nucleare e la questione della Crimea risolta durante il vertice di pace secondo il presidente www.facebook.com/1397602159/posts/10212691748194085/

View more comments

2 years ago

Marcello Foa

IL CORRIERE DEL TICINO DEPLORA LE INSINUAZIONI DE L'Espresso, PALESEMENTE INFONDATE

Questa mattina, il presidente del Gruppo del Corriere del Ticino, Fabio Soldati ha pubblicato questa nota:

"Nel suo ultimo numero, il settimanale italiano "L'Espresso" ha ipotizzato un collegamento tra i partiti italiani "Lega" e "Cinque Stelle" con il gruppo del Corriere del Ticino, tramite il proprio amministratore delegato Marcello Foa.

Indipendentemente dalla posizione già presa dall'amministratore delegato, che ha qualificato tali insinuazioni come falsità e che sta valutando un'eventuale azione legale, il Consiglio di Fondazione del Corriere del Ticino ribadisce la propria assoluta indipendenza da qualsiasi movimento politico, e a maggior ragione da partiti o movimenti di altre nazioni.

Il Consiglio di Fondazione è garante di tale indipendenza, sancita negli statuti che prevedono, tra altro, "il ravvicinamento degli animi fra i partiti politici che perseguono la pacificazione e la prosperità del Paese" e "il principio della laicità delle Stato, con doveroso rispetto della religione cattolica, professata dalla grande maggioranza della popolazione ticinese" principi che sono alla base dell'autorevolezza che ha sempre caratterizzato il nostro quotidiano.

Le insinuazioni de "L'Espresso", palesemente infondate, non appartengono alla nostra cultura giornalistica".

Da parte mia non posso che ringraziare il presidente e tutto il Consiglio. E a tutti voi dico: non finisce qui.
... See MoreSee Less

IL CORRIERE DEL TICINO DEPLORA LE INSINUAZIONI DE LEspresso, PALESEMENTE INFONDATE

Questa mattina, il presidente del Gruppo del Corriere del Ticino, Fabio Soldati ha pubblicato questa nota:

Nel suo ultimo numero, il settimanale italiano LEspresso ha ipotizzato un collegamento tra i partiti italiani Lega e Cinque Stelle con il gruppo del Corriere del Ticino, tramite il proprio amministratore delegato Marcello Foa.

Indipendentemente dalla posizione già presa dallamministratore delegato, che ha qualificato tali insinuazioni come falsità e che sta valutando uneventuale azione legale, il Consiglio di Fondazione del Corriere del Ticino ribadisce la propria assoluta indipendenza da qualsiasi movimento politico, e a maggior ragione da partiti o movimenti di altre nazioni.

Il Consiglio di Fondazione è garante di tale indipendenza, sancita negli statuti che prevedono, tra altro, il ravvicinamento degli animi fra i partiti politici che perseguono la pacificazione e la prosperità del Paese e  il principio della laicità delle Stato, con doveroso rispetto della religione cattolica, professata dalla grande maggioranza della popolazione ticinese principi che sono alla base dellautorevolezza che ha sempre caratterizzato il nostro quotidiano.

Le insinuazioni de LEspresso, palesemente infondate, non appartengono alla nostra cultura giornalistica.

Da parte mia non posso che ringraziare il presidente e tutto il Consiglio. E a tutti voi dico: non finisce qui.

Comment on Facebook

Querelare immediatamente

Infami non sanno più come rosicare Damilano ultimamente si è fatto parecchio influenzare da il team di Propaganda Live. Dai suoi autori epresentatori pian pianino calano le loro maschere

Ancora indeciso Marcello? Difenda se stesso e i suoi lettori da questo giornalismo nauseante...lasci perdere la tolleranza.

l'espresso una volta era una rivista rispettabile , da qualche anno ha la credibilità di una rivista di gossip di bassa lega, come d'altronde il 99% della stampa italiana... grazie a Foa sto scoprendo il giornale con cui trovo sempre più affinità di idee e valutazioni critiche

Beh, forse qualche legame c'è 😂😂😂

"Non finisce qui". Bravo Marcello Foa!

Querelare!

Sparano alla cieca. Oramai sono alla canna del gas...

Essere attaccati dall’Espresso deve essere considerato un onore

Non devono permettersi neanche le insinuazioni...

QUERELATEEEE. Debbono smetterla questi "giornalisti" a servizio del potere. É fondamentale che Il cambiamento avvenga soprattutto anche attraverso l'eliminazione di chi non svolge un servizio di INFORMAZIONE equidistante e neutrale. Questa gente é la penna armata di poteri del sistema assoldata per rendere loro un servizio: disinformare . La disinformazione la paragono al tradimento, all'ipocrisia, al furto della verità. Spregevole, i peggiori tra i disvalori

E quando il gioco si fa duro... 😉

(....) e a maggior ragione da partiti o movimenti di altre nazioni. Quindi quelli dell'Espresso già solo per questa motivazione dove pensano di andare attaccando il CdT?

No ma infatti, inaspettatamente, hanno fatto il mio di nome come presidente della Rai. A volte, guarda te, il caso.

allucinante,ma le proveranno tutte...tutti uniti nel CRIMINE...

Infatti non deve finire qui! Denunciateli questi schifosi

L’Espresso, credo abbia toccato qualcosa che non gli farà bene. Bugiardo e stupido!

Ma quando toglieranno le sovvenzioni pubbliche alla stampa?

Infatti ora èpresidente della Rai...

Non finisca qui

Deplorevole L’Espresso. Sono finiti, fanno da sempre disinformazione, la gente se ne è accorta, non vendono più copie e se la prendono con chi invece l’informazione la fa con stile e professionalità. Un abbraccio Marcello. Solidale con te e tutta la tua redazione!

Cazzo quante cagate. Ma fino a ieri sapevate chi era Foa? Avete mai letto l'espresso? Brutto dover passare le vacanze a Cesano Maderno ma potete sempre fare una passeggiata nn dico leggere un libro ..

Ho letto l'articolo non mica capito che cosa c'è di diffamatorio

Ai manipolatori dell'informazione una querela e' d'obbligo !!

Spero che, per usare un eufemismo, gli facciate un paiolo così.

View more comments

2 years ago

Marcello Foa

Torno rapidamente sulla Fake News gas nervino usato a Douma. Allora Saviano lanciò la campagna "tappiamoci la bocca", con largo seguito.
Ora si tapperà anche gli occhi e le orecchie. Per non vedere, né ascoltare le verità storiche.

Nell'ultima ControRassegna di Claudio Messora su ByoBlu si parla anche di lui.

www.youtube.com/watch?v=ytq0cLAeOhsDona oggi, resta libero domani. Con Paypal: www.paypal.me/byoblu. Con altri mezzi: www.byoblu.com/sostienimi/#comesidona —— LE ARMI COMICHE D...
... See MoreSee Less

Video image

Comment on Facebook

Saviano porta il Vilipendio ad un livello parossistico-compulsivo. Non solo, ma il suo approccio e la sua "analisi" degli accadimenti internazionali risultano equilibrati quanto potrebbe essere misurata la richiesta di un caffé da parte di un cliente - affetto da sindrome di Tourette - che entra per la prima volta in un bar. É un personaggio che misura le sue menzogne solo in funzione del suo IBAN. Come se non bastasse, nella migliore delle tradizioni é il classico cazzabubbolo (ometto piccolo e presuntuoso, cit. Zingarelli) dedito al chiagni e fotti e che ha il coraggio di dichiarare tra l'altro di vivere una vita di merda. Fosse cosî, non sarebbe un qualcosa di totalmente immeritato. Speriamo che il Buon Dio allevi le sue sofferenze fulminandolo, magari con una saetta cosí precisa da risparmiare la sua scorta. Sorte della scorta che per il Saviano-pensiero, si trattasse di qualche altro personaggio sgradito, sarebbe comunque un qualcosa tanto marginale quanto collaterale.

la Luciana Littizzetto mi ha bannato dal commentare sulla sua pagina dopo averle segnalato questa cosa. Come é brava e coerente!! L'emblema dell'onesta' . Simpatica e sincera.

Adesso capisco perché e' stato eletto ai vertici rai

Bravo Marcello. Idee e stile di scrittura, fanno miracoli. Grazie.

Nulla di chic in questo figuro.

Buongiorno Marcello Foa. La rassegna di Messora già ascoltata. 👍

TORNIAMO AI PROGETTI SERI : TORNIAMO ALL' IDENTITÀ DEL M5S Bisogna marcare la differenza con la Lega, e non solo per non perdere elettori, ma per preservare l' identita' del Movimento. Questo e' un difficile momento, in cui rischiamo di restare impantanati a causa di un accordo assurdo con la Lega, che, scatenando il razzismo degli Italiani, sta cannibalizzando il più evoluto M5S : LA DEMOCRAZIA DIRETTA, SCOPO DEL M5S, E' L' OPPOSTO DELLO STATO AUTORITARIO VOLUTO DA SALVINI !!!!! Non ci vuole molto a capirlo : La democrazia diretta si basa su iniziative e decisioni collettive : E' corale, partecipativa e creativa. La destra invece crede al dominio di un uomo solo che si muove per gli interessi di una minoranza : I Ricchi Crea uno stato di polizia e spegne le iniziative e le intelligenze di noi cittadini che dobbiamo solo subire decisioni prese dall' alto. La propaganda continua di vecchia memoria dovrebbe rendere ciò accettabile. Cosa dovrebbe fare il M5S ????? 1 ) STACCARSI DA QUESTO GOVERNO INFAME Portare avanti da solo i progetti e porre l' accento sulla sua differenza dalla Lega !!!! 2 ) PROMUOVERE LA DEMOCRAZIA DIRETTA NEI COMUNI AMMINISTRATI DAL M5S Cosa ci impedisce di creare delle Case del Popolo e di organizzare incontri dovunque : nei Giardini Pubblici, nelle Chiese abbandonate, nei Paesetti, nei Centri Sociali, sulla Spiaggia d' Estate ?????? Si creerebbe quell' entusiasmo di cui abbiamo bisogno : Cominciamo ad educarci alla Democrazia Diretta e smettiamola col solo arido computer : Restiamo umani !!!! Gli strumenti potrebbero essere questi : Assemblee per discutere dei desideri collettivi Bilancio Partecipativo per decidere delle risorse Luoghi reali o informatici per prendere le decisioni, dopo aver riflettuto, lontani dall' esagerata influenza dei leader. 3 ) LA DEMOCRAZIA DIRETTA PER TUTTI NOI !!!!! Non si e' mai chiarito come arrivare in modo non-violento dalla Democrazia Rappresentativa, che rappresenta gli interessi dei grandi poteri, alla Democrazia Diretta, che rappresenta il volere del popolo, la sua creatività ed intelligenza e che prende le decisioni di fondo sulla sua stessa comunità. 4 ) CAMBIARE LEADER Di Maio rischia di far fare al M5S la fine che ha fatto fare Renzi al PD per ambizione e testardaggine : Gli ha fatto perdere Identità e quindi consensi. FRACCARO o FICO SONO MOLTO PIU' DEGNI !!!!!

Speravo da tempo che Saviano si tappasse la bocca: ebbene l'ha fatto ma per il motivo sbagliato. Che patetici tutti quei personaggi che si son visti nel video, ora bisognerebbe che dessero una smentita per quello che hanno fatto, smentita che non arriverà mai. Per il futuro però possiamo sperare che Saviano smetta di usare anche la penna ( o il computer).

Che noia ,se ti vogliono uccidere ti raggiungono in capo al mondo scorta o non scorta Falcone e Borsellino sono l'esempio , francamente il sig. Saviano non ci interessa . Grazie come sempre

È ufficiale il fatto che non si siano usate armi chimiche perché mi sembra di aver letto che sono state trovate tracce di cloro ??? Prima di parlare vorrei sapere, grazie

SAVIANO E' UN EROE : HA FATTO INDAGINI PERICOLOSISSIME !!!! Altro che radical -chic

Saviano non è altro che un pagliaccio!

Grande Marcello Foa

Non so perche ma mi sentivo fin da inizio che la notizia riguardante l'Assad non era veritiera😨Cari saluti al Prof.Foa

Dovrebbe tapparsi altro, ma quello è sempre aperto !!!specie per le risorse..

Di Saviano veramente non se ne può più. Il mio personale parere è che si sia convinto d'esser chissà chi.

le immagini di Saviano Boldrini e altri...fanno pariglia con quella di P. Colin che esibisce la provetta all'Onu....

Moralismo shit di Capasupposta (quella è la forma, wè)...

Vabbè Messora

Glerta Sadedini

sempre più ridicoli...possibile che non se ne rendano conto? O forse se ne rendono conto ma, piuttosto che ammettere la figura di merda, perseverano....a fare figure di merda.

Scusate la volgarità ma qualdo uno parla col c... dovrebbe tapparsi quello...

Solo una parola.....RIDICOLI! Grande Marcello

È sopratutto una questione di struttura ricettiva mentale ... sempre meno persone hanno un innato e sviluppato Buon Senso che mostra loro il vero lato delle varie situazioni ... ad oggi, la capacità di valutazione passa attraverso delle lenti distorcenti che sono dei mirati processi di acculturamento ... secoli fa sopratutto religioso , attual_mente invece attraverso gli studi scolastici ... oltretutto, il potere mediatico del sionismo, non è che favorisce le carriere delle Persone di Buon Senso, ma di quelle dotate di elegante e raffinato "senso comune" inconscia_mente favorevole alla loro milenaria causa: il dominio da parte del "popolo eletto", non accorgendosi così, di fare una figura di cacca! m.facebook.com/sharer.php?fs=8&fr=%2Fprofile.php&sid=263590411067263&refid=18&ref=content_filter&...

View more comments

2 years ago

Marcello Foa

IN SIRIA NESSUN GAS NERVINO, IL BAMBINO MESSICANO NON ERA UN IMMIGRATO. MA I GIORNALISTI NON SI SCUSANO MAI?

Nelle ultime settimane altri esempi di clamorosi scoop smentiti dai fatti. Vere e proprie Fake News che però la grande stampa non rettifica, pensando che il pubblico dimentichi tutto, ma tra i giornalisti fortunatamente c'è chì non ci sta, come spiego qui: bit.ly/2mapVX7IN SIRIA NESSUN GAS NERVINO, IL BAMBINO MESSICANO NON ERA UN IMMIGRATO. MA I GIORNALISTI NON SI SCUSANO MAI?

Nelle ultime settimane altri esempi di clamorosi scoop smentiti dai fatti. Vere e proprie Fake News che però la grande stampa non rettifica, pensando che il pubblico dimentichi tutto, ma tra i giornalisti fortunatamente c'è chì non ci sta, come spiego qui: bit.ly/2mapVX7
... See MoreSee Less

IN SIRIA NESSUN GAS NERVINO, IL BAMBINO MESSICANO NON ERA UN IMMIGRATO. MA I GIORNALISTI NON SI SCUSANO MAI?

Nelle ultime settimane altri esempi di clamorosi scoop smentiti dai fatti. Vere e proprie Fake News che però la grande stampa non rettifica, pensando che il pubblico dimentichi tutto, ma tra i giornalisti fortunatamente cè chì non ci sta, come spiego qui: https://bit.ly/2mapVX7

Comment on Facebook

Fake news per continuare a manipolare le persone....che invece di approfondire...ci credono!

Peccato Marcello che Giornalisti come te, scarseggiano nel mainstream. Basterebbe chiedere a Saviano la rettifica...

"mai come ora c’è bisogno di autenticità, di aderenza alla realtà, di onestà intellettuale" Dov'è l'Uomo?

"... e sono tanto semplici li uomini, e tanto obediscano alle necessità presenti, che colui che inganna troverrà sempre chi si lascerà ingannare." -- Nicolò Machiavelli, "Il Principe", XVIII

Certo pseudo giornalisti andrebbero chiamati con i giusti aggettivi : il più volgari possibili ! Tanto si meritano

Un giornalismo vergognoso !

Infatti, vogliamo articoli senza la personale opinione dei giornalisti. Questa non è una delle prime regole che si imparano??

Perché dovrebbero scusarsi se il loro lavoro consiste nel mentire? Io non mi scuso se faccio bene il mio lavoro

Sign Foa, è possibile regolamentare l'ordine dei giornalisti con una graduatoria sulla credibilità nel lavoro svolto? Fino a che punto è permesso ad un giornalista di implementare un articolo con sue personali vedute politiche? Non basterebbe semplicemente l'edizione dettagliata e completa della notizia senza opinioni? Grazie

La guerra alle Fake News va intesa nel senso che: Le Fake News le gestiamo solo noi....

Federico Di Cerbo

😱😱😱🤐🤐🤐

Il più grande esempio di farsa giornalistica manipolata da schiavi che non hanno alcun amore per i popoli e per le nazioni

Le foto sono vere? La seconda il campo della foto è ristretto ok, ma nella prima il bimbo è pallido...quindi se non è gas nervino sarà un gas al cloro o no?

Su quella del bambino dietro la grata avevo condiviso un articolo che spiegava bene l'origine dello scatto. Ora qualcuno sta facendo girare quella del ragazzo decapitato in piazza a Mosul (2106) adducendo l'atto al suo essere gay. Invece, se si riprendono gli articoli dell'epoca, si scopre che fu ucciso in quel modo barbaro e secondo la legge del fondamentalismo islamico, per aver ascoltato musica occidentale.

Questi pseudo-giornalisti sono solo arroganti e ignoranti perché sono stipendiati dalle élites.

Non si scuseranno mai, dopotutto, non tutti possiedono la sua onestà intellettuale! 💙

Allora perché Lei non pubblica la notizia in Corriere del Ticino ( Dove Sei il CEO ) si sei un Bravo giornalista?

Appunto

Infatti ; non si SCUSANO MAI !..

una "informazione" vergognosa

E fa bene a non starci in quanto ogni qualvolta escono immagini simili la maggior parte delle persone abbocca.

View more comments

2 years ago

Marcello Foa

🔴 L'ARTICOLO DE L'ESPRESSO? IL NULLA ASSOLUTO

Questa mattina ho letto l'articolo integrale pubblicato da L'Espresso che parlava di me e devo dire che sono rimasto deluso: tutto qui? Giornalisticamente rappresenta il nulla assoluto. Non c'è niente: non una notizia, non un'analisi. Solo illazioni e fantasiose connessioni per tentare di giustificare l'astrusità di un titolo sensazionalistico e intenzionalmente diffamatorio perché non circostanziato.

Giornalismo di bassa lega, robaccia. L'ennesimo sintomo del declino, anzi della decomposizione di una testata un tempo gloriosa, che si sta liquefacendo da sè , sconfessata dai propri lettori che non leggono più l'Espresso da tempo. E d'altronde come potrebbero con copertine come questa?

Mi sa che è il destino che si merita.
... See MoreSee Less

🔴  LARTICOLO DE LESPRESSO?  IL NULLA ASSOLUTO

Questa mattina ho letto larticolo integrale pubblicato da LEspresso che parlava di me e devo dire che sono rimasto deluso: tutto qui? Giornalisticamente rappresenta il nulla assoluto. Non cè niente: non una notizia, non unanalisi. Solo illazioni e fantasiose connessioni per tentare di giustificare lastrusità di un titolo sensazionalistico e intenzionalmente diffamatorio perché non circostanziato.

Giornalismo di bassa lega, robaccia. Lennesimo sintomo del declino, anzi della decomposizione di una testata un tempo gloriosa, che si sta liquefacendo da sè , sconfessata dai propri lettori che non leggono più lEspresso da tempo. E daltronde come potrebbero con copertine come questa?

 Mi sa che è il destino che si merita.

Comment on Facebook

Grazie di cuore, a tutti voi. intanto l'Espresso non riesce a convincere nemmeno i propri lettori. i commenti sul sito sono eloquenti. Vi mando tre schermate

E tre

E due

Una bella copertina sul mondo clientelare di Pittella & Co. forse avrebbe mostrato più rispetto verso un popolo vessato dalla corruzione e il degrado che abbiamo nelle istituzioni. Invece no, meglio picchiare duro sul gossip politico, creando senza se e senza ma, solo entusiasmi di becera appartenenza.

Egr. Marcello Foa basta ignorarli sono degli ipocriti farisei al servizio della finanza e Vaticano.

Incredibile copertina. Arrivano davvero a tanto? Mi metto sul lato della satira, al di là del significato politico. Non fa proprio ridere, nemmeno sorridere. È di profilo proprio terra a terra. Ho come l'idea che li manteniamo ormai solo noi con i soldi che gli passa lo Stato.

Purtroppo non solo l'Espresso è ridotto a carta straccia , ma, tranne qualche voce isolata, l'intero panorama giornalistico!

Speriamo che questa volta non ci abbiano abbinato un cd di qualche film x vendere a prezzo maggiorato il giornale!! (Salvini tira e la copia con.la sua intervista, il mio giornalaio me l'ha fatta digerire 16 euro e spicci, aveva allegato un cd di un film.di guerra) Ma stavolta non ci casco!!

Stiamo rasentando la follia allo stato puro: mai visto un simile accanimento! Comunque, dimenticano che il Governo ha il popolo dalla sua parte e che le varie illazioni non fanno che accrescere il supporto e la difesa dei suoi rappresentanti .

Poveretti! Hanno perso, tutto: potere, onore, dignità,..... E hanno una grandissima invidia di chi, con il lume della ragione, è Giornalista e Informatore. Un solidale saluto sallo "spirito libero"!

beh, per togliere le sovvenzioni alla stampa, potete cominciare proprio da qui ... 🙄 tanto dietro c'é chi prende prestiti e non li rimborsa ...

Marcello siamo con te in questa grande battaglia spirituale, culturale, antropologica, sociale e civile. La macchina del fango è a regime e noi siamo pronti a combatterla ed annientarla sul piano culturale,civile e quello etico e morale. Chiediamo il fact checking a questi signori? Gli facciamo tirare fuori le prove?

Sulla provenienza dei soldi con cui il cretino di Rignano compra la villa silenzio tombale. Probabilmente perché sanno che sono regalie delle banche e case farmaceutiche a cui l'imbecillotto ha fatto favori.

Il rumore degli specchi, quei graffi diventano sempre più forti e più veloci.

buon senso vuole che cada nel dimenticatoio ...non merita risposta... nè visibilità, tuttavia siamo ai colpi di coda di un sistema che non si dà pace per aver perso e il fango schizza ovunque.... a questo punto li denuncerei chiedendo una bella somma da devolvere alla lotta anzi alla crescita del Populismo ...:-) buona domenica Marcello Foa

Ma lei non ha mai scritto cose false? Vede non ci credo, lei cosi al di sopra delle parti non sarebbe li, ma l'avrebbero annientato. Forse è più bravo di altri a raccontare qualche bufala al posto giusto.

Sara anche vero che si sta liquefacendo ma fare spallucce non basta. Questi sulla menzogna costruiscono castelli che per menzogna crollano su di noi

Fatte come me, non comprate più la Repubblica di domenica con l'inserto Espresso!!!!!

U vecchio detto dice " passa avanti e non ti curar di loro " sempre valido per me

Ma dai, la vignetta oggettivamente FA RIDERE! Farci una copertina certo sembra eccessivo, andava bene all'interno. penso che sia una questione montata ad arte e che ci siano complicità all'interno della magistratura, di cui da tempo ho smesso di fidarmi. Ai più alti livelli è politicizzata, ma non nel senso di legami con il PD quanto più allineata a poteri forti di stampo massonico. del resto da quanto tempo non viene ucciso un magistrato? non ce n'è più bisogno perché i pochi che mostrano di avere la schiena dritta vengono isolati (Woodcock) o le loro sentenze di primo grado finiscono poi per venire ribaltate o depotenziate. Per dirla all'americana la magistratura è sotto il controllo del Deep State, andare contro questi poteri richiede lavoro continuo, tempo, pazienza e perseveranza.

Consiglio ... stai tranquillo Marcello ... "lasciagli friggere" nel loro insano condimento abituale ... tra poco saranno ancor più immangiabili ... cioè: VOTABILI!

L'Espresso ogni tanto tira fuori belle inchieste spesso funzionali a qualche argomento che sarà prossimo ad essere battuto da tutti i media o che è già in voga. Un articolo così si poggia su qualcosa (più che altro un'intenzione) che è facile capire cosa sia.

Propaganda, Live & Open®. Un esposto all'ordine dei giornalisti? Non produrrà effetti, ma resta agli atti. (Continuo a pensare che anche una querelina ci starebbe tutta.)

Finito di leggere ma con gran fatica. Hai perfettamente ragione"anello di congiunzione tra due mondi"è il nulla assoluto disseminato da illazioni viste da"occhi cisposi di speranze vendicative". La copertina poi è pure volgare oltre ad essere sinistra. Ps.allorchè ci fosse un dibattito dove fosse presente il citato signor Tito Tettamanti potresti dirlo per post ? Sarei felice.di partecipare. Buona domenica,Marcello

I tagli ai finanziamenti ai giornali saranno presto una realtà e con i fatturati costantemente in perdita (mediamente il 50% di lettori in meno negli ultimi 10 anni) vedremo come se la caveranno questi pseudogiornalisti modello damilano, tutti-propaganda e niente verità.

View more comments

2 years ago

Marcello Foa

🔴 CHE DITE? QUERELO L'ESPRESSO O MI LIMITO A UNA RISATA?

Ieri sera il settimanale L'Espresso ha pubblicato sul proprio sito l'anticipazione di un articolo che uscirà domani, in cui, tenetevi forte, si sostiene che la cassa della Lega sarebbe in Svizzera e si lascia intendere che il sottoscritto avrebbe avuto un ruolo chiave in questa misteriosa e sofisticata operazione.
Un lettore mi ha detto: devi querelare. Non so, deciderà il mio avvocato ma l'articolo è così bislacco e la tesi proposta talmente infondata nelle argomentazioni, nonché colma di fantasiose e diffamanti insinuazioni, da essere semplicemente ridicola.
Il collega che l'ha firmato, tale Vittorio Malagutti, ovviamente non mi ha interpellato in fase di stesura, violando le più elementari norme del giornalismo d'inchiesta, e questo la dice lunga sulla serietà di una testata un tempo autorevole.
Se lo avesse fatto, gli avrei detto che il pranzo a Lugano con Steve Bannon, citato nell'inchiesta come episodio fondamentale, era talmente segreto che si è svolto alla presenza, tra gli altri, di Roberto Antonini, un giornalista della RSI (il quale ne diede conto pubblicamente), e di Danilo Taino del Corriere della Sera. Non c'è che dire, un tavolo di loschi congiurati.
E al solo pensiero che si possa fare un'inchiesta con questi criteri a me scappa davvero da ridere.

espresso.repubblica.it/attualita/2018/07/06/news/sovranisti-si-ma-con-la-cassa-in-svizzera-1.3246...
... See MoreSee Less

🔴 CHE DITE? QUERELO LESPRESSO O MI LIMITO A UNA RISATA?

Ieri sera il settimanale LEspresso ha pubblicato sul proprio sito lanticipazione di un articolo che uscirà domani, in cui, tenetevi forte, si sostiene che la cassa della Lega sarebbe in Svizzera e si lascia intendere che il sottoscritto avrebbe avuto un ruolo chiave in questa misteriosa e sofisticata operazione.
Un lettore mi ha detto: devi querelare. Non so, deciderà il mio avvocato ma larticolo è così bislacco e la tesi proposta talmente infondata nelle argomentazioni, nonché colma di fantasiose e diffamanti insinuazioni, da essere semplicemente ridicola.
Il collega che lha firmato, tale Vittorio Malagutti,  ovviamente non mi ha interpellato in fase  di stesura, violando le più elementari norme del giornalismo dinchiesta, e questo la dice lunga sulla serietà di una testata un tempo autorevole.
Se lo avesse fatto, gli avrei detto che il pranzo a Lugano con Steve Bannon, citato nellinchiesta come episodio fondamentale, era talmente segreto che si è svolto alla presenza, tra gli altri,  di Roberto Antonini, un giornalista della RSI (il quale ne diede conto pubblicamente), e di Danilo Taino del Corriere della Sera. Non cè che dire, un tavolo di loschi congiurati.
E al solo pensiero che si possa fare uninchiesta con questi criteri a me scappa davvero da ridere.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2018/07/06/news/sovranisti-si-ma-con-la-cassa-in-svizzera-1.324608?ref=HEF_RULLO

Comment on Facebook

Grazie a tutti per la solidarietà e per i commenti. Questa mattina ho letto l'articolo integrale sull'Espresso e rappresenta giornalisticamente il nulla più assoluto. Non c'è niente: non una notizia, non un'analisi. Solo illazioni e fantasiose connessioni per tentare di giustificare l'astrusità di un titolo sensazionalistico. Tutto quì? La mia prima intuizione era corretta: ridicoli, sono solo ridicoli!

Proprio perché ridicolo,volutamente diffamatorio,sarebbe giusto querelare L'Espresso che non è nuovo a questi comportamenti(ricordiamo il recente caso del governatore della Sicilia).Chissa' che non imparino le regole del buon giornalismo

Prima rinuncia a Repubblica, poi all'Espresso. Poi ho disdetto la TV per le troppe balle e il ridicolo a copertura del reale. Ma vedo che non basta...riescono sempre ad infettare l'aria...

Urge querela. Vero è che poi entri nel territorio assurdo della Giustizia.....e lì si apre un altro capitolo da mani dei capelli!!!!! Però questi con la menzogna fanno carne di porco delle vite altrui....E bisogna che paghino. Almeno provarci

Devi querelare, assolutamente! Spero che i tuoi legali decidano di farlo. Siamo milioni, non siamo Trolls e siamo con tutti voi che sostenete questo governo.

No, basta. Nessuno deve permettersi di mettere in dubbio la sua integrità e la sua dignità. Foa, il suo lavoro e le sue battaglie danno voce a tutti coloro che sperano ancora in una vita equa. Dando spazio a questi argomenti ignobili, si presuppone automaticamente che il prosieguo potrebbe esserlo altrettanto...

In questi casi querelare non è un dirtto ma un obbligo. Chi fa informazione ha il dovere morale di utilizzare il mezzo per perseguire la verità e non la menzogna per interessi propri o di altri. Quindi se io fossi in lei lo farei immediatamente.

La decisione ultima rimane la Sua Grandissimo Foa. Umilmente io farei deux en un............ Una risata + Querela...... Non vedo perchè lasciare certi personaggi infangare, amalgamare, diffamare la Sua Splendida personalità, capacità, sincerità, professionalità. Quel personaggio basta pochissimo per capire, guardarlo bene in faccia...specie le labbra...... 🙃🙃🙃🙃🙃🙃

Comunque sono davvero alla frutta. Hanno perso ogni freno inibitorio, sembra che si stiano volontariamente suicidando, tutta la sinistra, non passa giorno senza una figura da peracottai. Quali in effetti sono sempre stati

La Svizzera NON è, da molto tempo ormai, un rifugio per denari non dichiarati o di provenienza illecita. È ora di smetterla di mettere nella testa della gente questa [email protected]@ata perché lede l’immagine di un Paese tra i più seri, MENO CORROTTI e avanzati di questo schifo mondo. Pertanto non è possibile che ci siano fondi illeciti perché visto che la pista è falsa anche la presenza di denari è inventata. La sinistra è invece ora che dichiari chiaramente perché Di Pietro non ha potuto colpire il PC nel ‘94 viste le centinaia di milioni di dollari iniettati segretamente da Mosca fino alla caduta del muro di Berlino... sono veramente degli ipocriti pagliacci !

Quereli pure direttore. Giornalisti onesti e non asserviti come Lei non possono essere diffamati da quel "giornale" che è l'Espresso (la cui vera utilità mi astengo dall'esternare). Poi la grossa risata La farà quando verranno condannati al risarcimento danni. Vediamo poi se Damilano si toglie quel riso insopportabile dalla faccia!

esattamente come da noi- chi dice la verita, ha tutta la stampa venduta contro. Ma chi lo legge ancora, l'Espresso? Bisogna assolutamente querelale, se no, diventano sempre piu sfacciati e pericolosi.

Omnia munda mundis: ma io tanto munda non sono, per cui non escludo che Foa qualche manovra pro-Salvini l'abbia fatta. Ma se Foa è sicuro di sè, farebbe bene a parlare con Damilano (da direttore a direttore), poi a querelare; se non querelasse, restrebbe il dubbio della sua implicazione in affari sovranisti poco puliti

Gentile Marcello, perdonami l'intrusione. Nasco a Ivrea, figlio della classica famiglia Olivettiana, con babbo che è stato in prima linea Olivetti fino alla grande rapina. O meglio...la grande rapina inizió nel 1982/1983, mio babbo uscì dall'Olivetti nell' '89...ma vabbè...una storia che nessuno in Italia vuole raccontare, non sarò di certo io a farlo, a maggior ragione su FB. L'Espresso che punta il dito su eventuali conti svizzeri di terze persone/organizzazioni è un po' come se Rocco Siffredi si scagliasse contro chi pratica saltuariamente del sesso anale. Prendila (perdonami il tu) con filosofia...ultime sparate eccentriche di persone che hanno giá dato (e sottratto) abbastanza e che vivono il loro - speriamo non imminente - trapasso con l'odio che li ha aiutati nelle loro luminose carriere. Con ammirazione. Lorenzo

Marcello qui ci vuole una birra. E 4 risate

Non importa quanto tempo ci vorrà mai io fossi in lei e così palesemente dalla parte della ragione querelerei, questa gente marcia dentro, inutile, senza legge che sanno scrivere solo perché imbeccati dai soliti noti pidioti merita di essere bastonata la' dove il dente duole, nel portafoglioe chieda danni ingenti, tanto poi come sempre succede da noi con questa giustizia politicizzata finirà tutto a tarallucci e vino. Avrà almeno la soddisfazione di avergli fatto vedere i sorci verdi, anche se per poco, ma soprattutto di non passare per ciò che non è.

Fossi in lei li querelerei Marcello, basta con le strumentalizzazioni e le falsita'. Questi tipi di giornalisti, iene, non dovrebbero poter esercitare questo nobile mestiere. Sono delle risorse sottratte al lavoro nei campi!

..tengo incorniciato un articolo de’ L’Espresso in cui, a proposito dei legami tra grandi banche e multinazionali del settore in cui operavo , citava la dittarella di cui ero uno dei soci; tanto potenti che, poi, una multinazionale ha dato l’ordine (a persona nota) di farci chiudere... e così è stato.

La prossima volta, al posto dell'espresso , si bevano una camomilla😅. Con che coraggio parlano di Svizzera, LORO, visto che hanno De Benedetti come editore.

Restare in silenzio dopo queste accuse, anche se ridicole, significa superiorità morale ma debolezza materiale. In un mondo fatto di materialismo e fake news, molto meglio reagire con querele, anche se ci pesano e fanno perdere tempo utile. Questo è rispondere al loro modo disonesto di combattere, meglio essere coerenti e all'altezza del gioco sporco che conducono.

Secondo me, deve querelare o denunciare, per etica professionale... un giornalista dovrebbe, informarsi, approfondire, e poi scrivere... un gruppo di "giornalisti" scrive veline preparate da altri... senza contradditorio, Grazie a questo sistema, l'osservatorio per i diritti umani in Siria ha potuto, per anni essere l'unica fonte di informazione in un conflitto... cosa che onestamente non sta' "ne in cielo ne in terra" Cordialemte

Caro Marcello, ci sono gli estremi per una querela, per fare imparare a certa gene che deve comportarsi in modo professionale e non diffamando senza alcun elemento a supporto. Sono i tipici casi di propaganda, finalizzati alla demonizzazione dell'avv