Deciba

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

4 hours ago

DECIBA

📍Vice Presidente D.E.C.I.Ba Ecologia Integrale - Sovraindebitamento
ROMA - Universita Pontificia “ANTONIANUM”
www.deciba.it
... See MoreSee Less

📍Vice Presidente D.E.C.I.Ba Ecologia Integrale - Sovraindebitamento
ROMA  - Universita Pontificia “ANTONIANUM”
www.deciba.it

2 days ago

DECIBA

INVESTIMENTI IN BANCA PRESTATE SEMPRE MOLTA ATTENZIONE

Intervista di @mMichele Mich Bianchi di RADIO CIRCUITO 29 al Presidente @DECIBA Dott. @gaeGaetano Vilnò
... See MoreSee Less

2 days ago

DECIBA

Buonissimo caffè di un nostro cliente che descrive riconoscere un buon caffè

Come riconoscere un caffè di qualità
Varietà, miscela, tostatura…tante sono le parole che ci vengono in mente e ci confondono nel momento in cui acquistiamo o degustiamo un caffè. Ma come riconoscere se è di qualità? Ecco qualche dritta.

Scegliere il caffè giusto quando ti trovi al supermercato non è semplice: tra mille informazioni spesso finisci per farti guidare nella decisione soltanto dal marchio. Ma imparare a riconoscere un ottimo caffè di qualità è possibile. Basta sapere quali sono i criteri che ti devono guidare nel giudizio e ricordare che per farlo al meglio è opportuno esaminare solo caffè amaro.

Ecco allora i 5 criteri da prendere in considerazione nella valutazione del caffè:

tostatura
crema
profumo
gusto
retrogusto
La tostatura

La prima cosa da valutare nella scelta del caffè è la tostatura: se stai scegliendo una miscela in grani, puoi analizzare la grandezza dei chicchi innanzitutto. I chicchi più pregiati sono in genere quelli con diametro maggiore (“crivello”, in termini tecnici). Puoi anche esaminare ad occhio la percentuale di chicchi di arabica, la specie di maggior valore. La loro forma, infatti, allungata e con solco ondulato, differisce da quella dei chicchi di varietà robusta, più rotondi e con solco dritto. La gradazione della tostatura, infine, non deve essere né troppo scura né troppo chiara.

La crema

La crema di un buon caffè deve avere una trama omogenea e sottile, deve essere consistente e persistente, con uno spessore di qualche millimetro, di colore bruno medio-scuro.

Il profumo

Che si tratti di un classico caffè preparato con la moka o di un più moderno espresso, il profumo è la prima caratteristica che colpisce i sensi. Ciò che si valuta per riconoscere un caffè di qualità è l’intensità del suo profumo e la sua complessità. Un po’ come succede per il bouquet del vino o per la piramide di un profumo, è importante che le note olfattive siano varie e complesse, che si armonizzino bene tra loro dando una sensazione di rotondità ed eleganza. Valutare gli aromi del caffè non è semplice, ma con l’abitudine si riescono a individuare le sfumature della tostatura, che possono rievocare la frutta secca e il pane, il caramello, i legni di cedro o di sandalo, il tabacco, le spezie, il cioccolato, la vaniglia, gli agrumi, i fiori, i frutti.

Il gusto

All’assaggio ci si deve concentrare sulla densità del liquido e sulle note percepite dalla lingua. È importante verificare un buon equilibrio tra l’amaro, sempre presente perché dovuto alla tostatura, l’acido e il dolce. Una buona presenza di arabica conferisce al caffè una certa acidità, mentre una maggiore presenza di robusta dona al caffè una nota “cioccolatosa”.

Il retrogusto

Ultimo criterio per riconoscere la qualità di un buon caffè: il retrogusto che ci regala deve essere gradevole, rotondo e morbido, con punte di acidità fruttata.

www.ilducadinapoli.com/2019/11/13/come-riconoscere-un-caffe-di-qualita/
... See MoreSee Less

Buonissimo caffè di un nostro cliente che descrive riconoscere un buon caffè 

Come riconoscere un caffè di qualità
Varietà, miscela, tostatura…tante sono le parole che ci vengono in mente e ci confondono nel momento in cui acquistiamo o degustiamo un caffè. Ma come riconoscere se è di qualità? Ecco qualche dritta.

Scegliere il caffè giusto quando ti trovi al supermercato non è semplice: tra mille informazioni spesso finisci per farti guidare nella decisione soltanto dal marchio. Ma imparare a riconoscere un ottimo caffè di qualità è possibile. Basta sapere quali sono i criteri che ti devono guidare nel giudizio e ricordare che per farlo al meglio è opportuno esaminare solo caffè amaro.

Ecco allora i 5 criteri da prendere in considerazione nella valutazione del caffè:

tostatura
crema
profumo
gusto
retrogusto
La tostatura

La prima cosa da valutare nella scelta del caffè è la tostatura: se stai scegliendo una miscela in grani, puoi analizzare la grandezza dei chicchi innanzitutto. I chicchi più pregiati sono in genere quelli con diametro maggiore (“crivello”, in termini tecnici). Puoi anche esaminare ad occhio la percentuale di chicchi di arabica, la specie di maggior valore. La loro forma, infatti, allungata e con solco ondulato, differisce da quella dei chicchi di varietà robusta, più rotondi e con solco dritto. La gradazione della tostatura, infine, non deve essere né troppo scura né troppo chiara.

La crema

La crema di un buon caffè deve avere una trama omogenea e sottile, deve essere consistente e persistente, con uno spessore di qualche millimetro, di colore bruno medio-scuro.

Il profumo

Che si tratti di un classico caffè preparato con la moka o di un più moderno espresso, il profumo è la prima caratteristica che colpisce i sensi. Ciò che si valuta per riconoscere un caffè di qualità è l’intensità del suo profumo e la sua complessità. Un po’ come succede per il bouquet del vino o per la piramide di un profumo, è importante che le note olfattive siano varie e complesse, che si armonizzino bene tra loro dando una sensazione di rotondità ed eleganza. Valutare gli aromi del caffè non è semplice, ma con l’abitudine si riescono a individuare le sfumature della tostatura, che possono rievocare la frutta secca e il pane, il caramello, i legni di cedro o di sandalo, il tabacco, le spezie, il cioccolato, la vaniglia, gli agrumi, i fiori, i frutti.

Il gusto

All’assaggio ci si deve concentrare sulla densità del liquido e sulle note percepite dalla lingua. È importante verificare un buon equilibrio tra l’amaro, sempre presente perché dovuto alla tostatura, l’acido e il dolce. Una buona presenza di arabica conferisce al caffè una certa acidità, mentre una maggiore presenza di robusta dona al caffè una nota “cioccolatosa”.

Il retrogusto

Ultimo criterio per riconoscere la qualità di un buon caffè: il retrogusto che ci regala deve essere gradevole, rotondo e morbido, con punte di acidità fruttata.

http://www.ilducadinapoli.com/2019/11/13/come-riconoscere-un-caffe-di-qualita/

2 days ago

DECIBA

‼️Le banche stanno affrontando un grande problema,stanno perdendo il diritto di rivalsa ‼️

🗣Non firmate nuove Fideiussioni e nuovi documenti,questa è un'opportunitò per milioni di utenti che hanno fatto da garanti .

🗣Nullità delle fideiussioni omnibus conformi allo schema predisposto dall’ABI

🗣Cassazione civile, sez. I, 22 Maggio 2019, n. 13846
Concorrenza – Normativa antitrust – Giudizio ex art. 33, comma 2, legge 287 del 1990 – Principio di effettività e di unitarietà dell’ordinamento – Carattere di prova privilegiata del provvedimento amministrativo nel giudizio civile in relazione alla accertata violazione della normativa in tema di concorrenza

Le Fideiussioni sono un'argomento già trattato da anni dal nostro gruppo,oggi abbiamo l'ennesimo rinforzo per renderle nulle .

⚠️Consigliamo di rivolgersi a professionisti specializzati nel settore onde evitare problemi

📍Per l'analisi biosogna spedire i contratti di Fideiussione,verrano analizzati vari paramentri sia matematici sia legali e daremo in pochi giorni una risposta definitiva se annullabile o meno .

📍Spedire i documenti a [email protected] Centralino 0521.247673 Sito www.deciba.it

📍Per chi avesse esigenze particolare è possibile fissare l'appuntamento .
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Ma andate a cagare avete rotto i coglioni devono fallire tutte x non fanno piu le banche di tanti annni fa .cioè un secolo fa

Per me le banche possono sprofondare anche subito solo pronciarle mi viene da vomitare

⁉️

ma le fidejussioni OMNIBUS non esistono più da almeno trent'anni!!!!! Qualcuno se ne accorge solo adesso?

3 days ago

DECIBA

⚠️⚠️⚠️⚠️bloccato pignoramento da parte della banca ⚠️⚠️⚠️⚠️🗣 La banca pignora e noi ci opponiamo perché riteniamo che la banca abbia sbagliato

🗣 La banca commette errori e spesso ruba , noi analizziamo i documenti e tentiamo L impossibile

🗣 Questo cliente era stato da più Avvocati che non hanno trovato soluzioni , difficile sicuramente, ma noi siamo riusciti ad ottenere un risultato

🗣 Il Giudice blocca il pignoramento per gravi motivi , il Giudice ritiene che i nostri motivi siano validi e vadano analizzati

🗣 La vita di queste persone è cambiata

🗣questa è fare politica , poche parole e molti fatti , contro le banche si vince se ti rivolgi a bravi professionisti.

🗣 complimenti a tutto lo staff DECIBA e al capo legale Federico Comba
... See MoreSee Less

⚠️⚠️⚠️⚠️bloccato pignoramento da parte della banca ⚠️⚠️⚠️⚠️

4 days ago

DECIBA

🗣 questi saranno i nuovi Governanti

🗣 Non ci vogliono nuovi Politici ci vogliono nuovi elettori .

🗣 Beppe Grillo ha perso consenso e l ignoranza si stra trasferendo alla vecchia ignoranza .

🗣 Avere un opinione non vuol dire essere schierati , oggi ogni frase è destinata per un interesse e le persone hanno paura di esprimere il propio pensiero .

🗣 Non ho interesse per nessuno dei Politici esistenti perché i miei occhi non vedono Politici che hanno l interesse per il Popolo .

🗣 Vedo persone che non hanno mai lavorato in vita loro che sfruttano ignoranza e sogni per mantenere il propio status sociale

🗣 fra i tre litiganti ? Il Popolo perde
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Certo ...e speriamo presto ...forza Salvini

intanto andiamo a votare ....

E li applaudono ANCORA

Solo il loro. È di migliaia di politici

Facciamo votare solo i comunisti e i neri, tanto fate come vi pare.

Dalla padella alla brace

Ma chi cacchio sono questi sinistroidi?🤫

Comunisti di merda

Sempre meglio di quelli usurpatori che ci stanno!!!

Meglio ignorante ma elettore che pentastellato o pidiota e usurpatore Sapete benissimo che se andassimo a votare voi non sareste piu neanche opposizione, ma pee voi merde i fascisti sono gli altri

Tre metri sopra il cielo 😀😀😀😀

Tutti i politici sono stipendiati dall' ignoranza da destra a sinistra.

E già, l'Italia ha bisogno di saltimbanchi , voltagabbana, pagliacci e venditori di pentole. Idioti!!!!

Saranno l'ennesimi pupazzi messi li per prendere per i fondelli i cittadini Italiani,mentre i soliti squali fano la festa.

Infatti ne manteniamo moooolto di più !

Perché Grillo sarebbe l'intelligente?

La vostra e` quella di non sapere con chi allearvi !! Solo per poter stare al governo

Meno male che c'è la tua intelligenza.

Detto da ignoranti accertati, fa proprio ridere! Ovviamente sono ignoranti tutti quelli che non la pensano come loro, traditori degli elettori!!!!!

E certo chi vota giusto siete solo voi vero? Mi sembra un parlare da DITTATORI!!!!!

Altri voti per il centrodestra che ringrazia!

Andiamo a VOTARE e poi VEDRETE! 😃

View more comments

1 week ago

DECIBA

📍 questo il vero unico problema 📍 ... See MoreSee Less

📍 questo il vero unico problema 📍

1 week ago

DECIBA

UNO STATO CHE .... Siamo nell'epoca del qualunquismo,la retorica è la forma di comunicazione più utilizzata .

Gaetano Vilnò
UNO STATO CHE .... Siamo nell'epoca del qualunquismo,la retorica è la forma di comunicazione più utilizzata .

La retorica è il linguaggio degli ignoranti per gli ignoranti . Cit.

Psicologicamente parlando è molto più semplice inserire nella mente un'infomrazione nuova piuttosto che tirare fuori un'dea sbagliata

Questo accade per qualsiasi argomento,immaginate due scatolette,una la scatoletta del MISTICO dove all'interno troviamo non fatti ma idee,teorie,opinioni,fede,punti di vista . In questa scatoletta è possibile mettere tutto,questa è la scatoletta del VALETUTTO .

Impossibile contestare un'opinione ma i FATTI SONO FATTI

In questo video faccio riflessioni su Fatti ,spesso dimentichiamo le questioni più semplici .

Entriamo nella scatoletta della scienza e vediamo cosa all'interno troviamo .
... See MoreSee Less

2 weeks ago

DECIBA

⛔️ UNICREDIT INDAGATA ⛔️
TRUFFA, ESTORSIONE E USURA

#ControllaLaTuaBanca

Per maggiori informazioni è sufficiente compilare il form indicato di seguito: ▶️ www.rimborsibancari.it/
🚩scrivere a 📩 [email protected]
🚩contattare i nostri uffici ai seguenti recapiti telefonici:
☎️ 800 600 955 – 0422 456003
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Anch io sono Unicredit

Merde

Vincenzo Bianco 🤣🤣🤣

Marius David

ladri autorizzati

Vorrei saperne di più, grazie.

Infatti mi hanno rovinato

Era ora! (Y)

ha succeso anche a me,,mano fregato,,

View more comments

2 weeks ago

DECIBA

DecibaTreviso
🔴🔴 DIFENDITI E FAI ANALIZZARE IL TUO MUTUO E IL TUO CONTO CORRENTE 🔴🔴

PIGNORAMENTI ILLEGITTIMI per mutui e conti correnti bancari con gravi irregolarità. LA BANCA PAGA...

✅ SCOPRI COME TUTELARTI E DIFENDERTI
✍🏻 Richiedi una preanalisi compilando il form
... See MoreSee Less

2 weeks ago

DECIBA

INGIUSTA SEGNALAZIONE A SOFFERENZA IN CENTRALE RISCHI...
Il Parlamento Europeo riceve la nostra petizione.
💢💢💢💢💢💢💢💢💢💢💢💢💢💢💢💢💢
Grazie a Tutto lo Staff che ha collaborato a tale iniziativa Stefano Nicoletti Gaetano Vilnò Federico Comba La Cate Stefano Rusticii Paolo Missineo ecco il primo passo per fare qualcosa di grande
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Infatti sono delle merde

magari si riuscisse ad avere risultato simile !

bravvissimi

View more comments

2 weeks ago

DECIBA

🗣La Banca ti ha mandato un decreto ingiuntivo ? Il Diritto bancario è una materia molto complessa,dopo 18 anni di esperienza possiamo dire con certezza che spesso quello che la banca vanta non è corretto .

🗣Conto correnti con anatocismo ,Mutui con un tasso soglia usuruaio,fideiussioni annullabili.

📍FIDEIUSSIONI NULLE

www.disinformazionebancaria.it/3820/fideiussioni-nulle-tutte-le-risposte-ai-molti-dubbi.html

📍Mutuo in Usura Gratuito

www.movimentorevolution.it/?p=5663

📍Ecco perchè controllare la propria banca ,l'intervista

www.disinformazionebancaria.it/3852/le-aziende-falliranno-senza-la-conoscenza-delle-banche.html

📍I Nostri risutlati parlano chiaro,prima di pagare valuta l'opzione di verificare tutti i tuoi rapporti al fine di verificare se quanto vantato corrisponda alla realtà .

📍Ulteriori informazioni www.deciba.it Centralino 0521.247673 Email [email protected]
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

La maggior parte delle banche hanno intrallazzi politici...tassi da usura o meno , fare causa alle banche nel 95% dei casi si perde....a meno che non sei uno di loro.

Ladri

Vergognoso😭😭

Io per 20 milioni ho perso casa strozzini legalizzati

...ma ste cose non bisognerebbe prevenirle? anche perchè con il senno di poi tra avvocati e questioni legali verrebbe a costare un tot al povero utente che in ogni caso in casodi vittoria non avrebbe il 100% del risarcimento dal momento che una percentuale in certi casi andrebbe al legale!

Mai avere affari con le banche nel bene nel male .ce solo e senpre da rimetterci

Perché non controllano pure le varie finanziarie, agos/ findomestic ecc ecc

Deciba==delinquenti e ladri

Banche strozzini legalizzati ma andatevene affanculo

🔝

PAGHERETE PURE LA "DECIBA INSIEME ALLA DECIMA"

mah ,meglio di Alfredo Belluco non ce n'è

Bastardi invece di aiutarci ci stirubbano, ladri

È difficile però bisogna combattere contro questi delinquenti che purtroppo hanno l'arroganza di impadronirsi del risultato del duro lavoro di un'impresa. I politici è chi dovrebbe vigilare girano la testa dall'altra parte.le banche al 99/finanzia questi delinquenti.Per fortuna alcuni Magistrati stanno dando ragione a chi li sta portando in tribunale.Per chi vuole intraprendere una azione conto le banche deve avere un minimo di disponibilità economica.Consiglio di trovare un buon avvocato che abbia esperienza in questo settore.Comunque in buona parte in altissima percentuale tutti i conti correnti sono stati colpiti da Anatocismo

Contro le banche non la si spunta. Non gliene frega un cazzo se ti mettono in mezzo a una strada con i tuoi figli piccoli. A me è successo. Non ho più niente. Ma non perdo la dignità

View more comments

2 weeks ago

DECIBA

PROTESTO E SOFFERENZA BANCARIA difficlotà ad aprire un conto corrente Intervista di Michele Mich Bianchi di RADIO CIRCUITO 29 ... See MoreSee Less

2 weeks ago

DECIBA

... See MoreSee Less

Comment on Facebook

ehhhh con l entrata dell € ci han fregato per ben benino : la matematica qui è stata un opinione

Ehhhh... Dice bene: non dovrebbe e invece!

Io per arrivare a 1500€ al mese dovevo lavorare più di 50 ore a settimana sotto cooperativa

2 weeks ago

DECIBA

Dai 4 a 8 anni di GALERA anche per i piccoli Evasori
Diventa reato l’evasione fiscale per necessitàDai 4 a 8 anni di GALERA anche per i piccoli Evasori

Diventa reato l’evasione fiscale per necessità

Le proporzioni vengono spontanee, la Franzoni per l'omicidio di suo figlio ha pagato 10 anni di carcere fra buona condotta e indulto .

Se un piccolo imprenditore è in difficoltà rischia quasi la stessa pena, periodo molto stranoti parla di ritiro dei contanti, galera per le persone in difficoltà, agevolazioni per le banche a livello fiscale .

Chi truffa lo STATO Può stare al Governo,un Cittadino in difficoltà viene messo al bando dalle banche e gli viene impedito persino l'apertura di un conto corrente, pensate, abbiamo l'obbligo di aprire un conto e la banca non ha l obbligo di aprirlo .

Ma non basta, ora si va in GALERA ,lasciate perdere la "fede" Politica ,basta leggere il testo di Legge per aver chiaro di quali dinamiche perverse si stiano attivando .

Avete mai visto un banchiere andare in Galera ? Eppure è oggettivo che hanno fatto danni su danni a Milioni di persone .

Questo l'articolo completo

Diventa reato anche l’evasione fiscale per necessità, quella non solo di chi non vuole, ma anche di chi non può pagare le tasse.
«Carcere per i grandi evasori» è il motto dell’Esecutivo. Peccato, però, che la misura venga estesa anche ai piccoli. Con il nuovo decreto fiscale che il Governo sta per approvare, si abbassano difatti le soglie dell’evasione fiscale oltre le quali scatta il reato. A risponderne saranno non solo quelli che non vogliono pagare ma anche quelli che non possono. In sostanza chi, in un solo anno, avrà accumulato 100mila euro di debiti col fisco sarà punito con non meno di quattro anni di galera (per arrivare a un massimo di otto).

Il punto è che, come dimostrano numerose pronunce della Cassazione, un imprenditore con un modesto volume d’affari raggiunge facilmente la soglia dei 100mila euro, specie quando c’è da pagare lo stipendio ai dipendenti. E non sono stati pochi, in passato, i casi di contribuenti che hanno tentato invano di giustificare il mancato pagamento delle tasse con la crisi economica, il calo dei fatturati, l’arrivo della rivoluzione tecnologica. Niente da fare: per la giurisprudenza, la difficoltà deve essere “oggettiva” e non legata a una semplice congiuntura economica.

Ok al decreto fiscale: carcere per chi non paga le tasse e le cartelle esattoriali

L’evasione fiscale, ad oggi, è punita come semplice illecito amministrativo se si tratta di “piccola evasione”. In pratica, l’unica conseguenza è la famigerata cartella esattoriale. Oltre una certa soglia – variabile a seconda della gravità del comportamento commesso dal contribuente – si subisce, invece, un procedimento penale. Ebbene, questa soglia sta per essere abbassata per alcune figure delittuose.

La maggioranza ha scritto il testo del decreto fiscale 2020 a una settimana dal via libera, salvo intese: l’accordo viene raggiunto durante un vertice durato oltre due ore e mezza. Ora la bozza – che puoi scaricare a questo link – può essere considerata una versione semi-definitiva.

Scatta così il carcere, da un minimo di quattro a un massimo di otto anni per chi evade le imposte per più di 100mila euro (attualmente le pene vanno da un anno e mezzo a sei anni). Ma il giro di vite contro i grandi evasori entrerà in vigore soltanto dopo che il Parlamento avrà convertito il decreto in legge, in modo da consentire alle Camere di approfondirne gli effetti.

Ritorna quindi il carcere per chi non può pagare le tasse. Dal punto di vista delle modifiche delle soglie di punibilità, per cui sarà più facile per tutti commettere un reato tributario, vanno segnalati i seguenti ritocchi:

il reato di omesso versamento di ritenute dovute o certificate scende da 150mila a soli 50mila euro;
il reato di dichiarazione infedele passa da 150mila a 100mila euro;
il reato di omesso versamento dell’Iva scende da 250mila a 100mila euro.
Pene esemplari per chi evade

Arrivano le pene esemplari. Dalla confisca per equivalente dei beni degli evasori si passa alla confisca per sproporzione: lo Stato potrà cioè espropriare un valore di beni superiore a quelli ottenuti come profitto del reato. Il tutto in una logica massimamente punitiva. Viene così utilizzata una misura applicata ai mafiosi anche agli evasori fiscali. Essa scatterà sui beni dei quali il condannato non può giustificare la legittima provenienza e di cui risulta essere titolare o avere la disponibilità a qualsiasi titolo in valore non adeguato al proprio reddito.

Le altre misure del Dl fiscale

La lotta ai contanti, dall’altro lato, subisce uno slittamento di sei mesi: il tetto all’uso del cash passa, a partire dal 1° luglio, da 3mila euro a 2mila per poi scendere a mille euro a partire dal 1° gennaio 2022.

Rinviate anche all’estate le sanzioni per i commercianti che non si doteranno di Pos.

Per incentivare i pagamenti tracciabili è pronto anche il cosiddetto Bonus Befana: in pratica lo Stato rimborserà il 19% delle spese fatte con strumenti di pagamento tracciabili (carte e bancomat) a partire da luglio 2020: il tutto con una nuova piattaforma online.

FONTE : www.laleggepertutti.it/328539_diventa-reato-levasione-fiscale-per-necessita
... See MoreSee Less

Dai 4 a 8 anni di GALERA anche per i piccoli Evasori
Diventa reato l’evasione fiscale per necessità

Comment on Facebook

Piccolo evasore chi evade 100000€ ?? Ma cosa state dicendo??

maledetti

Ma se in Italia non va in galera chi ammazza vogliono mandare in galera anche chi evade poco a sto punto e meglio evadere il 100 %almeno vado in galera soddisfatto

ma voi i vostri parenti amici quanti anni di galera dovete farvi visto che molti più della metà siete indagati parenti compresi???????

Ma in che schifo di Italia SIAMO!!!!!!

Perché raccontate un sacco di fandonie?

I primi ad andare in galera devono essere loro visto che le amministrazioni pubbliche impiegano mesi e mesi se non anni per pagare i fornitori.... Alla forca tutti quanti!!!

Bastardi

Pensa che paese di cretini, che abbiamo a governarci. Anche di fronte al fatto documentato e conti alla mano, che uno non può effettivamente pagare le tasse, va in galera. Allora evadete tutti il piu possibile

Dovete riaprire immediatamente i " Gulag ", si, ma per Voi Stessi....

Ci mancava solo questo! Fuori dalle balle, sempre vige la Legge del cetriolo. Ma dopo il carcere ci eleggono europarlamentari? Fa curriculum per intraprendere una carriera politica? Boh...

Chi è in difficoltà e non paga quello che ha dichiarato, non è un'evasore.

E, suppongo, anche quella inventata di sana pianta dai bei figuri dell’Agenzia delle Entrate!

Tutti ai domiciliari tutti

che schifo... questi vogliono punire gli evasori, ma e' legale tutto cio'?

Gia' I commercianti stanno avvisando che da gennaio I prezzi al dettaglio aumenteranno .

View more comments

3 weeks ago

DECIBA

Altro risultati e avanti 🔝Il TRIBUNALE DI #PESCARA con provvedimento del 23.10.2019, ha sospeso l'efficacia esecutiva di un decreto ingiuntivo azionato dalla banca nei confronti di un fideiussore, stante la conformità della #fideiussione al modello #ABI lesivo della normativa #antitrust, ossia contenente le tre clausole (art. 2 6 8) dichiarate illegittime da Banca d'Italia. ... See MoreSee Less

Altro risultati e avanti 🔝

3 weeks ago

DECIBA

... See MoreSee Less

Comment on Facebook

grazie e bravi

Grazie x quello che fate e x le informazioni che ci date......

3 weeks ago

DECIBA

... See MoreSee Less

3 weeks ago

DECIBA

🙏Un padre prima di morire disse a suo figlio: “Questo è un orologio che tuo nonno mi ha regalato. Ha più di 200 anni, ma prima che te lo dia, vai al negozio di orologi e digli che voglio venderlo, vedi quanto ti offrono”. Il figlio fece come disse il padre e ci andò,
tornò da suo padre, e disse: “l'Orologiaio vuole offrirmi 5 euro perché è vecchio". Il padre allora rispose: “Vai al Museo e mostra quell'orologio”. Non perse neanche un secondo, corse immediatamente al museo. Tornato da suo padre gli disse: “Mi hanno offerto un milione di euro per questo orologio”. Il padre lo guardò sorridendo dicendogli:
“Volevo farti sapere che il posto adeguato mette in risalto il tuo valore nel modo giusto, quindi non stare nel luogo sbagliato, ed arrabbiati se non lo fai. Chi conosce il tuo valore è chi ti apprezza, non stare in un posto che non ti soddisfa". COMPRENDI IL TUO VALORE. 📍 Oggi abbiamo risolto una transazione molto importante con una banca , il cliente mi ha detto che Avvocati è commercialisti non erano mai riusciti dopo mesi e mesi , ogni persona a suo posto , il diritto bancario deve essere svolto da persone competenti 📍 Stiamo attenti a vendere il nostro orologio alla giusta persona 📍
... See MoreSee Less

3 weeks ago

DECIBA

BENVENUTA DITTATURA DIGITALE ... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Povera Italia... Poveri italiani.... Vogliamo il lavoro là dignità.. Non la dittatura

Di Maio sei un infame

Vergogna! E tutti zitti! Paura delle Banche! Vergogna!!!!

3 weeks ago

DECIBA

Intervista al Presidente DECIBA Dott. Gaetano Vilnò

Michele Mich Bianchi di RADIO CIRCURadioCanale7

L'utilità del diritto bancario
... See MoreSee Less

3 weeks ago

DECIBA

....LA NULLITA' DELLE FIDEIUSSIONI OMNIBUS....
SENZA NEANCHE LA VALUTAZIONE DEL GIUDICE
🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑🛑

Per maggiori informazioni contattaci
al ☎️ 800 600 955 - 0422456003
al 🌐 www.rimborsibancari.it/

Una Caporetto per tutte le banche, la nuova sentenza della Cassazione in materia di fideiussioni (Cass. sent. n. 13846/19 del 22.05.2019). In pratica se hai prestato una garanzia per un’apertura di credito o un finanziamento e il tuo contratto è simile allo schema prefissato dall’Abi qualche anno fa, sei libero. Libero da cosa? Dal rischio di un pignoramento nell’ipotesi in cui il debito non venga restituito. Ma vediamo meglio di cosa si tratta.

Le banche hanno a lungo utilizzato tutte lo stesso schema di contratto di fideiussione che era stato loro predisposto dall’Abi. Ma questo comportamento è stato ritenuto illegittimo nel 2005 da Bankitalia: esso cioè finiva per limitare qualsiasi concorrenza tra gli istituti di credito imponendo ai clienti le medesime condizioni. In pratica, a qualsiasi sportello ti rivolgevi avevi sempre le stesse condizioni. Una scelta era così impossibile.

Neanche a dirlo: le banche se ne sono infischiate e, nonostante il provvedimento dell’Autorità Garante (appunto Bankitalia) hanno continuato a fare di testa propria. Ora è arrivata la Cassazione a sottolineare: le fideiussioni redatte secondo questo schema sono nulle in automatico. Non c’è neanche bisogno di una valutazione del giudice sull’illegittimità delle clausole della fideiussione visto che questa valutazione è già stata fatta, a monte, dalla Banca d’Italia.

Il tribunale deve quindi limitarsi a verificare se il contratto è sostanzialmente simile a quello dell’Abi e, in tal caso, annullarlo.

Per maggiori informazioni contattaci
al ☎️ 800 600 955 - 0422456003
al 🌐 www.rimborsibancari.it
... See MoreSee Less

3 weeks ago

DECIBA

Curiamo l'infiammazione e non il CANCRO ?Gli investimenti fantasma valgono $15 trilioni: ecco come le società ingannano il Fisco

Curiamo l'infiammazione e non il CANCRO ? ecco come ci stanno prendendo i in giro ! Togliere il contante non ha nessun nesso con l'EVASIONE FISCALE anzi provocherà l'effetto contrario . Si chiama DITTATURA DIGITALE con un CLIK possono toglierti la vivibilità e controllare l'esistenza umana . Per quale motivo lo Stato è cos' attento ai circa 150 Miliardi di evasione e non ai 15 TRIlLIONI DI DOLLARI . Stiamo molto attenti .

15 trilioni di dollari sono nascosti dalle multinazionali nei paradisi fiscali, una cifra pari al PIL di Germania e Cina messi insieme, esente tasse e che frena gli investimenti a livello mondiale.

Con ben 15 trilioni di dollari nascosti nei conti offshore dei paradisi fiscali, gli investimenti fantasma a livello mondiale corrodono sempre di più il potenziale dell’attuale ciclo economico.

Sottratti al Fisco, sia italiano che internazionale, tale cifra risulta essere totalmente immobilizzata, semplicemente nascosta al fine di evitare di pagare le tasse. Un «risparmio» fiscale che, tuttavia, sottrae all’economia mondiale la liquidità utile a far procedere speditamente il ciclo di crescita.

L’allarme legato all’evasione fiscale tramite gli investimenti fantasma nei paradisi fiscali è lanciato direttamente dal FMI (Fondo Monetario Internazionale). La cifra record detenuta nei conti offshore è simile a quella del PIL statunitense e tra i paradisi più ricchi di liquidità sottratta a Fisco spiccano, senza alcuna sorpresa, Paesi Bassi e Lussemburgo.

Investimenti fantasma in aumento: $15 trilioni sottratti al Fisco
Secondo i dati ufficiali citati dal FMI, il Lussemburgo, un Paese di 600.000 abitanti, ospita investimenti diretti esteri (IDE) tanti quanti gli Stati Uniti e decisamente in quantità maggiore rispetto alla Cina. I 4 trilioni di dollari in IDE all’interno del Lussemburgo corrispondono a qualcosa come 6,6 milioni di dollari ad abitante. Una simile quantità di investimenti diretti esteri sovrasta senza esitazione gli investimenti fisici nell’economia lussemburghese.

C’è qualcosa che non va. Colpa dei dati ufficiali non corretti o, più verosimilmente, di una verità celata?

Sulla carta, gli investimenti che un Paese compie all’estero in via diretta costituiscono un motore importante per raggiungere un’integrazione economica internazionale, stimolare la crescita e la creazione di posti di lavoro e aumentare la produttività attraverso trasferimenti di capitale, competenze e tecnologia. Pertanto, molti Paesi hanno sviluppato delle politiche per attirarne di più. Tuttavia, non tutti gli IDE costituiscono un capitale che poi, effettivamente, verrà messo al servizio con il fine di incrementare la produttività

Nella realtà, gli IDE sono investimenti finanziari transfrontalieri tra imprese appartenenti alla stessa multinazionale, e in gran parte di questi hanno una “natura fantasma” - investimenti che attraversano delle società fantasma, fittizie. Queste società, chiamate anche società-veicolo (SPV, Special Purpose Vehicle), non hanno attività commerciali reali. Piuttosto, svolgono attività di holding, finanziamenti interaziendali o gestiscono delle attività immateriali, spesso per ridurre al minimo le tasse che le multinazionali dovrebbero pagare al Fisco dei Paesi in cui operano.

Una simile organizzazione, sia a livello finanziario che a livello fiscale, confonde le statistiche legate agli IDE e rende difficile comprendere quale vera integrazione economica possono vantare.

Paesi Bassi e Lussemburgo i Paesi TOP per investimenti fantasma
Sono necessari altri dati per capire dove, da chi e perché 40.000 miliardi di dollari in IDE vengono convogliati in tutto il mondo. Combinando i dati sugli investimenti internazionali dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico con un’indagine coordinata sugli investimenti diretta dell’FMI, un nuovo studio (a firma di Damgaard, Elkjaer e Johannesen, di prossima pubblicazione) crea una rete globale che mappa tutte le relazioni bilaterali legate all’attività di investimento - scindendo gli IDE fantasma da quelli originali.

Impossibile non notare come alcuni paradisi fiscali tra i più famosi ospitano la stragrande maggioranza degli investimenti fantasma del mondo.

Il Lussemburgo e i Paesi Bassi ospitano quasi la metà degli investimenti fantasma delle multinazionali. Con Hong Kong, Isole Vergini britanniche, Bermuda, Singapore, Isole Cayman, Svizzera, Irlanda e Mauritius, siamo di fronte a 10 economie che ospitano oltre l’85% di tutti gli investimenti fantasma, soldi sottratti al fisco a livello mondiale.

Come funziona il “trucco” di società e investimenti fantasma

Perché e in che modo proprio questi paradisi fiscali attirano così tanto gli investimenti fantasmi? In alcuni casi, la risposta risiede in una strategia politica costruita deliberatamente per attirare quanti più investimenti esteri possibile offrendo vantaggi importanti, come aliquote fiscali sulle società molto basse o addirittura nulle.

Anche se le società fantasma non hanno impiegati o ne hanno pochissimi all’interno dell’economia ospitante e anche se non pagano le tasse, contribuiscono comunque all’economia locale usufruendo di consulenza fiscale, contabile e di altri servizi finanziari. Inoltre pagano le imposte di registro.

All’interno dei paradisi fiscali dei Caraibi, questi servizi rappresentano la fetta principale del PIL, insieme al turismo.

In Irlanda, l’aliquota fiscale sulle società è stata ridotta dal 50% degli anni ’80 al 12,5% di oggi. Inoltre, alcune multinazionali sfruttano le lacune della legge irlandese utilizzando tecniche innovative di ingegneria fiscale con nomi curiosi come «double Irish with a Dutch sandwich» (doppio irlandese con un panino olandese), che comporta il trasferimento dei profitti aziendali tra le filiali in Irlanda e nei Paesi Bassi verso, solitamente, i paradisi fiscali caraibici.

Queste tattiche sono atte a godere di aliquote fiscali sempre più basse o a evitarle del tutto. Nonostante i tagli alle tasse, le entrate dell’Irlanda provenienti dalle imposte sulle società sono aumentate perché la base imponibile è cresciuta in modo significativo, in gran parte grazie agli afflussi monstre di investimenti stranieri. Questa strategia si rivela essere assai utile per l’Irlanda, ma erode le entrate fiscali in altre economie.

L’aliquota fiscale media a livello mondiale applicata alle società è stata ridotta dal 40% del 1990 a circa il 25% del 2017, un trend decisamente ribassista e che indica una forte necessità di un coordinamento a livello internazionale. Globalmente, gli investimenti fantasma ammontano a 15 trilioni di dollari, quando il PIL annuo della Germania sommato a quello della Cina.

E nonostante i tentativi internazionali mirati a frenare l’evasione fiscale, con riferimento particolare all’iniziativa del G20 Base Erosion and Profit Shifting (BEPS), e lo scambio automatico di informazioni sui conti bancari nell’ambito del Common Reporting Standard (CRS), gli investimenti fantasma continuano ad aumentare. In meno di 10 anni, gli investimenti fantasma sono passati da circa il 30% a quasi il 40% degli investimenti internazionali globali.

Una crescita sopra ogni aspettativa. Secondo gli esperti del FMI Lane e Milesi-Ferretti, gli investimenti diretti internazionali sono cresciuti più rapidamente del PIL mondiale dalla crisi finanziaria globale, mentre le posizioni transfrontaliere in portafogli e altri investimenti non hanno fatto altrettanto. Anche se gli investimenti fantasma sono in gran parte ospitati da determinati paradisi fiscali, praticamente tutte le economie - avanzate, emergenti, a basso reddito e in via di sviluppo - sono esposte al fenomeno.

La maggior parte delle economie investono in società fantasma all’estero e al contempo ricevono investimenti importanti da tali entità. Gli investimenti società straniere fantasma possono indicare che le multinazionali controllate a livello nazionale stanno compiendo un’evasione fiscale. Allo stesso modo, gli investimenti ricevuti da tali società fantasma all’estero indicano che le multinazionali controllate dall’estero cercano di evitare di pagare le tasse nell’economia ospitante.

Non sorprende quindi che l’esposizione di un’economia agli investimenti fantasma aumenti proporzionalmente all’aliquota fiscale applicata sulle società. La globalizzazione pone nuove sfide a livello di statistica macroeconomica. Oggi, una multinazionale può utilizzare l’ingegneria finanziaria per spostare delle somme di denaro importanti in tutto il mondo, trasferire facilmente beni immateriali altamente redditizi o vendere servizi digitali dai paradisi fiscali senza avere lì presenza fisica.

Questi fenomeni possono avere un enorme impatto sulle statistiche macroeconomiche tradizionali, gonfiando ad esempio il PIL e l’ammontare di IDE all’interno dei paradisi fiscali. Nel 2015 l’economia irlandese ha registrato un PIL in rialzo del 26% a seguito del trasferimento dei diritti di proprietà intellettuale in Irlanda da parte di alcune multinazionali.

La soluzione? Non importa quale strada i politici dei vari Paesi vorranno intraprendere, il fatto è uno solo e lampante: la chiave risolutiva risiede nella cooperazione internazionale in materia di tassazione. Sull’onestà altrui, come in molti altri casi, è difficile far affidamento

Fonte : www.money.it/Investimenti-fantasma-15-trilioni-societa-ingannano-Fisco
... See MoreSee Less

Curiamo linfiammazione e non il CANCRO ?

4 weeks ago

DECIBA

Evasione fiscale, Sgarbi: Conte dia l’esempio, faccia arrestare compagna e suoceroEvasione fiscale, Sgarbi: Conte dia l’esempio, faccia arrestare compagna e suocero

SE I POLITICI APPLICASSERO LE LEGGI A LORO STESSI E PARENTI PRIMA CHE DETTARLI AL POPOLO

Vittorio Sgarbi commenta il carcere per gli evasori fiscali: “Conte dia l’esempio: carcere al suocero e alla moglie, rispettivamente proprietario e amministratore del Plaza: evasione per 2 milioni di euro”
ROMA – Togliere il diritto di voto agli anziani? “Sono d’accordo – commenta Sgarbi – con Renzi quando dice che invece del voto agli anziani va tolto il fiasco a Grillo, ma se a dirlo è chi con Grillo ha fatto un’alleanza e oggi governa, c’è un problema di coerenza e credibilità”.
“Tra gli evasori da arrestare, come vuole il presidente Conte, va riservata una cella di prima classe, al padre di Olivia Paladino, sua attuale compagna. Cesare Paladino è il proprietario del Plaza hotel di Roma di via del Corso. Ora, il padre di Olivia Paladino è stato condannato e ha patteggiato un anno e sei mesi di condanna perché faceva pagare la tassa di soggiorno ai clienti e poi se la intascava: l’importo accertato dell’evasione, che è un vero e proprio furto all’erario dello Stato, è di oltre 2 milioni di euro. Si aggiunga che la figlia, essendo amministratore del Plaza, non poteva non sapere. Una buona occasione per il Presidente del Consiglio di dare l’esempio, accompagnandoli in carcere”

www.imolaoggi.it/2019/10/19/evasione-fiscale-sgarbi-conte-dia-lesempio-faccia-arrestare-compagna-...
... See MoreSee Less

Evasione fiscale, Sgarbi: Conte dia l’esempio, faccia arrestare compagna e suocero

Comment on Facebook

Ma basta. Pubblicate solo fesserie. Dare ragione a uno come Sgarbi, che si rotola a terra negli autogrill... . Ma non siete seri.

Sgarbi è un mentecatto, mi meraviglio di chi lo sta a sentire!

Sgarbi chi? Quello che si è fatto fotografare mentre caga la mattina nel suo bagno? Lui? ... niente fa già ridere così!

abbiamo capito che tifate per berlusconi delinquente e sgarbi capra

E c'è bisogno di farli arrestare da Conte? Se sono colpevoli, fateli arrestare voi!

Si.. si.. altro che chiacchiere.. In galeraaaaaa🤮

....questo disgusto umano ancora fiata...????

Scusa Come mai Berlusconi è Sgarbi ,sono contro alle condanne esemplari agli evasori è Conte non lo è? Ragionerebbe al contrario vi pare ? Voi di che cosa vi occupate per pubblicare senza ragionare?.Berlusconi si è fatto leggi ad personam per difendere i suoi interessi..Perchè Conte non fa come Berlusconi..

Perche chi va al governo ci va per fare gli affari sua. Non i nostri ,é noi paghiammo la triste realta.

Certo Gaetano caro...Che se tu credi a sgorbi,allora....Si puo' benissimo credere agli elefanti VOLANTI...Dai dai su'

View more comments

4 weeks ago

DECIBA

🗣Gli artigiani in galera e parlamentari con sentenze definitive al Governo , attenzione che gli ignoranti insieme al vecchio regime Politico stanno creando una Paese bancocratico con il controllo di polizia Tributariria

🔥Manovra, nella nuova bozza del decreto fiscale sale a otto anni il carcere per evasori. 🔥Tetto al contante a 2 mila euro www.google.it/amp/s/

www.repubblica.it/economia/2019/10/17/news/manovra_di_maio_all_attacco_carcere_per_i_grandi_evaso...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

UNA GROSSA FAKE !! CIOE' MINKIATA !! Se fosse vero BERLUSCONI non scenderebbe in campo !!

Fake.news !!

Quante cazzate scrivono 🤣🤣🤣🤣🤣

Ministro della Giustizia? Questo nn immagina neppure come vanno le cose...

Ma perché non verificate le notizie prima di condividerle. Fate la figura dei cazzoni.

purtroppo gente che non conosce cosa significa alzarsi la mattina aprire una saracinesca e affrontare lo stato e sue tasse, aiuti zeroooo se non sei figlio di qualcuno non vai avanti in questa nazione!!!! vergogna vergogna vergogna

I bufalari di Deciba erano quelli con le corna travestiti da cavernicoli ha Pontida ?

....... Quindi voi politici ergastolo!!!!

Sopra i 50.000 Euro.... Io che non li ho non li posso evadere !

In Francia scendono in piazza in Spagna idem, ma in Italia quando cazzo ci svegliamo?

Bsstardi

Buffone, cerca di non farmi ridere.

resteremo senza politici?

Bonafede👎👎👎👎👎👎👎a voi chi vi controlla👎👎👎

Per ladri stupratori assassini mai pene certe ma se tocchi i soldi dello stato non sia mai ma perché non li impicchiamo gli evasori? Bravi ottima idea

Ma il papa di Di Maio non era quello che pagava in nero i dipendenti?

Ho paura che le carceri non bastano già scoppiano così

Fake news

Io contrario!! Ma quanto vi divertite a dare notizie false!! Chi diffonde queste menzogne è un delinquente senza scrupoli!!

si stava meglio quando si stava peggio...

Be cosi quando esco vado in pensione loro mi versano i contributi mancanti

Ma finitela di scrivere cazzate

Si vabbè allora devono costruire minimo 6000 nuove carceri perché ci sarà più carcerati che uomini liberi. Tutti 8n galera.

Caro ministro se avessi lavorato un solo giorno come imprenditore serio e onesto capiresti cosa significa e non oseresti dire certe cattiverie

Titolo tendenzioso, fate meglio il vostro mestiere, ci sono abbastanza giornalai, vedi Libero per esempio, che raccontano palle

View more comments

1 month ago

DECIBA

🗣GARANZIE PERSONALI NULLE ,si chiamano Fideiussioni bancarie,sono milioni ad averle firmate e ci sono grandi NOVITA' . ⚠️

Gaetano Vilnò
🗣GARANZIE PERSONALI NULLE ,si chiamano Fideiussioni bancarie,sono milioni ad averle firmate e ci sono grandi NOVITA' . ⚠️La corte Suprema di Cassazione nè annulla Milioni . NESSUNA PAURA ,la Legge e le sentenze sono dalla nostra parte .L'ultimo video del Presidente @DECIBA Dott.Gaetano Vilnò vi speiga tutto . Richiedi una Preanalisi con GARANZIA D.E.C.I.BA Email : [email protected] 📍Centralino 0521.247673 . ⏰Non aspettare oltre,queste sentenze sono epocali .
... See MoreSee Less

1 month ago

DECIBA

... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Andatelo a dire a Patuelli ! 😎

Continua